Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Raduni ed Eventi
  4. LAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010

LAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010

| 01 agosto 2010 18:28

LAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010


La tradizionale spedizione annuale della Land Rover Italia si è svolta quest'anno nell'esotico scenario della Tunisia, tra Cartagine e la penisola di Capo Bon, e ha rappresentato  l'occasione  per  festeggiare  il  40°  anniversario  della  Range  Rover.


Aria di festa per l'edizione 2010 della LAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010Global Brand Expedition, la manifestazione organizzata dal 2001 dalla Land Rover Italia per celebrare i valori del brand e fare il punto sull'andamento del mercato e delle vendite. Quest'anno infatti la carovana dei fuoristrada di Solihull si è mossa all'insegna delle celebrazioni per i 40 anni della Range Rover, il cui anniversario ricorreva il 17 giugno. Oltre all'ammiraglia della Land Rover, presente sul campo con un'amplia flotta di esemplari, la carovana della GBE era formata anche da alcuni Discovery 4 e da due veicoli di assistenza tra cui non poteva mancare un infaticabile Defender munito diLAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010 verricello, rivelatosi provvidenziale per tirare fuori dalla sabbia i veicoli bloccati nel corso delle escursioni off-road. Meta della spedizione è stata la Tunisia, nei pressi della zona a cavallo tra Cartagine e Sidi bou Said, il piccolo borgo arabo in stile andaluso sorto sulle rovine di un antico villaggio fondato dai cartaginesi. Da qui la carovana ha raggiunto gli angoli più singolari della frastagliata penisola di Capo Bon, provando le emozioni più intense della guida in fuoristrada e della traversata di alcune immense dune di sabbia a due passi dal mare. Parcheggiate le auto sulla spiaggia, tutti i componenti della spedizione si sono trasferiti aLAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010 bordo di un grande catamarano per raggiungere uno degli angoli più suggestivi della costa dove, sotto una tradizionale tenda araba, era allestito un barbecue in grande stile, completo di aperitivo a base di champagne e ricci di mare. Un'atmosfera allegra e in perfetta sintonia con i risultati di vendita (sia globali che sul mercato italiano) registrati dalla Land Rover nei primi cinque mesi dell'anno. Le vendite globali in tutto il mondo nel periodo gennaio/maggio sono state infatti 76.897, contro le 56.316 dello stesso periodo dello scorso anno, con un incremento del 36.5% rispetto al 2009. Sul mercato nazionale la Land Rover ItaliaLAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010 ha immatricolato nei primi cinque mesi dell'anno 5.707 unità (5.032 nello scorso anno), registrando una crescita del 13.4%. Il trend positivo dell'Azienda di Solihull, in netta controtendenza con le attuali situazioni di mercato, è dovuto essenzialmente al momento positivo scaturito dagli investimenti massicci effettuati nella gamma 2010, con relativi miglioramenti nell'ambito del design, delle motorizzazioni, della trasmissione e della tecnologia. Questo ha comportato un aumento della domanda per sette mesi consecutivi, con interessanti risvolti anche per l'occupazione. Circa 300 nuovi posti di lavoro sono stati creati nello stabilimento di Solihull per supportare l'incremento della domanda, mentre altri 1.000 posti di lavoro sono in fase di allestimento aLAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010 Halewood per supportare la produzione della nuova piccola Range Rover Evoque. Una produzione che si basa su tre pilastri fondamentali, rappresentati dallo storico British Heritage, dall'Azionista Indiano che due anni fa ha rilevato l'Azienda, e dal Top Management Tedesco. Nel febbraio 2010 infatti si è attuata una vera e propria rivoluzione nel top management della Tata, con l'insediamento di Carl Peter Forster (ex-numero uno di Opel Europa) divenuto CEO Tata Motors Ltd a livello globale (incluso Jaguar e Land Rover) e Ralph Speth (ventidue anni di esperienza nell'industria automobilistica europea in BMW e nel PAG di Ford) che ha assunto l'incarico di CEO Jaguar e Land Rover. Diverse le sfide che il nuovo management Jaguar Land Rover dovràLAND ROVER: GLOBAL BRAND EXPEDITION 2010 fronteggiare nel corso della strategia a medio termine, tra cui figurano la gestione di 2 brand forti ai quali (come lasciano ipotizzare alcune indiscrezioni) potrebbe aggiungersi anche un terzo brand. Per quanto riguarda il prodotto, le linee guida sono riassumibili in quattro punti essenziali rappresentati dalla razionalizzazione delle piattaforme, dall'introduzione di nuovi prodotti come la Range Rover Evoque e la Icon (il nuovo Defender in arrivo tra qualche anno), dal rinnovo delle linee di prodotto esistenti (tra cui Range Rover e Range Rover Sport) e dalla produzione di motori eco-sostenibili. L'ultima sfida riguarda la produzione, con la riduzione a 2 impianti in Inghilterra invece di 3, e l'assemblaggio in Cina e in India. La ciliegina sulla torta dei 40 anni della Range Rover è stata infine la notizia che la Land Rover, sulla scia della gloriosa storia ricca di successi e innovazioni della sua ammiraglia, annuncerà a breve la produzione della 1.000.000ma unità.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori