Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Raduni ed Eventi
  4. DAYTONA BEACH 2010

DAYTONA BEACH 2010

| 04 novembre 2010 18:45

DAYTONA BEACH 2010

 

Si è svolta all’inizio del mese scorso (2-3 ottobre) sulla spiaggia di DAYTONA BEACH 2010Jesolo la terza edizione del Daytona Beach, la grande kermesse off-road ispirata ai grandi eventi yankee delle spiagge californiane.  L’edizione 2010, organizzata dall’associazione “The Bad BrothersSquadrone Avvoltoi”, ha riscosso un successo superiore alle aspettative della vigilia, con un’affluenza di pubblico e appassionati di oltre 10.000 visitatori, con circa 250 veicoli intervenuti all’interno della pista soft e 15 vetture impegnate nelle gare ad inseguimento lungo i 3 chilometri di spiaggia a disposizione degli off-roader provenienti da ogni parte della penisola. L’edizione 2010 inoltre ha segnato una importante svolta nella manifestazione poiché, in virtù dei numerosi eventi collaterali, è stato necessario sfruttare l’intero fine settimana e non solo la giornata di domenica, come invece accadeva nelle precedenti edizionii. Tutto ha inizio sabato, ma mentre il maltempo sembrava segnare il fine settimana, già dal pomeriggio il sole ha iniziato a scaldare l’atmosfera.  Rapidamente si è formata una colonna di SUV e fuoristrada (la maggior parte dei quali a stelle e strisce)DAYTONA BEACH 2010 ansiosi di poggiare le proprie ruote sulla spiaggia. E mentre la pista soft si animava di vetture, anche altri motori cominciavano a scaldarsi, quelli dell’area freestyle.  Un quad, unico italiano, portato in rampa da Daniele Serblin, e tre moto. Special guest dell’occasione Vanni Oddera, chiamato anche “uomo back flip”. A questo punto sono iniziate le spericolate acrobazie che, oltre a sfidare le leggi della gravità, tolgono il fiato per l’alto tasso di adrenalina che riesce a scatenare. Moto non solo a 8 metri da terra, ma anche saldamente attaccate alla sabbia della spiaggia, in una pista dedicata esclusivamente a quad eDAYTONA BEACH 2010 moto da cross, un circuito dove sfogarsi per due giorni senza temere il fischietto delle Forze dell’Ordine, impegnate invece a fianco dell’Organizzazione per la buona riuscita dell’evento. Ulteriori emozioni sono venute dalle altrettanto spettacolari esibizioni dei ragazzi del gruppo “Far da matt” con skate e roller, nonché gli affascinanti giri a bordo di un camion Dodge, per intenderci lo stesso utilizzato nel film “Rambo”.  Alla domenica a farla da padroni sono i mezzi impegnati nella gara ad inseguimento, 4x4 preparati di tutto punto che si sono trovati alle prese con una pista tecnica che ha dato del filo da torcere a tutti,DAYTONA BEACH 2010 ma cha ha regalato grande spettacolo al pubblico presente, incollato alle transenne per tutta la durata della gara. Dall’altra parte della spiaggia il soud delle vetture impegnate nell’8° Tappa Raduno Nazionale Car Audio N.C.A. e Tuning ha accompagnato il pubblico a suon di decibel sino all’area espositiva dedicata a vetture americane e fuoristrada. Alla perfetta riuscita della manifestazione ha contribuito inoltre anche l’esibizione in mare delle moto d’acqua del “Team Jet Immagine” di Jesolo, che ha realizzato per l’occasione un apposito circuito con boe.  Per ulteriori informazioni, e anticipazioni sulla prossima edizione, visitare il sito: www.thebadbrothers.com.

 

Tutti i numeri del Daytona Beach 2010DAYTONA BEACH 2010

- 1 Pista Racing  4X4

- 1 Pista Soft 4x4-Quad

- 1 Pista Racing Quad

- 1 Circuito per moto d’acqua

- 10.000 Visitatori in 2 giorni

- 250 Vetture nella pista soft

- 2 Km di spiaggia

- 2 Km di pista soft

- 1,8 Km di pista racing 4X4



Commenti

Inviato da carmen il 04 dicembre 2010 23:56

E stato un evento grandioso ..per la prima volta nella mia vita ho vissuto una emozione cosi grande nel vedere tanti spettacoli tutti insieme...veramente bravi e complimenti agli organizzatori...sicuramente ci vedremo anche il prossimo anno! Ciao,ciao!
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori