Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. CuriositÓ
  4. JEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design)

JEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design)

| 27 aprile 2011 19:13

JEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design)

 

Nel febbraio del 2009, in occasione del II anno del corso triennaleJEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design) in Transportation Design–Car Design svoltosi presso lo IED (Istituto Europeo del Design) di Torino, 37 studenti hanno affrontato una importante sfida di design: progettare una vettura realizzata dal binomio Fiat-Chrysler, in modo da rispettare la storia e i valori dei marchi dei due gruppi, ma anche pensando a sinergie e posizionamento nelle diverse gamme attuali.  Da una parte, stile, accessibilità economica e basso impatto ambientale dei veicoli Fiat; dall’altro, piattaforme e capacità industriali e produttive (con un diverso mercato di riferimento) diJEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design) Chrysler.  "Far lavorare gli studenti su un tema così attuale, ancora prima dell’ufficializzazione dell’accordo", ha dichiarato all'epoca César Mendoza (Direttore IED Torino), "ha rappresentato per la nostra Scuola una vera sfida didattica. Nel corso dell’esercizio, partito nel febbraio del 2009 e conclusosi a luglio, l’incontro con il Centro Stile di FIAT è stato fondamentale per dare concretezza al progetto".  Dopo la proposizione di un progetto per ogni singolo allievo, il team della scuola ne ha selezionati 13 ( scelti per la realizzazione del modello in scala 1:4); tra questi figura quello di Vasily Kurkov che ha realizzato una singolare interpretazione della Jeep.


JEEP PYGMY di Vasily KurkovJEEP PYGMY by IED (Istituto Europeo di Design)

«Si basa sulla piattaforma della Fiat Panda Cross 4×4 ed è un veicolo di carattere europeo profondamente contaminato dallo spirito della cultura americana della Jeep.  E’ una due posti che offre diverse possibilità di caratterizzazione stilistica, un veicolo universale che, a seconda delle esigenze del cliente, il produttore potrà trasformare in una shopping car o in una Jeep sportiva vicina al mondo del rally.  Gli interni uniscono particolari fashion e retrò con dettagli high-tech, trasmettendo all’utente una sensazione di lusso e di qualità».

 




Commenti

Inviato da federica.bollani@gmail.com il 17 ottobre 2011 14:18

hihihi
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori