Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. Accessori
  4. Motul protagonista ad Automotoretrò 2014

Motul protagonista ad Automotoretṛ 2014

| 06 febbraio 2014 14:28

Motul protagonista ad Automotoretrò 2014

La  trentaduesima  edizione  di  Automotoretrò  vede  la  partecipazione  ufficiale  di  Motul  con  un’area  espositiva  dedicata  ai  lubrificanti  per  auto  classiche  e  racing.  Nello  stand  anche  una  Lancia  Marino  F1  del  1954, Lotus  F3  modello  31  del  1964,  Modus  F3  M1  Toyota  del  1975  e  un  sidecar  Martinel  Yamaha  del  2012.

 

Da molti anni l’esperienza di Motul nella realizzazione di lubrificanti di elevata qualità al servizio di automobilisti e motociclisti più esigenti ha trovato applicazione anche sulle auto classiche. Si tratta di un passaggio naturale nell’offerta di competenze tecnologiche uniche anche per gli appassionati di veicoli storici.Motul protagonista ad Automotoretrò 2014 Con la Linea Auto Storiche, infatti, Motul offre una gamma completa di prodotti per vetture e motocicli di ogni età: la linea comprende il SAE 30 ed il SAE 50, lubrificanti minerali monogradi per motori 4 tempi diesel e benzina specificatamente sviluppati per motori e cambi di auto e moto d’epoca e da collezione costruiti tra il 1900 e il 1950.  A questi si affianca il 20W50, lubrificante minerale multigrado per veicoli benzina o diesel, aspirati o turbocompressi, con carburatore o a iniezione, costruiti tra il 1950 e il 1970.  Per i modelli costruiti dopo il 1970 è disponibile il 2100 15W50, versione aggiornata del 2100 Century, il primo lubrificante semi-sintetico nel mercato automobilistico, presentato nel 1966.  Per le competizioni di auto storiche, infine, Motul propone il 300V.  Un lubrificante 100% sintetico realizzato con tecnologia Ester Core® che risulta una soluzione ottimale anche grazie all’ampia scelta di gradazioni disponibili: 300V 5W40 Power, 300V 10W40 Chrono, 300V 15W50 Competition e 300V 20W60 Le Mans. Prodotti di elevata qualità e dalla resa ottimale per garantire la corretta lubrificazione di motori sottoposti a forti sollecitazioni in tutti i tipi di gara. Nello stand nell’area Automotoracing del Lingotto Oval (7-9 febbraio) sono esposti anche quattro veicoli di interesse storico sui quali sono utilizzati prodotti Motul: Lancia Marino F1 del 1954, Lotus F3 modello 31 del 1964 con motore Ford da 1000 cc, Modus F3 M1 Toyota del 1975 e un sidecar Yamaha R1 MF (Franco Martinel) del 2012, un esemplare unico che ha visto la collaborazione di Gianni Piacentino per il progetto ed esecuzione della finizione estetica.  “La presenza di Motul ad Automotoretrò“, ha affermato Marco Baraldi, direttore generale di Motul Italia, “rappresenta per noi una vetrina importante per trasmettere le competenze di Motul nel mondo della lubrificazione automotive a 360°. Oltre ad essere leader nel settore delle due ruote, Motul è presente con successo nelle competizioni, con la linea 300V, e nelle auto classiche, con la Linea Auto Storiche, a dimostrare che la professionalità e le competenze acquisite nel corso di oltre 150 anni di storia del marchio sono un reale valore aggiunto per tutti gli appassionati di motori. Automotoretrò, con la sua doppia valenza di salone per le auto d’epoca e quelle racing, è un punto di incontro ideale. Siamo qui presenti, oltre che con i nostri prodotti, anche con vetture che hanno segnato la storia motoristica: tre auto da corsa che si sono distinte negli anni 50, 60 e 70  e che rappresentano al meglio l’evoluzione tecnica dal dopo guerra agli anni 70. Il sidecar su base Yamaha R1 vuole dimostrare come la tecnologia ha fatto un altro salto tecnologico, questa volta rappresentato dalle due ruote”.

 




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori