Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Club 4x4
  4. MALAYSIA DREAMIN': RAINFOREST 2010

MALAYSIA DREAMIN': RAINFOREST 2010

| 14 aprile 2010 17:19

SELEZIONI RAINFOREST CHALLENGE 2010

 

Sognando la Malesia e la sua foresta pluviale. Chi vinceva le selezioni italiane del "Rainforest Challenge 2010", la SELEZIONI RAINFOREST CHALLENGE 2010massacrante gara che si terrà a fine anno in Malesia, aveva in premio 2.500 dollari per potervi partecipare. Così, per tre giorni dal 9 all'11 aprile, si sono dati battaglia immersi nel fango fino alla cinta dei pantaloni, si sono arrampicati con il loro 4x4 su ripidi pendii e per farlo hanno dovuto usare i verricelli. Alla fine, stanchi, quasi stremati, 25 equipaggi sono riusciti nella difficile impresa di concludere la gara svoltasi a Gradisca d'Isonzo (patria del 4x4 con il mitico raduno di dicembre inserito nel guinness dei primati) alla quale era presente l'organizzatore malese Luis J.A Wee. Si erano presentati alla partenza 32 equipaggi, alcuni dei quali provenienti dall'estero: SELEZIONI RAINFOREST CHALLENGE 2010Francia, Austria e Slovenija avevano in campo i loro specialisti di "extreme 4x4". Ventisette sono state le prove che componevano questa impegnativa gara dove le valutazioni non scaturivano dalle prestazioni velocistiche, ma dall'abilità del pilota e del navigatore nell'affrontare percorsi al limite della praticabilità. Alla fine delle tre giornate, molta gioia e mega assegno per i vincitori delle due categorie in cui erano divisi i mezzi: preparati e prototipi. Nella prima ha vinto l'equipaggio friulano del GFI Alpe Adria composto da Marco Zanuttini (pilota) e Ivaldi Calligaris (navigatore) che correvano con una SELEZIONI RAINFOREST CHALLENGE 2010Nissan interamente preparata e modificata da loro stessi. Secondo l'equpaggio veneto Marchiori-Casarini, mentre al terzo posto si sono classificati i lombardi Bono-Tavani che hanno preceduto gli austriaci Schellander-Shoffmann. Nella categoria "prototipi" la vittoria è andata ai parmensi Acerni-Bondi che hanno preceduto i toscani Spighi-Caldini, già più volte vincitori in passato delle selezioni. Terzo l'equipaggio triestino Rivolti-Andrea davanti ai lombardi Nano-Pagani (primi lo scorso anno) e agli isontini Del Fabbro-Sordoni. La manifestazione è stata organizzata dalla Sezione Sant'Andrea del GFI Alpe Adria.

 



Commenti

Inviato da Carlo Privitera il 26 maggio 2010 10:38
Sperando che stavolta sia quella buona per inaspettato buon introito economico tale da comprare un 4WD, vi scrivo riguardo al Rainforest Challenge e simili vedendo il breve articolo sopra. Vorrei sapere come si può avere il regolamento completo di partecipazione alle prossime selezioni del 2011, il regolamento ufficiale del Challenge (attrezzatura, scorta viveri, ricambi a bordo, etc), oltre ovviamente al fango e al caldo asfissiante, e quali sono le principali difficoltà a cui bisogna allenarsi nella guida. Io ne conosco alcune in sintesi grazie a due video che parlano dell edizione 2003 e del Sumatra Challenge. Grazie in anticipo per la collaborazione.


Rispondiamo al lettore che chiede notizie e regolamenti sul Rainforest; innanzi tutto la manifestazione viene svolta ogni anno con un regolamento simile a quello qui sotto riportato; ci possono essere delle leggere modifiche di anno in anno finalizzate al miglioramento della manifestazione soprattutto in considerazione della ricerca di una sempre maggiore sicurezza. Le selezioni vengono svolte a Gradisca d’isonzo (GO) nel periodo primaverile, solitamente durante il mese di aprile e le condizioni climatiche sono favorevoli anche a chi deve rimanere in acqua per diversi minuti durante le prove; certamente sono ben diverse da quelle che troveranno i partecipanti che affronteranno la gara in Malesia dove, complici i monsoni ed il clima caldo-umido, le difficoltà di adattamento all’ambiente sono ben maggiori. Le selezioni di Gradisca sono molto impegnative ma non impossibili perché è questo che chiede la maggior parte dei partecipanti. Poi i migliori emergono ugualmente ma anche chi si classifica nelle retrovie ha comunque svolto tre giorni di “off-road memorabile”.


REGOLAMENTO GENERALE

1- Modalità di partecipazione
La manifestazione è aperta a tutti gli autoveicoli 4x4 di peso inferiore a 3,5t. regolarmente targati ed assicurati.
La manifestazione si terrà a Gradisca d’Isonzo (GO) il 9-10-11 aprile 2010.
La partecipazione alla manifestazione prevede una iscrizione.
I piloti ed i co-piloti devono essere maggiorenni.
I piloti devono essere muniti di patente di guida tipo B in corso di validità.
Nel caso di scambio tra pilota e co-pilota anche quest’ultimo deve essere munito di patente di guida tipo B in corso di validità.
I piloti ed i navigatori devono essere muniti di tessera UISP tipo B1 in corso di validità.

2- Il veicolo
E’ fatto obbligo apporre in modo visibile sul veicolo l’adesivo che identifica il partecipante e gli sponsor della manifestazione.

3- Norme di sicurezza
I piloti ed i navigatori dovranno possedere un casco protettivo omologato (tipo quello da moto o auto).

4- Dotazioni del veicolo
Tutti i veicoli dovranno essere equipaggiati almeno con:
01 strop da minimo m.6, t.3,25 omologata.
01 strop da m.2 a m.4, t. 3,25 omologata.
01 taglia di rinvio omologata.
01 binda.
02 grilli da minimo t. 3,25.
02 paia di guanti da lavoro in pelle (tipo misto fiore o tutto fiore).
01 telo di materiale plastico di almeno 100X100cm.
Tutti i veicoli dovranno predisporre un sistema di aspirazione a non meno di 130 cm. da terra.
E’ consigliata l’ancora da terra.
E’ consigliato lo snorkel.
Sono consigliati ricambi personali
E’ consigliato tenere in macchina viveri e acqua.

5- Organizzazione
E’ composta da tutto il personale scelto dal comitato organizzativo e sarà identificabile con un vestiario tale da renderlo riconoscibile.
Ha funzioni di servizio relative allo svolgimento della manifestazione.
All’interno del personale dell’organizzazione verrà scelto il personale della commissione tecnica.
La commissione tecnica si compone di: direttore di gara, commissari di gara, commissari di prova e responsabili di prova, dei parcheggi e del parco chiuso.
La commissione tecnica è preposta a giudicare la corretta messa in atto del regolamento.
La commissione tecnica può squalificare un partecipante o un veicolo non rispettante il regolamento o le norme di sicurezza.
La commissione tecnica può squalificare un veicolo che possa provocare pericolo all’equipaggio stesso, a terzi o a cose.
La commissione tecnica, nella figura del direttore di gara, può fare sospendere la manifestazione in qualsiasi momento senza darne alcun preavviso.
La commissione tecnica, nella figura del direttore di gara, può sospendere le prove, modificare i percorsi e modificare il regolamento in qualsiasi momento.
La figura del direttore di gara è ricoperta da Plesnicar Ales, il quale sarà sostituito da altra persona organizzatrice durante lo svolgimento della gara. Tale nomina sarà compito del comitato organizzatore.

6- Assistenza tecnica
E’ composta da personale e attrezzature necessarie al recupero dei veicoli in avaria durante le prove.
Provvederà a recuperare il veicolo in avaria, togliendolo dal percorso di gara, per far riprendere la stessa il prima possibile.
In caso di necessità, l’assistenza tecnica provvederà al traino del veicolo fino al parcheggio e/o al parco chiuso, compatibilmente con i tempi organizzativi.
In caso di recupero di un veicolo in avaria, l'assistenza tecnica e l'organizzazione declinano ogni responsabilità per eventuali danni al veicolo.
Nella prova trasferimento l’organizzazione non fornirà alcuna assistenza, qualora qualche veicolo che necessiti di aiuto dovrete provvedere ad sgomberare il percorso e proseguire il trasferimento.

7- Assicurazione
La manifestazione sarà assicurata dalla UISP.
I partecipanti dovranno sottoscrivere una lettera liberatoria, dove il G.F.I. Alpe Adria Off Road Sez. Sant’Andrea ed il Comitato organizzatore declinano ogni responsabilità per eventuali incidenti che possano arrecare danno a cose o persone prima, durante e dopo lo svolgimento dell’intera manifestazione.

8- Iscrizioni
Il costo per l’iscrizione di un veicolo ed equipaggio, composto da pilota e navigatore, è di Euro 300.00.
L'equipaggio è tenuto a indicare all'atto dell'iscrizione in quale categoria parteciperà il veicolo.


L'organizzazione, nella figura del direttore di gara, può sostituire equipaggi iscritti e successivamente ritirati con altri, anche oltre il termine delle iscrizioni.
L'organizzazione, nella figura del direttore di gara, può rifiutare una iscrizione senza darne alcuna motivazione.

9- Fasi preparatorie
I veicoli e l’equipaggio saranno soggetti a verifica sui requisiti richiesti negli articoli precedenti.
Il personale addetto alle verifiche sarà scelto dall’organizzazione.
Le verifiche si effettueranno all’interno del parco chiuso principale, venerdì 9 aprile
In caso di ritardo per le verifiche e con comunicazione telefonica all’organizzazione i veicoli verificati in ritardo partiranno per ultimi alle prove a loro assegnate.
A insindacabile giudizio dell’organizzazione, i veicoli potranno essere verificati anche durante le prove.

10- Comportamento
Tutti i partecipanti e rispettivi staff tecnici dovranno mantenere un comportamento rispettoso verso il territorio, la cittadinanza e l’organizzazione.
In particolare modo è vietato offendere e/o insultare altri partecipanti, il pubblico e l’organizzazione.
Al di fuori delle prove il veicolo deve essere condotto con particolare attenzione, evitando qualsiasi manovra pericolosa o inutili rumori e/o emissioni inquinanti.

11- Squalifica dalla manifestazione
Qualora i partecipanti vengano meno a uno o più dei sopra citati articoli verranno squalificati dalla manifestazione, perdendo la quota di iscrizione.
Durante gli trasferimenti da una prova all’altra bisognerà tenere una velocità sicura e moderata in quanto ci sarà la presenza di persone e mezzi o altri sul trasferimento, pena squalifica dalla manifestazione.
E’ obbligatorio durante il trasferimento se qualche veicolo è coinvolto in un incidente fornire il primo soccorso in caso contrario pena squalifica dalla manifestazione.

Tiziano Godeas
GFI Alpe Adria Off-Road
Presidente
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori