Siete qui:

  1. Home
  2. Crossover
  3. RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011

RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011

| 05 ottobre 2011 17:49

RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011

 

Il  lancio  della  Range  Rover  Evoque, svoltosi  a  fine  luglio  a  Liverpool, è  stato  indubbiamente  l'evento automobilistico  di  maggiore  rilievo  del  2011  per  la  grande  attesa  suscitata  sui  mercati  di  tutto  il  mondo, ed  in  particolar  modo  in  Italia  dove  già  all'inizio  dell'estate  si  registravano  circa  2.000  ordini.

 

A circa un anno dalla presentazione in anteprima mondiale, svoltasi a Londra nell'estate del 2010,RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 e dopo averla ammirata staticamente nei più importanti saloni internazionali, e toccata da vicino nel corso delle manifestazioni tenutesi a Milano nella prima metà dell'anno, la lunga attesa finalmente è finita. E la prova on&off road della nuova Range Rover Evoque (che avevamo vista sfrecciare su strada in una fugace apparizione in Sardegna, nel corso della GBE) sta per concretizzarsi quando ci imbarchiamo all'aeroporto di Malpensa per raggiungere l'aeroporto della RAF di Anglesey, capolinea di partenza della due giorni riservata alla presentazione della Range Rover Evoque alla stampa internazionale. Creata nel 1941, la RAF di Anglesey è stata la base aerea in cui la Royal Air Force ha addestrato i suoi piloti di jet da combattimento. Due squadroni di Hawk, oltre ad elicotteri Sea King e Griffin, volano regolarmente su Anglesey e Snowdonia, svolgendo un importante ruolo diRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 sostegno alla ricerca e al salvataggio. La base vanta cieli aperti, condizioni di volo svariate e una popolazione a bassa densità, fattore che assicura la minima interferenza possibile nella vita dei civili. Il Principe William è attualmente arruolato nel C Flight, 22° Squadrone della RAF Valley, dove pilota gli elicotteri Sea King del servizio di ricerca e salvataggio. È qui che il William e Catherine Middleton hanno fatto sosta dopo il loro matrimonio nel maggio scorso. Nel piazzale antistante la base è schierata una vasta flotta di Evoque, sia nelle versioni diesel (2.2 lt di ultima generazione, con potenze da 190 e 150 CV) che a benzina (equipaggiate con il nuovo 2.0 litri Si4 da 240CV, un propulsore potente e compatto, che combina l’economicità di un quattro cilindri con le prestazioni di un sei cilindri). Iniziamo il nostro test-drive con la Evoque Coupè Prestige Si4 4WD, la versione aRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 benzina al top di gamma che raggiunge una velocità massima di 217 Kmh. Usciti dall'area della base ci immergiamo nella bellezza selvaggia dell'Anglesey, un'isola estremamente pittoresca, ricca di viottoli tortuosi, con una costa spettacolare e una molteplicità di paesaggi che spaziano da vedute sul mare a sconfinate catene montuose che si perdono a vista d'occhio. Con una superficie di 720 chilometri quadrati, l’Anglesey è la maggiore isola del Galles, chiamata Ynys Môn nella lingua locale. Siamo nel Galles più caratteristico, su un'isola dove oltre la metà degli abitanti parla, legge e scrive in gallese, oltre che in inglese. Anglesey è collegata all’entroterra del Galles dal ponte sospeso di Menai Bridge, progettato da Thomas Telford, figlio di un pastore scozzese. Completato nel 1826, dopo sette anni di lavoro, il ponte attraversa i torrenti insidiosi dello Stretto di Menai, comeRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 l'altrettanto famoso Britannia Bridge, aperto nel 1850. Le attrazioni dell’isola includono il Llynnon Mill a Holyhead, l’unico mulino a vento funzionante del Galles, e le merlature del Castello di Beaumaris, costruito da Edoardo I intorno al 1296. Noto come il castello dalla progettazione perfetta, questo capolavoro non fu mai terminato in quanto il re aveva esaurito i fondi. La scelta di questa location da parte della Land Rover non è stata casuale. Oltre alla vicinanza di Liverpool, nelle cui vicinanze si trovano gli stabilimenti di Halewood dove viene costruita la Evoque, c'è un'altra ragione particolare ad aver motivato la scelta. La prima Land Rover mai costruita infatti, venne progettata a Red Wharf Bay, Anglesey, nell'estate del 1947. Maurice Wilks (Capo Designer e successivamente Presidente della Rover) e suo fratello Spencer, determinati a creare un nuovo tipo di veicolo in grado di far prosperareRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 le fattorie dei Wilks nella vicina Newborough, invitarono ad Anglesey un team di ingegneri. Maurice disegnò uno schizzo sulla sabbia spiegando cosa aveva in mente. Poco tempo dopo, i fratelli collaudavano proprio qui il prototipo della prima Land Rover, che verrà presentata ufficialmente al Motor Show di Amsterdam il 30 aprile del 1948. Il nostro viaggio ha inizio con una breve trasferta stradale nel corso della quale abbiamo modo di apprezzare la straordinaria elasticità del motore della Si4 e della generosa scorta di cavalli disponibili, che assicura prestazioni brillanti e una guida estremamente dinamica in ogni occasione, grazie anche alle buone doti di ripresa che consentono a questa versione di accelerare da 0 a 100 Kmh in 7,6 secondi. La prima tappa per un assaggio preliminare di guida in fuoristrada ci porta al tranquillo villaggio di campagna di Brynteg, situato a pocheRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 miglia dalle spiagge di Benllech Bay. Nel dintorni immersi nella campagna gallese gli istruttori dal Land Rover Experience hanno allestito una serie di percorsi off-road che si snoda all'interno degli angoli più suggestivi e isolati della Costa Orientale, come quello di Plas Newydd, antica dimora del Marchese di Anglesey le cui origini risalgono al regno di Enrico VIII. Lungo il percorso, oltrepassato il tratto che costeggia per alcuni chilometri il tracciato della pipeline, si aprono diversi balconi panoramici affacciati sul mare, con vedute spettacolari che si estendono dallo stretto di Menai a Snowdonia, un'altra zona particolarmente interessante dal punto di vista naturalistico. L'area di Snowdonia (o Eryri com’è chiamata in gallese) trae il proprio nome dal Monte Snowdon, il picco più alto del Galles (1.085 mt), e ospita svariate tipologie di vegetazione tra le quali un arboreto australiano,RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 un terrazzo estivo all’italiana e numerosi sentieri boschivi. All'interno del suo comprensorio, divenuto parco nazionale, vivono circa 26.000 abitanti e ogni anno sono oltre 6 milioni i visitatori attratti dalle bellezze del paesaggio e dalle peculiarità floro-faunistiche che costellano gli oltre 2.200 chilometri quadrati che formano il suo territorio. Nell'intera area è possibile inoltre praticare una moltitudine di attività all’aperto, dalle scalate al canoismo, dalle camminate in collina alla guida su strada e in fuoristrada attraverso percorsi intricati che offrono un ampio ventaglio di situazioni di tecnica di guida. La nostra Range Rover Evoque avanza con estrema disinvoltura anche nei passaggi più impegnativi, grazie alla sua gamma di tecnologie avanzate idonee a qualsiasi tipo di superficie e terreno che consentono di affrontare in maniera eccellente ogni condizione di guida. A cominciareRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 dal sistema di trazione integrale permanente intelligente Land Rover, di serie su tutta la gamma, che fornisce prestazioni e trazione eccezionali su tutte le superfici, nonché sofisticati sistemi di trazione e stabilità. Ciascuna delle quattro impostazioni del Terrain Response ottimizza le regolazioni del motore, della trasmissione, del giunto centrale, dei sistemi di trazione e del servosterzo, per garantire la risposta ideale alle condizioni del terreno, migliorando la trazione, le capacità del veicolo su strada e in fuoristrada, il feedback per il guidatore e la sicurezza. Determinante si rivela inoltre la presenza del Controllo Dinamico della Stabilità (DSC) che, in condizioni di scarsa aderenza, limita la portata dell’imbardata consentita al veicolo, e interviene mantenendone la stabilità e riportandolo sulla traiettoria impostata dal pilota. Discorso analogo per il Controllo Elettronico della Trazione (ETC), cheRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 aumenta al massimo l’aderenza al terreno in fase di accelerazione, ottimizzando la trazione su qualsiasi tipo di superficie e minimizzando ulteriormente la possibilità che la vettura devii dalla traiettoria voluta. Migliorato anche la già affermata tecnologia del Sistema di Controllo della velocità in discesa (HDC) che sulla Evoque fornisce un aggiornamento che legge i livelli di pendenza della strada in maniera continua e regola di conseguenza la pressione del freno, limitando la velocità in discesa ad un livello selezionabile dal conducente e mantenendo una guida scorrevole e sicura. Nelle partenze lungo discese ripide svolge un ruolo fondamentale anche il sistema Gradient Release Control (GRC) che rilascia progressivamente i freni, analogamente al dispositivo di Assistenza alla Partenza in salita (Hill Start Assist) che mantiene frenato il veicolo il tempo necessario per una corretta partenza in salita; se il veicolo inizia ad indietreggiare, la velocità viene limitata, consentendo al conducente di frenare e ripartire. Un altro punto saliente della dinamica della Evoque è il Controllo della Stabilità in Rollio (RSC), che impiega sensori giroscopici e algoritmiRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 di rilevamento del carico per anticipare le possibili situazioni di rovesciamento, applicando anche, ove necessario, l’adeguata forza frenante alle ruote esterne. Particolare attenzione è stata inoltre dedicata alla precisione ed agilità dello sterzo alle basse velocità, per assicurare una guida scattante e divertente. Alle caratteristiche di agilità dell’Evoque sui percorsi in fuoristrada contribuiscono, oltre alla notevole altezza da terra e agli angoli di attacco e uscita ottimali dell’Evoque, la leggerezza, la compattezza e il basso centro di gravità. I tecnici della Land Rover hanno ottimizzato la rigidità dei sistemi del telaio e la struttura della scocca, e hanno accuratamente messo a punto le componenti delle sospensioni indipendenti, per creare una fusione perfetta di agilità e comfort di marcia. A rendere le prestazioni in fuoristrada dell'Evoque simili a quelle di una vera RangeRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 Rover contribuisce in maniera significativa anche il servosterzo elettronico a rapporto variabile e proporzionale alla velocità, combinato con una geometria delle sospensioni progettata per avvantaggiarsi al meglio del basso centro di gravità del veicolo, che contribuisce alla straordinaria precisione e alla prontezza di guida dell’Evoque anche alle basse velocità. Da segnalare inoltre l'elevato comfort di marcia in fuoristrada evidenziato dalla nostra Range Rover Evoque Si4 4WD, equipaggiata con il sistema Adaptive Dynamics sviluppato per massimizzare la scorrevolezza di guida. Avvalendosi della tecnologia MagneRide, questo sistema legge e risponde agli input mille volte al secondo, regolando opportunamente le impostazioni di ammortizzazione. Gli ammortizzatori di terza generazione MagneRide impiegano uno speciale fluido che contiene particelle metalliche.RANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 Quando questo fluido è soggetto ad un campo magnetico diventa più viscoso, incrementando l’effetto ammortizzante. Questo migliora il controllo e riduce al minimo il rollio della scocca, per fornire un mix equilibrato tra maneggevolezza, agilità e guida docile e controllata. Usciti dal parco nazionale di Snowdonia ci dirigiamo verso il passo di Llanberis, attraversando una vallata formata da laghi gemelli che hanno aperto un passaggio attraverso le catene montuose del massiccio del Glyderau e dello Snowdon. Contornato da entrambi i lati da falesie e scogliere, questo sito ha ospitato numerose cave di ardesia. Frequentato ancora oggi come eccellente palestra di scalate d’importanza mondiale, ha svolto in passato un ruolo importante nell'ambito delle più importanti imprese himalayane entrate a far parte della storia della storia dell'alpinismo, come nel caso della spedizioneRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 britannica sull’Everest del 1953, i cui componenti si sono addestrati proprio in quest’area. Tornati nuovamente sull'asfalto siamo ormai alle porte di Liverpool, dove arriviamo poco prima del tramonto in perfetto orario per la cerimonia all'interno della splendida Cattedrale. Costruita agli inizi del secolo scorso in stile neogotico, è la più grande cattedrale anglicana del Regno Unito e del mondo (quinta se si considerano le cattedrali delle altre confessioni cristiane) e rappresenta una delle maggiori attrattive turistiche della città. Fondata nel 1207 come circoscrizione, Liverpool ottiene lo status di città nel 1880 (dopo l'esplosione demografica a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo) e rappresenta oggi (è la quarta città più grande del Regno Unito) un centro culturale e commerciale di grande importanza. Grazie alla sua posizione strategica il suo porto è divenuto uno dei fulcri del commercioRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 mondiale: entro l’inizio del XIX secolo, il 40% del commercio mondiale passava attraverso le banchine di Liverpool. La città è stata anche l’ultima parte dell’Europa vista da nove milioni di emigranti salpati da Liverpool tra il 1830 e il 1930 alla volta delle Americhe, dell’Australia e della Nuova Zelanda. Oggi, la città vanta un patrimonio musicale di classe mondiale, con i Beatles e un flusso costante di Mersey Beat e band attuali che contribuiscono a rendere la città un centro turistico di fama internazionale. Con il Fiume Mersey che sfocia nel Mare d’Irlanda, Liverpool è stato anche un importante crocevia di passaggio verso l’Atlantico: Il porto ha svolto un ruolo trainante nella Rivoluzione Industriale come centro di costruzione navale, manifatturiero e di commercio marittimo. Eletta “Città Europea della Cultura 2008”, Liverpool vanta più musei e gallerie di qualsiasi altro luogo nel RegnoRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 Unito (eccetto Londra), ospita due delle principali squadre di calcio del mondo e ha due maestose cattedrali. Ed è proprio nella Cattedrale di Liverpool, nel corso della cerimonia ufficiale di benvenuto, che troviamo una struttura wireframe a grandezza naturale della Range Rover Evoque, collocata in fondo alla navata centrale sulla sommità di un piedistallo allestito alla base delle gigantesche vetrate a mosaico, le cui tonalità cromatiche sono ancora ben evidenziate dagli ultimi raggi di luce che penetrano dall'esterno. Al mattino successivo è in programma un test di prova su strada, non particolarmente lungo, che porta la carovana di Evoque alla JLR Factory di Halewood, un sobborgo di Liverpool distante una dozzina di chilometri dalla città. E' qui, nel modernissimo e premiato stabilimento di Halewood (dove sono stati creati 1.500 nuovi posti di lavoro) che prende vita la RangeRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 Rover Evoque. La grande flessibilità di questo stabilimento consente configurazioni in grado di soddisfare esigenze di produzione riconducibili a diversi tipi di carrozzeria con varie opzioni di motorizzazioni, trasmissioni, allestimenti e personalizzazioni. La struttura consente inoltre di realizzare e lanciare simultaneamente modelli diversissimi, come l’Evoque in versione coupé a tre porte e in versione SUV a cinque porte. La realizzazione dell’Evoque nello stabilimento di Halewood ha comportato il trasferimento in loco di tutte le competenze (nella produzione di scocche e telai, nelle tecnologie del fuoristrada e dei veicoli 4x4) maturate dalla Range Rover in 40 anni di attività. Il patrimonio di tutte le conoscenze e le competenze della Range Rover, unitamente allo sviluppo di nuove tecnologie e capacità, garantiscono all’Evoque la raffinatezza, le prestazioni e la capacità di soddisfareRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 appieno le esigenze della clientela, su ogni tipo di percorso ed in qualsiasi condizione atmosferica, qualità da sempre orgoglio del marchio Range Rover. Nell'ampio salone situato all'ingresso della JLR Halewood Manufactoring Plant, a lato dello shopping center, è ancora esposta la famosa “numero uno”, la prima Range Rover Evoque uscita dalla catene di montaggio il 4 luglio scorso. Si tratta di un modello Dynamic bianco a cinque porte che, com'è ormai tradizione con la nuova linea di prodotti JLR, sarà donato al Motor Heritage di Gaydon dove andrà ad affiancare gli altri modelli storici della Land Rover. Prima di lasciare Halewood ci concediamo anche un veloce “factory tour”, a bordo degli speciali shuttle Defender (7 porte, 12 posti) allestiti dalla divisione “Special Vehicles” per visitare le varie sezioni dell'impianto. Rientrati a Liverpool ci dirigiamo verso il Wapping Tunnel perRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 effettuare un singolare quanto affascinante percorso off-road all'interno di una galleria chiusa al traffico. Il Wapping Tunnel è stato uno dei primi tunnel al mondo ad essere scavato sotto una città. Si estende da Edge Hill fino al porto e fu costruito su una superficie ripida, con pendenze molto accentuata in corrispondenza dei punti di entrata e uscita; venne aperto nel 1830 per consentire il passaggio di merci e servizi tra il porto di Liverpool e Manchester. È lungo 2.300 metri ed è costellato da torri di ventilazione caratteristiche ed imponenti. Il tunnel venne chiuso nel 1972 ma l’entrata di Edge Hill è ancora aperta e visibile. Aperto appositamente per la presentazione internazionale dell'Evoque, è uno di quei percorsi che, pur non presentando particolari difficoltà dal punto di vista fuoristradistico (ad eccezione del tratto finale, sempre allagato) offre indubbiamente forti emozioni per le sueRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 particolari caratteristiche. A cominciare dall'assenza di qualsiasi tipo di pavimentazione e dal buio assoluto che regna all'interno una volta allontanati dall'entrata. Lungo il percorso troviamo solo alcuni istruttori del LRE, a bordo di quad, che vigilano sul tranquillo svolgimento della traversata. Poco prima dell'uscita troviamo una enorme pozza d'acqua che ben presto si trasforma in un guado abbastanza profondo che, nel giro di pochi metri, costringe l'Evoque ad avanzare quasi con il cofano sommerso. Mantenendo una velocità costante, e priva di brusche variazioni, si riesce comunque a creare un'onda contenuta davanti al veicolo fino a quando, premendo un pò più a fondo sull'acceleratore, sentiamo che le ruote anteriori hanno iniziato a mordere il fondo della rampa di uscita. Sbucati in superficie puntiamo il navigatore verso la zona del porto, situata al centro del ricco panoramaRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 architettonico e industriale di Liverpool. Insieme con altre cinque zone della città, il porto è stato nominato Patrimonio Mondiale nel 2004 e ospita attrazioni culturali e storiche d'importanza mondiale, inclusa la Tate Liverpool e il Merseyside Maritime Museum. Il porto di Liverpool (inaugurato nel 1846 dal Principe Alberto), è stato inoltre il primo sistema di magazzini chiusi non infiammabili al mondo, e la prima struttura in Gran Bretagna ad essere costruita interamente in ghisa, mattoni e pietra; dopo essere stato chiuso nel 1972, fu rimesso a nuovo e riaperto nel 1988. Uno dei moli più famosi è quello dei Dukes Dock, aperto nel 1773, gestito dalla British Waterways e situato in un bacino con una profondità media di 6 metri; sulle banchine si trovano anche un luna-park e alcune strutture per intrattenere i numerosi turisti che si aggirano nella zona. Ed è in questo scenario cheRANGE ROVER EVOQUE: Liverpool Experience 2011 affrontiamo il “Dukes Dock Off-Road”, l'ultimo test-drive inserito nell'ambito delle prove della presentazione internazionale della Range Rover Evoque. Il team del Land Rover Experience ha allestito per l'occasione una particolare pedana subacquea all'interno di un canale dei Dukes Dock, collocata a circa 30 centimetri al di sotto della superficie dell'acqua. Il tragitto da percorrere è molto breve, e rettilineo, e non presenta particolari difficoltà, ma l'effetto scenico è notevole. Soprattutto osservando il transito del veicolo dall'alto, si ha l'impressione che la Evoque “navighi” sulla superficie del mare. Quasi muovendosi idealmente verso quei 170 paesi nei quali verrà commercializzata nei prossimi mesi.




Commenti

Inviato da Gerardo il 03 luglio 2012 20:49

Bellissima macchina l'Evoque. Io l'ho ordinata il 2 gennaio 2012 ma fino ad oggi nessuna notizia, spero tanto che arrivi presto..... Chi sa quando arriva... Voi gentilmente mi sapreste dare notizia...
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori