Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Raduni ed Eventi
  4. REGISTRO ITALIANO LAND ROVER: La via del sale

REGISTRO ITALIANO LAND ROVER: La via del sale

Paolo Turinetti | 03 novembre 2010 18:48

REGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE

 

Il tradizoinale raduno annuale del Registro Italiano Land Rover  che si svolgeREGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE nel nord è tornato a fine estate sui percorsi delle Alpi Marittime, lungo una serie di sterrati e mulattiere nota fin di tempi passati come Via del Sale. Abbiamo partecipato alla manifestazione  nella giornata di domenica a bordo di un Defender 110 TD4 del 2009, un mezzo dalle eccezionali doti fuoristradistiche che  ha avuto qualche difficoltà solo in alcuni stretti tornanti a causa del passo lungo, decisamente meno favorevole rispetto alla compatta 90.  Il meeting point di partenza, situato nel comune di Triora (nella valle Argentina in provinciaREGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE di Imperia), ha visto confluire nel piazzale riservato alle operazioni di iscrizione un centinaio di veicoli. Come al solito erano  rappresentato un pò tutti i modelli della gamma Land Rover, compresi  alcuni storici perfettamente restaurati.  Il percorso a road book è iniziato a metà mattinata e ben presto, dopo alcuni chilometri in salita su asfalto, è iniziato lo sterrato.  Il tragitto si è snodato inizialmente all’interno di un bel bosco, per cedere quindi il passo ad un tratto che fiancheggiando inquietanti strapiombi coperti da una nebbiolina insidiosa ci ha condotti in quota. Oltrepassata la galleria Garezzo siamo ridiscesi nelREGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE vallone di Monesi.  Qui l’itinerario si è snodato con ampi tornanti sulla ex-strada militare Monesi Tenda,  entrando nella provincia di Cuneo nel parco della Comunità Montana dell’Alta Val Tanaro fin su al colle del Redentore a circa 2.100 metri di quota.  Da qui possiamo ammirare scenari maestosi sulle Alpi di rara bellezza, ulteriormente esaltati dalle ottime condizioni meteo che hanno inoltre contribuito alla buona riuscita di questa ascesa. Passati in territorio francese sempre lungo strade sterrate strettine siamo arrivati dopo una lunga discesa a La Brigue e da qui, con un breve tratto della statale del Col di Tenda,REGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE raggiungiamo l’area di  sosta enogastronomica dove è allestita una struttura polivalente nella quale siamo ben assistiti dagli amici del comune di Tende. La seconda parte del pomeriggio ha visto la lunga colonna di Land  risalire il versante est della Val des Merveilles fino all’immenso pianoro in quota sul quale si affaccia la splendida sagoma del monte Chajol a 2.293 mt.  Qua e là si intravedono resti di fortificazioni di difesa delle passate dispute di confine franco-italiane.  Oltrepassato il comune di Casterino affrontiamo l’ennesima variazioneREGISTRO ITALIANO LAND ROVER: LA VIA DEL SALE di quota percorrendo lo sterrato che ci porta a fondo valle.  Prima dell’arrivo il percorso ci riserva ancora un’ultima emozione con la traversata sull’antica carrareccia di Fontanalbe, caratterizzata da un fondo decisamente duro e sassoso; passando attraverso una magnifica pineta arriviamo infine al ristorante “Chamois d’Or” dove l’ospitalità francese ci accoglie con un ottimo pranzo che, essendo ormai già tardo pomeriggio, si trasforma anche in una merenda sinoira.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori