Siete qui:

  1. Home
  2. AttualitÓ
  3. Sport
  4. Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017

Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017

Giorgio Rosato | 22 luglio 2017 19:24

Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017

Tutti sorridenti i concorrenti del Silk Way Rally all’arrivando in trionfo e con un sole brillante nell’antica capitale del Medio Impero, alla fine dei 700 chilometri di collegamento – La lunga marcia verso Xi’an si è trasformata in un lungo giro d’onore per l’annullamento della prova speciale a causa del maltempo.

 

Annullata dopo le pesanti piogge che per tutta la notte hanno imperversato sulla regione di Zhongwei, quella che doveva essere l'ultima prova speciale si è trasformata in un giro d'onore per i concorrenti e i team di assistenza, arrivando alla fine di 15 giorni e di circa 10.000 km di gara, estremamente impegnativi per macchine e piloti. Tirando le somme all’interno del parco chiuso (area che segna la conclusione di questa edizione), nel centro espositivo di Xi'an, Cyril Despres e David Castera (Peugeot 3008 DKR n° 100) conquistano la seconda vittoria consecutiva nella categoria auto, mentre Dmitry Sotnikov, accompagnato dai suoi compagni di squadra Kamaz Ruslan, Akhmadeev e Ilnur Mustafin (Kamaz-Master n° 303), si aggiudicano anche loro la seconda vittoria nella classe del camion (dopo i successo nel 2013), alla fine di una feroce battaglia con i loro compagni di squadra Kamaz.

 

Despres-Castera, gli specialisti

Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017Alla partenza del loro secondo Silk Way Rally a bordo della loro Peugeot 3008 DKR, Cyril Despres e David Castera non si aspettavano che sarebbe stato facile ripetere il loro exploit del 2016. I due ex-motociclisti hanno dovuto lottare, in fin dei conti, contro l'opposizione formidabile solo all'interno della propria squadra. Ma Peterhansel, particolarmente sfortunato in Kazakisthan, e Sébastien Loeb, ancora un pò troppo frettoloso nel deserto, caduto per strada, hanno praticamente consegnato il vantaggio al duo francese sei giorni prima del traguardo finale. Con un'impressionante padronanza del loro veicolo hanno affrontato senza timori le enormi dune del deserto di Gobi e hanno resistito agli attacchi della Mini John Cooper Works del pilota americano Menzies e del saudita Al Rajhi, così come quelle delle squadre cinesi guidate dalla Baïcmotor di Lavieille (2° in classifica generale) e dal Geely SMG Buggy di Han Wei, che completa il podio finale. Oscurati dai loro angeli custodi Peterhansel e Cottret, Despres e Castera hanno tirato fuori una doppia vittoria che potrebbe essere un punto di svolta. “Grazie a David Castera per l'eccellente lavoro che ha fatto durante questa manifestazione. Grazie a Peugeot che mi ha dato questa opportunità di cambiare carriera”, ha dichiarato Cyril Despres, cinque volte vincitore di Dakar nella categoria delle moto. “Grazie anche agli ingegneri e a tutti i meccanici di Peugeot Sport per aver creato una vettura così competitiva. Sono ora impaziente di iniziare la Dakar del 2018 con il Peugeot DKR Maxi. È chiaramente il mio prossimo obiettivo...”.

Vincitori delle prove speciali

Peterhansel (5): SS2, SS6, SS9, SS11, SS13. Loeb (4): SS1, SS3, SS4, SS8. Despres (1): SS5. Menzies (1): SS7. Amos (1): SS10. Lavieille (1): SS12.

 

Sotnikov consacra il nuovo Kamaz

Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017Con le migliori squadre all'inizio, il Silk Way Rally 2017 prometteva una lotta dura tra i quattro camion di Kamaz-Master e i loro principali rivali di Team Iveco De Rooy, Mammoet Riwald, MAZ e Tatra. Ancora una volta l'esperienza e il lavoro di squadra degli uomini provenienti da Tatarstan si sono rivelati decisivi alla fine dei 10.000 chilometri che hanno portato a Xi'an. Paziente in Russia e in Kazakisthan, l'Armada Blu ha tenuto duro fino al confine in Cina. L'unico in grado di proseguire la lotta è stato il pilota ceco Martin Kolomy tedesco (Tatra Phoenix n° 311) che finalmente è riuscito ad attraversare il deserto Gobi. E proprio lì, nel cuore della cattedrale di dune, che Sotnikov, Shibalov e Mardeev hanno sferrato l’attacco più insidioso. Mantenendo il sangue freddo e dando sempre il 100%, il nuovo Kamaz (equipaggiato con un piccolo motore Cummins di 13,5 litri)  ha consentito a Dmitry Sotnikov di combattere e respingere gli attacchi del giovane e talentuoso Anton Shibalov per conquistare una seconda vittoria di Silk Way. “Non ricordo una gara così dura”, ha commentato Dmitry Sotnikov, “abbiamo dovuto combattere per ogni secondo e ogni giorno la battaglia è diventata più intensa. Sono contento che Anton Shibalov abbia mantenuto la pressione perché i suoi attacchi hanno tirato fuori il meglio di noi. Purtroppo ci può essere solo un vincitore. Anton avrebbe potuto vincere la gara, perché il divario tra noi era molto ridotto e testimonia l’elevata competitività presente in questo livello di gare”.

Vincitori delle prove speciali

Sotnikov (4): SS5, SS7, SS8, SS13. Kolomy (3): SS1, SS4, SS11. Mardeev (2): SS9, SS12.

 

Le congratulazioni di Vladimir Putin

Cyril Despres vince il Silk Way Rally 2017A conclusione del Silk Way Rally 2017 anche Vladimir Putin ha inviato un messaggio di congratulazioni agli organizzatori.

Mi congratulo con gli organizzatori del Silk Way Rally per il loro eccellente lavoro”, ha dichiarato Vladimir Putin, Presidente della Federazione Russa, “e sono fiducioso che tali progetti meravigliosi contribuiscano allo sviluppo della cooperazione internazionale, al rafforzamento dell'amicizia e all'aumento della comprensione tra i popoli. Vi auguro ogni successo nei vostri progetti futuri”.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori