Siete qui:

  1. Home
  2. SUV
  3. Test Drive: BMW X5 xDrive M50d

Test Drive: BMW X5 xDrive M50d

Stefano Signori | 06 maggio 2014 17:28

Test Drive: BMW X5 xDrive M50d

 

Tra le novità più ghiotte della terza generazione della BMW X5, spicca senzaTest Drive: BMW X5 xDrive M50d dubbio il debutto dell’ultra vitaminica versione M50d che, equipaggiata con un potente 6 cilindri di 3.0 litri dotato di sovralimentazione tri-turbo in grado di sviluppare la bellezza di 381 cavalli e di 740 Nm di coppia massima, si colloca di diritto al top di gamma tra i modelli a gasolio.  Valida alternativa alla versione 50i con motore V8 di 4.4 litri a benzina,  la super diesel bavarese replica in pratica le prestazioni monstre di quest’ultima, ma non i consumi, che sono nettamente più contenuti, così come le emissioni di C02.  Accreditata di una velocità massima (limitata elettronicamente) di 250 km/h, la M50d, scatta da 0 a 100 km/h in soli 5,3 secondi e stando ai dati comunicati dalla Casa tedesca si accontenta in media di 6,7 litri di gasolio ogni 100 chilometri, facendo registrare un valore medio delle emissioni di CO2 di soli 177 g/km.  Numeri di tutto rispetto che certificano, se ancora ce ne fosse bisogno, i grandi progressi compiuti dalle motorizzazioni diesel, daTest Drive: BMW X5 xDrive M50d sempre fiore all’occhiello del marchio BMW.  Non a caso infatti la variante più pepata delle X5 a gasolio viene identificata dalla lettera “M” di Motorsport, lo speciale reparto della Casa bavarese appositamente creato per allestire le sue versioni più prestazionali.  L’appartenenza all’esclusivo club “M”, che da qualche anno a questa parte comprende anche i modelli con motore a gasolio, è evidenziato sulla X5 M50d con una serie di accessori specifici che oltre ai badge personalizzati prevedono tra l’altro, l’allestimento aerodinamico M, la chiave specifica M design, i sedili meglio profilati, il volante sportivo M, gli speciali cerchi in lega da 19” e le sospensioni Adaptive M.  Il tutto fa da contorno ad una dotazione tecnologica ineguagliata tra i SUV di categoria superiore che, oltre a proporre un 6 cilindri tri-turbo a gasolio con tre turbine che si attivano progressivamente per garantire un’erogazione fulmineaTest Drive: BMW X5 xDrive M50d della potenza a tutti i regimi, può contare anche sull’efficientissimo cambio automatico sequenziale a 8 marce Steptronic, sulle sospensioni posteriori pneumatiche autolivellanti, sullo sterzo con servoassistenza elettrica e naturalmente sul collaudato sistema di trazione integrale permanente xDrive.  In grado di rispettare, grazie al pacchetto BMW BluePerformance la normativa antinquinamento Euro 6, la X5M50d  costituisce l’ultima frontiera delle sport-utility di lusso,  un pò meno efficaci sui terreni più accidentati, ma certamente molto più performanti su strada. 

 

TRAZIONE 4X4

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dAnche l’ultima generazione della BMW X5 si affida al collaudato sistema di trazione integrale permanente xDrive che, ulteriormente perfezionato, favorisce una guida ancora più piacevole ed efficace su qualsiasi terreno.  Lavorando in stretto contato con il controllo dinamico di stabilità DSC, l’xDrive a differenza dei tradizionali sistemi di trazione integrale, entra in azione in modo preventivo, modificando la ripartizione della potenza sui due assi, prima ancora che le ruote inizino a slittare.  Così nelle situazioni di normale aderenza, la coppia motrice viene distribuita per il 40% all’avantreno e per il 60% al retrotreno, ma non appena le condizioni del fondo stradale diventano più impegnative, questo rapporto può variare fino ad un massimo del 100% su un solo asse. 

 

VERSIONI & PREZZI

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dLa nuova BMW X5 è proposta in ben 19 versioni, con tre livelli di allestimento (Business, Experience, Luxury) e 6 motorizzazioni: 2 a benzina e 4 a gasolio.  Nel primo caso la scelta spazia da un 6 cilindri di 3.0 litri da 306 CV (35i) al più potente V8 di 4.4 litri da 450 CV (50i), mentre per quanto riguarda i propulsori turbodiesel, l’offerta prevede un inedito 4 cilindri di 2 litri da 218 CV riservato alle versioni sDrive a trazione posteriore ed un 6 cilindri di 3.0 litri con tre livelli di potenza: 258 CV (30d), 313 CV (40d) e 381 CV (M50d).  Tutti i modelli sono equipaggiati di serie con cambio automatico a 8 marce.  Questi sono i prezzi su strada:

X5 xDrive 35i Business - €    66.445Test Drive: BMW X5 xDrive M50d             

X5 xDrive 35i Experience - €    74.410

X5 xDrive 35i Luxury - €    74.410

X5 xDrive 50i€     87.215

X5 sDrive 25d - €     55.405

X5 sDrive 25d Business - €     59.690

X5 sDrive 25d Experience - €     67.655

X5 sDrive 25d Luxury - €     67.655

X5 xDrive 25d - €     58.130

X5 xDrive 25d Business - €    62.415

X5 xDrive 25d Experience - €    70.380

X5 xDrive 25d Luxury€    70.380

X5 xDrive 30d Business - €    65.035

X5 xDrive 30d Luxury€    73.000

X5 xDrive 30d Experience - €    73.000

X5 xDrive 40d Business - €    68.465

X5 xDrive 40d Experience - €    76.430

X5 xDrive 40d Luxury - €    76.430

X5 M50d - €    92.250


EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dDi serie: airbag frontali, laterali ed a tendina, ABS con DBC, climatizzatore automatico bi-zona, impianto stereo con CD, Mp3 e comandi al volante, fendinebbia, cerchi in lega da 19”, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, interni in pelle, fari  bi-xeno, Hill Descent Control (HDC), cambio automatico a 8 marce Steptronic, Adaptive Light Control,  navigatore satellitare, Sistema Start&Stop,  Park Distance Control,  Cruise Control,  sensore pioggia,  sedili anteriori regolabili elettricamente volante sportivo M.

Optional: Head Up Display (1.432 euro), sedili anteriori riscaldabili (394 euro), vetri posteriori oscurati (434 euro), park Assistant (575 euro), tetto apribile elettricamente (1.745 euro), vernice metallizzata (1.175 euro).  

 

ON ROAD

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dVera e propria granturismo sotto le mentite spoglie di una sport-utility, la nuova X5 M50d presenta un’inedita interpretazione dei classici SUV, volta non tanto a grantire un’eccellente mobilità sui terreni più accidentati, ma mirata piuttosto ad offrire prestazioni straordinarie, ancor più pensando che sotto il cofano batte un cuore a gasolio.  Non a caso infatti la versione più grintosa e sportiva della rinnovata gamma X5 si fregia della mitica lettera “M”, che in casa BMW ha sempre identificato i modelli più prestazionali ed esclusivi, spesso destinati anche alle competizioni.  Partendo da questi presupposti, l’asfalto rappresenta ovviamente l’ambiente preferito della “belva” bavarese che, pur non disdegnando contesti più ostici, proprio su strada trova il modo di esprimersi al meglio.  L’assetto ribassato, i pneumatici a larga sezione ed il poderoso 6 cilindri turbodiesel di 3.0 litri da 381 cavalli, costituiscono gli elementi cardine di questa versione, che letteralmente incollata al terreno, grazie anche all’efficace sistema di trazione integrale permanente xDrive, ha davvero poche rivali in grado di starle davanti.  Docile e mansueta quando la si conduce a bassa velocità nel traffico cittadino o in contesti in cui è dobbligo osservare un comportamento molto prudente, la X5 M50d si trasforma radicalmente nel momento in cui si può affondare il piede destro sulTest Drive: BMW X5 xDrive M50d gas.  L’avvenieristico sistema di sovralimentazione tri-turbo, unito alla fenomenale coppia motrice di ben 740 Nm disponibile in un range compreso tra i 2.000 ed i 3.000 giri, costituiscono la molla che fa schizzare la M50d come un missile, permettendole di “strappare” tempi di accelerazione e ripresa, degni delle più blasonate sport-car.  A dispetto delle prestazioni  monstre, questa variante della X5 si guida con la stessa facilità delle sorelle meno dotate, grazie all’efficientissimo cambio automatico a 8 rapporti con Steptronic utilizzabile anche con i paddle al volante ed agli ammortizzatori a controllo elettronico che favoriscono un’eccellente tenuta di strada ed un elevatissimo comfort di bordo.  L’impianto frenante potenziato e la presenza dei classici controlli elettronici di stabilità e trazione, incrementano inoltre la sicurezza nelle situazioni più impegnative, pemettendo al conducente di sfruttare al meglio le formidabili performance di questa esclusiva versione.     

 

OFF-ROAD

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dChi acquista una BMW X5 difficilmente lo fa con lo scopo di affrontare terreni molto sconnessi o per avventurarsi su fondi particolarmente impervi, ancor di più se il modello in questione è siglato M50d.  Le eccellenti doti di trazione e motricità offerte dal sistema xDrive, sono infatti utilizzate su questa versione per incrementare ulteriormente le fenomenali prestazioni stradali, più che l’efficacia off-road.  Inoltre l’assetto ribassato ed i pneumatici a basso profilo montati su cerchi da 19 pollici, non rappresentano certo i componenti ideali per supportare la guida in fuoristrada.  Pur con tutti i limiti evidenziati da un’impostazione decisamente stradale, la più potente delle X5 a gasolio non teme comunque  i fondi accidentati o a scarsa aderenza, ma richiede piuttosto una certa attenzione nel superare i dislivelli più accentuati ed i passaggi più angusti, considerando anche la  sua taglia XL. Validi aiuti sui percorsi off-road, sono costituiti oltre che dall’eccellente spunto garantito dal potente turbodiesel tri-turbo, anche dalle sospensioni pneumatiche sull’asse posteriore e dall’HDC (Hill Descent Control), che limita la velocità nelle discese più ripide.        

 

LA TECNICA IN SINTESI

Test Drive: BMW X5 xDrive M50dTelaio: scocca portante, 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore longitudinale, 6 cilindri in linea, ciclo Diesel

Cilindrata: 2.993 cc

Potenza max: 381 CV a 4.000 giri

Coppia max: 740 Nm a 2.000 giri

Distribuzione: bialbero, 24 valvole

Alimentazione: forzata con triplo turbocompressore, intercooler a geometria variabile, iniezione diretta common rail                    

Dimensioni: lunghezza 4.886 mm, larghezza 1.938, altezza 1.762, passo 2.933, carreggiate 1.662/1.702Test Drive: BMW X5 xDrive M50d

Peso a vuoto: 2.265 kg.

Capacità serbatoio: 85 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, schema MacPherson

Sospensioni posteriori: indipendenti, bracci trasversali e obliqui

Pneumatici: 285/45 R19

Freni: a disco autoventilanti, ABS, DBC

Cambio: automatico a 8 marce con Steptronic

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo d’attacco: 25°

Angolo di dosso: 20°                   

Angolo d’uscita: 20°

Altezza minima da terra: 209 mm

Capacità di guado: 500 mm

Diametro di svolta: 12,8 m Test Drive: BMW X5 xDrive M50d

Velocità massima: 250 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 5,3 sec

Emissioni medie di CO2: 177 g/km

Consumi

Percorso urbano: 7,6 litri/100 km

Percorso extraurbano: 6,2 litri/100 km

Percorso misto: 6,7 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori