Siete qui:

  1. Home
  2. AttualitÓ
  3. Quad & ATV
  4. POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4

POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4

| 07 gennaio 2010 00:51

POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4

 

IL QUAD SI TRASFORMA IN FUORISTRADA

 

Divertente e brillante grazie al suo motore bicilindrico a quattro tempi, alla trazione integrale e al telaio in acciaio a tubi quadri,POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4 il "Ranger Razor RZR 800 EFI E 4x4", ultimo nato in casa Polaris, ha conquistato tutti. Anche un campione del mondo rally come Miki Biasion, collaudatore d'eccezione per questo "side by side" made in Usa. Con la collaborazione di Ermes Bassi, ex pilota di moto ed oggi titolare del Basercross, uno dei più prestigiosi rivenditori del marchio Polaris in Italia, il due volte campione del mondo rally si e' messo alla guida della jeep americana per metterne alla prova motore ed assetto sui percorsi off road della celebre Cento Miglia. "L'RZR e' sorprendentemente grintoso e divertente da guidare - commenta Biasion - POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4soprattutto con la trazione posteriore. L'assetto rigido ne rivela subito la verve più corsaiola senza sminuirne il confort davvero eccezionale. Passando dalle due alle quattro ruote motrici non subentra sottosterzo, l'inserimento in curva rimane perfetto e anche con la trazione integrale inserita si guida in derapata con un ottimo controllo". E ad un collaudatore d'eccezione come il miglior rallista italiano di tutti i tempi non potevano sfuggire le differenze tra un atv e questa jeep: "Quando guidi un quad in una situazione impegnativa come in un tornante molto stretto con una ruota in aderenza e una sospesa, il volante diventa piuttosto rigido e ci vuole una certa forza per poter sterzare e fare manovre. L'RZR invece sembra quasi servoassistito grazie POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4probabilmente ad un bel rapporto nella cremagliera nella scatola dello sterzo che ti permette di non sentire tensioni e contraccolpi sul volante". Ultimo nato in casa Polaris, azienda americana leader mondiale nella produzione di quad, moto d'acqua e motoslitte, l'RZR mostra tutta la sua grinta non appena lo si mette in moto. "Ha un'ottima accelerazione ed e' davvero frizzante con i suoi 60 cavalli. Il motore e' grintoso e va su di giri sino a quando subentra il variatore a gestirne la trazione che non manca di certo. Ha un buono spunto e allunga bene mantenendo sempre un confort davvero invidiabile grazie al sedile avvolgente. Da pilota, per un uso più sportivo adotterei delle cinture a quattro punti più sicure rispetto a quelle omologate". Sui percorsi off road di Reggio Emilia, POLARIS RANGER RAZOR RZR 800 4x4tra guadi e sterrati, Biasion non ha esitato a mettere alla prova motore e assetto della piccola jeep americana dimostrando ancora una volta una classe eccezionale. Grazie alla coppia motrice del bicilindrico e all'angolo di attacco da trial, l'RZR 800 si e' arrampicato davvero ovunque rivelando grinta e natura off road nel fuoristrada più impegnativo. Cambio automatico con ridotte e retromarcia, trazione integrale "on demand", sospensioni indipendenti, quattro freni a disco, motore trasversale a ridosso del ponte posteriore e roll bar in acciaio a proteggere l'abitacolo di questo "side by side" fra i più originali al mondo. A completare l'RZR guidato da Biasion, e preparato dal Basercross, distanziali posteriori e anteriori per allargarne la carreggiata e scarico racing per renderlo ancora più grintoso. Stiloso, emozionante e dal cuore sportivo. "Provare per credere". Parola di un campione del mondo.

 

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori