Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Saloni
  4. RiminiOffRoad Show 2017

RiminiOffRoad Show 2017

Testo e foto Sonja Vietto Ramus | 30 aprile 2017 10:37

Rimini OffRoad Show 2017

Riflettori spenti, dopo un fine settimana all’insegna dei motori, sulla prima edizione di Rimini OffRoad Show, l’evento dedicato al mondo del fuoristrada organizzato da IEG Italian Exhibition Group, il player fieristico nato dalla collaborazione fra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza. Tre giorni (dal 21 al 23 aprile) di stand, gare, esibizioni (a 2 e 4 ruote), convegni e test drive che hanno trasformato il quartiere espositivo riminese in un parco motoristico.

 

Inaugurato dal pluricampione di rally e fuoristrada Miki Biasion, con l’assessoreRimini OffRoad Show 2017 - Miki Biasion a sport e bilancio del Comune di Rimini, Gian Luca Brasini, il presidente di IEG Lorenzo Cagnoni e il direttore generale Corrado Facco, ROR 2017 ha richiamato nell’arco dei tre giorni appassionati da tutta Italia offrendo, seppur con l’inevitabile inesperienza di ogni “prima”, un’interessante panoramica sulla realtà a trazione integrale del nostro Paese.

Da un lato i 30.000 metri quadrati interni della struttura hanno ospitato qualcosa come 120 espositori con auto, moto, quad e bike, accessori e componenti di ogni genere. In anteprima nazionale SsangYong ha presentato al pubblico il nuovo Suv sportivo Korando MY 2017 scegliendo proprio la fiera di Rimini per il debutto ufficiale; Mopar ha esposto la Jeep Wrangler Sport con il pack accessori che esalta le prestazioni in off-road; il marchio italiano Autohome Zifer, che progetta e produce roof top tents, ha scelto questo evento per la partenza del Free Raider, il primo viaggio della stagione destinato ad accompagnare gli iscritti al club sino al Tirreno.Rimini OffRoad Show 2017

A puntare sulla fiera anche Toyota, Mitsubishi, Jeep e Suzuki con un’ampia gamma di modelli 4x4 così come ACAR, l’associazione che riunisce le concessionarie auto della provincia di Rimini, presente alla kermesse con i più importanti veicoli del mondo off-road a disposizione del pubblico. In mostra anche un pezzo di storia della Parigi-Dakar con un ampio spazio riservato all’esposizione di camion, auto e moto che hanno partecipato alla “regina” delle gare, dagli anni ’80 a fine ’90. E poi le moto d’epoca Maico, una ventina di esemplari fra cui alcune rarità come il GS 501 cc. del 1976 e l’MC 490 T cc. del 1981, l’ultimo modello a doppi ammortizzatori.

Fra gli stand dei più noti preparatori di 4x4 e produttori di accessori non sono mancati Equipe 4x4, XQuattro, Herero 4x4, HM4x4, 4Technique, Raptor 4x4 e ALB Ricambi ma anche Modulidea,Rimini OffRoad Show 2017 Mondo 4x4, Survival Shop, Suntop e Rock’s 4x4 Equipment e tanti altri che hanno presentato in fiera le ultime novità con allestimenti e prodotti dal design innovativo.

E proprio in questo ambito, motori & desing, ROR ha ospitato anche un’interessante area dedicata alla creatività applicata all’off road grazie alla collaborazione con l’Istituto Europeo di Design: 25 studenti dalle sedi di Milano e Torino hanno realizzato “in live” concept e progetti dedicati al settore delle 2 e 4 ruote. Non è però stata solo questa l’unica mostra del week end motoristico: IEG ha infatti voluto ricordare l’amico e pilota riminese Giuseppe “Pucci” Grossi, 6 volte vincitore del Trofeo Terra e una dell’Irc, scomparso nell’agosto dello scorso anno. In uno spazio di 200 metri quadrati i visitatori hanno potuto ammirare trofei, fotografie storiche e la sua Harley Davidson 883.Rimini OffRoad Show 2017

Omologazione di accessori e attenzione al mondo delle disabilità motorie sono stati gli argomenti principali su cui Rimini OffRoad ha voluto puntare l’attenzione del pubblico organizzando nei tre giorni convegni con esperti del settore.

All’esterno dei padiglioni invece, 54.000 metri quadrati di area all’aperto sono stati allestiti con piste destinate ai test drive (quasi 3.000 quelli effettuati), gare di cross e rally con un programma sportivo che ha entusiasmato sia i piloti che gli spettatori. Se i più importanti marchi off-road hanno messo a disposizione modelli performanti da testare, non da meno è stata John Deere che ha proposto i suoi quad da lavoro per valutarne utilizzo e capacità di carico. E poi ancora adrenalina alle stelle per gli appassionati che hanno voluto provare l’emozione di salire sui mezzi della Dakar per vivere il gusto della competizione a fianco di piloti esperti.Rimini OffRoad Show 2017

Gare di sidecar cross, motocross femminile e quadcross, un’area kart elettrici per testare i mezzi sulla pista allestita da Aci Sport, stunts ACSI a bordo di quad e moto, scuola di guida sicura quad e Side-by-Side per diversamente abili, avviamento al fuoristrada per bambini dai 7 ai 14 con la scuola FMI: sono solo alcune delle tante iniziative che hanno allietato le tre giornate al Rimini OffRoad Show. Senza dimenticare l’evento BMX Flatland con Luca Contoli, artista freestyler, che si è esibito con entusiasmanti evoluzioni a due ruote. Il divertimento non è mancato neppure per i più piccoli che hanno potuto mettersi alla guida delle minicross elettriche sul circuito gonfiabile “Mini Cross Bike School”.

ROR Show è stato anche scenario della manche d’apertura del Campionato Italiano di Velocità Fuoristrada (CIVF) 2017: ad aggiudicarsi la vittoria assoluta è stato il campione in carica Rossano Gualtieri che ha preceduto sul podio Ivano Nicoletta ed Emanuele Lagrotteria. A chiudere la top five, Massimo Reggiani e Stefano Fioroni. Escursioni in moto e auto su sterrate e percorsi panoramici di provincia e dintorni hanno infine permesso di stringere un forte legame con il territorio della Motor Valley.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori