Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. CuriositÓ
  4. Papamobile: La Fiat Campagnola del 1981

Papamobile: La Fiat Campagnola del 1981

Tiziana Andorno | 11 febbraio 2013 17:46

Papamobile: la storia dei fuoristrada del Papa

 

Il 16 ottobre scorso, in occasione del 34° anniversario dell'elezione di GiovanniPapamobile:  la  storia  dei  fuoristrada  del  Papa Paolo II, è stata esposta al pubblico la Fiat Campagnola a bordo della quale si trovava il Papa il giorno dell'attentato compiuto da Ali Agca.  Lo storico veicolo è stato presentato all'interno del famoso “Padiglione delle Carrozze” situato in un'ala dei Musei Vaticani che, proprio per questa ricorrenza,  è stato riaperto al pubblico in un nuovo allestimento. “Due mesi di lavoro”, sottolineava al vigilia dell'inaugurazione L'Osservatore romano, “per offrire ai visitatori una sala rinnovata, più 'leggibile' e dotata di accorgimenti tecnici volti a garantire le migliori condizioni di conservazione degli oggetti esposti. Ma soprattutto con alcune novità, come la Fiat 1107 Nuova Campagnola sulla quale Giovanni Paolo II subì l'attentato mentre attraversava piazza San Pietro il 13 maggio 1981". “Istituito nel 1967 per volontà di Paolo VI”, si legge ancora, “il Padiglione delle carrozze è parte integrante del reparto collezioni storiche dei Musei Vaticani, che raccoglie i ritratti dei ponteficiPapamobile: la storia dei fuoristrada del Papa dal Cinquecento a oggi, tutti gli apparati del cerimoniale papale, i costumi della corte laica, le armi e le uniformi dei corpi armati pontifici”.  Nel nuovo riallestimento il Padiglione delle Carrozze si presenta ampliato, bonificato, rivisitato nel suo percorso espositivo e nel suo apparato didascalico, oltre ad essere arricchito da nuove e importanti acquisizioni, testimoniando sin dal 1967 la storia della mobilità pontificia attraverso un'originale raccolta di selle, portantine, carrozze e automobili.  E nella storia della mobilità pontificia un ruolo di primo piano spetta senz'altro ai fuoristrada, ampiamente presenti nel Padiglione delle Carrozze, per cui siamo andati anche noi a dare un'occhiata a questa singolare rassegna di veicoli, per ammirare da vicino alcuni dei veicoli che hanno fatto la storia del Vaticano degli ultimi anni. Oltre ai fuoristrada nel Padiglione delle Carrozze si possono ammirare inoltre altre interessanti automobili, come la Graham Paige Type 837 del 1929, diversi modelli di Mercedes, le antiche carrozzePapamobile: la storia dei fuoristrada del Papa del secolo scorso e persino il volante di una Ferrari Formula 1 (Modello MT 867/B) donato  al Beato Giovanni Paolo II il 17 gennaio 2005 dal presidente Luca Cordero di Montezemolo in un'occasione di un'udienza privata. Nel ricevere questo dono singolarissimo il Santo Padre ha ringraziato il presidente Montezemolo, pronunciando un parallelo tra la complicata tecnologia del Volante e la “complessita di guidare la Chiesa”.

 

 

Toyota Land Cruiser: la prima “Papamobile”

Papamobile: la storia dei fuoristrada del PapaLa prima “papamobile”, come viene ormai definito il fuoristrada bianco utilizzato dal Pontefice per percorrere brevi itinerari ed essere visto dalla folla, apparve subito dopo il Giubileo del 1976.  Si trattava di una Toyota Land Cruiser che venne saltuariamente utilizzata da Paolo VI, anche se nessuno la chiamava ancora con questo appellativo destinato a diventare comune negli anni successivi.  Giovanni Paolo I non la utilizzò mai, ma il Beato Giovanni Paolo II, che si rifiutò di usare la Sedia Gestatoria, la predilesse fin da subito.  Alla Toyota Land Cruiser seguì la Fiat Campagnola, tristemente legata all'attentato subito dal Beato Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro il 13 maggio del 1981.  Subito dopo l'attentato il livello di sicurezza a protezione della persona del Santo Padre è statoPapamobile: la storia dei fuoristrada del Papa alzato e la “papamobile” apparve in una nuova versione blindata.  Ne sono un esempio sia la Land Rover Santana che la Mercedes-Benz 230 GE che, entrate rispettivamente in funzione nel 1983 e nel 1990, sono rimaste in servizio fino al 2002.  La Fiat Campagnola è stata inoltre riutilizzata negli ultimi anni di pontificato del Beato Giovanni Paolo II e nei primi mesi di quello di Benedetto XVI che, proprio oggi, ha annunciato al mondo le sue dimissioni a partire dalle 20.00 del 28 febbraio.

 

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori