Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. ANNIVERSARY
  4. Mercedes: 80° Anniversario del motore Diesel

Mercedes: 80░ Anniversario del motore Diesel

| 21 ottobre 2016 18:19

Mercedes.Benz: 80°Anniversario del motore Diesel

La storia dei motori Diesel sulle vetture della Stella ha inizio nel 1936 - Mercedes-Benz è stata la prima Casa automobilistica a prendere la coraggiosa decisione di montare un motore Diesel quattro cilindri su un’auto di serie.

 

Mercedes-Benz è il pioniere nel campo del motore Diesel, sia nel settoreMercedes.Benz: 80°Anniversario del motore Diesel dei veicoli industriali, sia in quello delle autovetture. Già dall’inizio e fino agli anni ’70 il motore Diesel è stato considerato un modello di efficienza, durata ed affidabilità, pur non risultando particolarmente brillante in termini di prestazioni. Negli anni a seguire numerose innovazioni hanno trasformato il motore Diesel in una meravigliosa macchina con elevati valori di coppia, parca nei consumi ed al tempo stesso pulita. Tra le pietre miliari di questa evoluzione spiccano turbocompressore, tecnologia a quattro valvole, fasatura elettronica ed iniezione diretta common rail.

 

La storia dei motori Diesel sulle vetture della Stella ha inizio nel 1936

Mercedes.Benz: 80°Anniversario del motore DieselMercedes-Benz è stata la prima Casa automobilistica a prendere la coraggiosa decisione di montare un motore Diesel quattro cilindri su un’auto di serie. Lo stesso spirito pionieristico si rifletteva in ogni motore di nuova concezione dell’epoca. Ogni nuovo motore di Mercedes-Benz è stato dunque una pietra miliare sul fronte tecnologico: più potente, più silenzioso e più pulito. Fin dall’inizio l’idea era quella di realizzare motori dal design modulare cercando di ridurre i costi, utilizzare componenti comuni e fare un uso più efficiente delle linee di produzione. Mercedes-Benz ha iniziato ad applicare tali principi già negli anni ’60, per esempio con i motori Diesel OM 615, OM 616 ed OM 617. Tali sforzi sono stati intensificati nelle serie successive (OM 601, OM 602 ed OM 603), in cui furono sviluppati motori Diesel quattro, cinque e sei cilindri con numerosissime parti in comune: in quel caso pistoni, bielle, precamere ed iniettori erano identici dal punto di vista costruttivo.

 

Un cambiamento di carattere:

motori Diesel garanzia di piacere di guida ed ecocompatibilità

Il cambiamento di carattere dei motori Diesel volto a garantire piacere di guida ed ecocompatibilità risulta chiaramente evidente dai numeri della potenza specifica erogata.

La potenza per litro di cilindrata (potenza specifica), per esempio, è cresciuta nel seguente modo:

  • 18 CV/lt: nel 1936 sulla prima autovettura con motorizzazione Diesel, la Mercedes-Benz 260 D con soli 45 CV;
  • 28 CV/lt: nel 1975 nel motore ‘Stroke 8’ (W 115), il 200 D riusciva a sviluppare 55 CV da 1.988 cm³;
  • 58 CV/lt: nel 1995 fu lanciata la E 220 CDI (W 210) da 125 CV;
  • 100 CV/lt: la variante con potenza media del nuovissimo motore Diesel quattro cilindri sviluppava 195 CV da 1.950 cm³ di cilindrata.

La potenza specifica è quindi cresciuta di oltre il 500% in 80 anni. Ma non è tutto: il nuovo motore è progettato per erogare fino a 90 kW/lt di potenza.

Altrettanto straordinario è stato l’aumento della coppia, fattore che determina la propulsione del motore dai bassi regimi. Dai 98 Nm del 170 D del 1949 la coppia è balzata ai 113 Nm con il 200 D (1975) e a 300 Nm con l’E 220 CDI (1995), per raggiungere i 400 Nm della successiva Classe E. In altre parole, circa 55 Nm per litro di cilindrata del 1949 sono diventati 205 Nm/lt ai giorni nostri. Quasi quattro volte tanto.

 

Aumenta il piacere di guida e l’ecocompatibilità:

le innovazioni chiave del Diesel degli ultimi quattro decenni

Nel 1974, con il 240 D 3.0 (W 115), Mercedes-Benz presenta la prima vettura con motorizzazione cinque cilindri al mondo e, fino a quel momento, la più potente auto di serie con propulsore Diesel: tre litri di cilindrata, 80 CV e 175 Nm di coppia.

Nel 1978, con la prima vettura Diesel con turbocompressore prodotta in serie, la Stella fece un importante passo avanti verso il Diesel moderno e dinamico. Tuttavia il 300 SD Turbo Diesel (W 116), il cui cinque cilindri erogava 115 CV di potenza, fu commercializzato solo negli USA. In Germania nel 1980 ebbe lo stesso ruolo pionieristico il 300 TD Turbo Diesel (S 123). Quest’ultimo era stato preceduto nel 1978 da prove effettuate con motori Diesel con turbocompressore montati sui concept C 111.

Nel 1985 negli USA il 300 SDL (W 126) dimostrò che il filtro antiparticolato non è un’invenzione molto recente: fu la prima autovettura di serie con questo tipo di sistema di post-trattamento dei gas di scarico.

Nel 1993 la tecnologia a quattro valvole viene introdotta in anteprima mondiale sul motore Diesel di Mercedes-Benz Classe C e Classe E (W 202 e W 124).

Nel 1995 debutta la prima vettura Diesel Mercedes-Benz con iniezione diretta chiamata E 290 Turbo Diesel (W 210).      

Nel 1997 la svolta decisiva: l’introduzione dell’iniezione diretta common rail abbinata alla tecnologia a quattro valvole (W 202). Da allora quella tecnologia è sinonimo di massima economia dei consumi e straordinario aumento dei valori di coppia.

Nel 2000 la S 400 CDI (W 221) con motore V8, 250 CV e 560 Nm di coppia è l’auto Diesel più potente al mondo.

Nel 2003 Mercedes-Benz è la prima Casa automobilistica al mondo ad offrire il filtro antiparticolato con standard di emissioni conformi alla norma Euro 4 (W 203 e W 211). Nello stesso anno la presentazione del primo carburante Diesel sintetico da biomassa, il SunDiesel, indica quale sarà il futuro del motore Diesel.

Nel 2004 Mercedes-Benz è il primo marchio automobilistico a dotare tutte le proprie vetture Diesel di filtro antiparticolato di serie vantando standard di emissioni conformi alla normativa Euro 4.

Nel 2004, durante il Salone Internazionale dei Veicoli Industriali di Hannover, Mercedes-Benz presenta anche un’ulteriore pietra miliare: la nuova tecnologia BlueTEC, grazie a cui truck ed autobus risultano conformi ante tempo alle norme Euro 4 ed Euro 5.

Nel 2006 il Diesel pulito con tecnologia BlueTEC viene reso disponibile anche per le autovetture. Il primo modello di serie è l’E 320 BlueTEC, lanciato sul mercato statunitense nell’ottobre del 2006. Nel 2007 segue l’E 300 BlueTEC, la prima vettura con motore Diesel europea in grado di vantare emissioni allo scarico assimilabili a quelli dei migliori modelli a benzina.

Nel 2009 i modelli Mercedes-Benz con tecnologia BlueTEC ed SCR risultano già conformi ai limiti fissati dalla norma Euro 6 in vigore per tutte le autovetture da settembre 2015.

Nel 2011 la pluripremiata tecnologia NANOSLIDE® per la camicia del cilindro fa il suo debutto sul motore Diesel V6. Vantaggi: peso del motore ridotto di 4,3 kg e consumi inferiori del 3%.

Nel 2012 la E 300 BlueTEC HYBRID (W 212) viene incoronata il modello di lusso più parco nei consumi al mondo. Senza imporre restrizioni in materia di spazio, il suo concept di ibrido Diesel modulare con batteria agli ioni di litio regala un’esperienza di guida di alto livello grazie a funzione start/stop, recupero dell’energia in frenata, effetto booster, modalità di marcia completamente elettrica e di avanzamento per inerzia (veleggiamento).

Nel 2014 nuovi pistoni in acciaio high-tech vengono montati per la prima volta su un’autovettura Diesel di serie, nel motore Diesel V6 di Mercedes-Benz E 350 con tecnologia BlueTEC. Con una potenza di 258 CV la berlina consuma appena 5,1 litri di gasolio ogni 100 chilometri

 

Il futuro del Diesel inizia con Classe E: Più efficiente, leggero, potente e compatto

Mercedes.Benz: 80°Anniversario del motore DieselIl nuovo propulsore Diesel quattro cilindri OM 654 segna il debutto di un’innovativa famiglia di motori Mercedes-Benz. Efficienza ed emissioni esemplari rendono questo propulsore Diesel premium pronto per le sfide del futuro e sottolineano il ruolo chiave del motore Diesel nel conseguimento degli obiettivi climatici globali. Il primo motore Diesel quattro cilindri interamente in alluminio di Mercedes-Benz debutta in anteprima mondiale sulla nuova Classe E 220 d nella primavera 2016.

La nuova famiglia di motori racchiude in sé più di 80 anni di know-how in materia di Diesel della Stella”, ha dichiarato Thomas Weber, Membro del Board of Management di Daimler AG, Responsabile Group Research e Mercedes-Benz Cars Development, “I nuovi Diesel premium sono più efficienti e potenti, più leggeri e compatti, e sono stati progettati per soddisfare tutti gli standard futuri sulle emissioni globali. Secondo noi il motore Diesel è un must su truck e vetture se intendiamo ridurre ulteriormente la CO2 generata dal traffico stradale”.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori