Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Land Rover Story
  4. CAPITOLO 51 - Sahara Crossing: long-test tra le dune

CAPITOLO 51 - Sahara Crossing: long-test tra le dune

| 11 marzo 2011 19:36

Sahara Crossing: long-test  tra le dune

 

Dopo la presentazione della nuova Ranger Rover di terza generazione, analogamente aSahara Crossing: long-test  tra le dune quanto avviene regolarmente per la maggior parte dei fuoristrada che arrivano sul mercato, il veicolo viene lanciato in una serie di viaggi-avventura nei più disparati angoli del mondo allo scopo di testare le doti di versatilità e motricità nelle più disparate condizioni di utilizzo. Oltre ai raid organizzati direttamente dalla sede di Solihull o dalla Land Rover Italia, vanno segnalate anche numerose spedizioni realizzate da alcuni giornalisti specializzati che (grazie anche al supporto della testata e di una serie di sponsor) riescono a portare a termine imprese di risonanza internazionale. Tra queste, una delle più interessanti effettuate negli ultimi anni con la nuova Range Rover è senz’altro la spedizione “Sahara Crossing”, organizzata nell’estate del 2002 dalla redazione di “Autoruote 4x4” in collaborazione con la Land Rover Italia e la compagnia di navigazione Grimaldi Group Grandi Navi Veloci. Lo scopo della spedizione era quello di effettuare un long-test tra le dune del Sahara con la nuova Range Rover equipaggiata con il propulsore turbodiesel di 3.0 litri a sei cilindri in linea, sulle sabbie del Grand Erg Orientale lungo l’area desertica situata nel profondo sud tunisino tra le oasi di Douz e Ksar Ghilane. Per la massima attendibilità della prova non è stata apportata alcuna modifica al modello di serie che ha mantenuto sia l’assetto orginale che leSahara Crossing: long-test  tra le dune dotazioni fornite nel primo equipaggiamento, compresa quella dei pneumatici; l’unico intervento, indispensabile per affrontare la marcia sulla sabbia, ha riguardato una diminuzione della pressione di gonfiaggio delle gomme che è stata abbassata dalle 2.5-2.8 atmosfere a valori attorno a 1.2-1.5. Ad esaltare ulteriormente le doti fuoristradistiche della nuova Range Rover 3.0 TD6 hanno contribuito in maniera determinante anche le sospensioni pneumatiche a controllo elettronico che, in base alle condizioni del fondo, consentono di alzare sensibilmente l’altezza del veicolo. Questo dispositivo, inseribile manualmente sia con le marce lunghe che con le ridotte, si disattiva automaticamente quando il veicolo supera la velocità di 50 Kmh dopo una serie di segnalazioni acustiche accompagnate da un messaggio che appare sul computer di bordo. Nel corso della spedizione “Sahara Crossing”, la nuova Range Rover ha messo in risalto le sue straordinarie doti di motricità (già ampiamente apprezzate nel corso della tradizionale presentazione alla stampa internazionale svoltasi all’inizio dell’anno in Inghilterra). Complessivamente sono stati percorsi oltre 2.200Sahara Crossing: long-test  tra le dune chilometri, dei quali 500 su sabbia (tutti in fuoripista), 400 su piste e sterrati e 60 su pietraie di montagna (realizzati esclusivamente con navigazione GPS in otto ore di marcia). Nel corso della spedizione sono stati utilizzati inoltre le più raffinate tecnologie di comunicazione che, oltre ad assicurare un ampio margine in fatto di sicurezza, hanno consentito di ottimizzare al meglio le varie condizioni di navigazione e di comunicazione con il veicolo di appoggio (una Range I Serie del 1974). Oltre all’immancabile telefono satellitare, indispensabile per comunicareSahara Crossing: long-test  tra le dune senza problemi in aree  scoperte dai tradizionali gestori telefonici GSM, sono state utilizzate (in sostituzione dei tradizionali walkie-talkie o delle normali radio CB) delle sofisticate radiocuffie ad attivazione vocale. Il sistema GPS di bordo registrava inoltre continuamente la posizione del veicolo e, una volta collegato al computer portatile, consentiva di scaricare i dati e realizzare una mappa  dettagliata della rotta percorsa, completa di punti GPS, quota altimetrica e tempi (parziali e totali) di percorrenza.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori