Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Hummer Story
  4. CAPITOLO 4: HMMWV - UN 4x4 IN TUTA MIMETICA

CAPITOLO 4: HMMWV - UN 4x4 IN TUTA MIMETICA

| 19 marzo 2010 17:15

HUMMER STORY

 

Nella storia di alcuni dei più importanti fuoristrada attualmente in circolazione, un ruolo di primo piano nell'affermazione suiHUMMER STORY maggiori mercati internazionali è legato indubbiamente (oltre che alla qualità dei prodotti e alle strategie dei guru del marketing) anche al loro utilizzo nel corso di eventi bellici. Sebbene molte Aziende costruttrici non amino ricordare i trascorsi in tuta mimetica di alcuni modelli che, assai spesso, hanno contribuito a scrivere la storia del fuoristrada, è innegabile che la partecipazione dei 4x4 nel corso di missioni di guerra abbiano in seguito avuto un grosso ritorno sul piano commerciale. Basti pensare ad esempio al clamore suscitato dalle Jeep nel corso del secondo conflitto mondiale (soprattutto nell'ambito delle manovre legate allo sbarco in Normandia nel giugno del 1944)HUMMER STORY o all'impiego delle Land Rover nella guerra in Corea, o a quello delle Austin Champ nel corso della rivolta dei Mau-Mau in Kenya contro il colonialismo britannico. Anche nel caso dell'Hummer, appositamente progettato su richiesta dell'Esercito Americano, il successo conseguente alla sua partecipazione nella Guerra del Golfo (1991) e nelle successive missioni americane in Afghanistan e in Iraq, ha contribuito in maniera determinante alla sua affermazione e alla nascita del mito del fuoristrada più possente e performante che sia mai stato costruito. HUMMER STORYMa oltre alla motricità sorprendente, espressa ai massimi livelli nelle più esasperate condizioni climatiche e ambientali, l'Hummer (o HMMWV, High Mobility Multi-purpose Wheeled Vehicle, come veniva definito negli ambienti militari) ha espresso anche una straordinaria versatilità nei più svariati allestimenti tattici. Grazie ad una serie di modifiche più o meno eclatanti infatti, questo veicolo ha consentito alle truppe americane (e ai numerosi eserciti stranieri che lo hanno adottato) di far fronte alle più disparate esigenze operative. Dalle normali versioni antincendio agli allestimenti speciali per le missioni di assalto, dalle ambulanze alle stazioni radio, dal trasporto HUMMER STORY di unità lanciamissili (diversificate in base al tipo di ordigno) ai veicoli da ricognizione, dalle versioni blindate (in grado di resistere anche alle mine anti-uomo) a quelle speciali con la guida a destra. Essendo inoltre impegnato spesso in aree desertiche, soprattutto attraverso le dune dei deserti mediorientali, la AM General ha sviluppato per l'Hummer l'innovativo sistema CTIS (Central Tyre Inflation System) grazie al quale la pressione delle gomme può essere regolata (anche durante la marcia) direttamente dall'abitacolo riducendo i rischi legati all'insabbiamento.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori