Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Aziende
  4. ŠKODA AUTO: la carica dei 100.000 iV

ŠKODA AUTO: la carica dei 100.000 iV

| 31 agosto 2021 16:45

ŠKODA AUTO: la carica dei 100.000 iV

L’esemplare del giubileo, un ENYAQ iV è stato prodotto a Mladá Boleslav - La produzione in serie della gamma iV è iniziata nel settembre 2019 a Kvasiny - 35.000 esemplari iV sono stati consegnati ai clienti nel corso del 2020 - Entro il 2030 la gamma iV includerà tre ulteriori modelli completamente elettrici - Entro il 2030, tra il 50 e il 70% delle ŠKODA vendute in Europa sarà elettrificato.

Il veicolo elettrificato numero 100.000 della gamma ŠKODA iV, un ENYAQ iV (primo SUV 100% del Brand) è stato prodotto presso lo stabilimento principale di ŠKODA AUTO. Il Costruttore boemo ha dato vita al brand ‘iV’ per identificare i modelli parzialmente o completamente elettrificati. Attualmente, ŠKODA AUTO produce tre modelli iV: le ibride plug-in ŠKODA SUPERB iV e ŠKODA OCTAVIA iV e il SUV elettrico ŠKODA ENYAQ iV. Entro il 2030 ŠKODA lancerà almeno altri tre modelli completamente elettrici.

In meno di due anni abbiamo prodotto 100.000 esemplari iV", ha dichiarato Michael Oeljeklaus, Membro del Board di ŠKODA AUTO per Produzione e Logistica, "un perfetto inizio per la nostra campagna di mobilità elettrica. Vorrei ringraziare tutto il nostro team per aver saputo lavorare a questo ritmo e con uno standard qualitativo così alto. Ora corriamo verso il futuro a massima velocità, ENYAQ iV e le nostre due ibride plug-in sono soltanto l’inizio”.

Entro il 2030, ŠKODA espanderà la gamma con almeno altri tre modelli completamente elettrici, che si posizioneranno sotto ENYAQ iV in termini di prezzo e dimensioni. In base agli sviluppi del mercato, l’obiettivo del Brand è che i veicoli elettrificati arrivino a pesare tra il 50% e il 70% del venduto in Europa.
ŠKODA AUTO è entrata nel mercato della mobilità elettrica nel settembre 2019, con la produzione della sua prima ibrida plug-in SUPERB iV e della citycar CITIGOe iV. Successivamente, nel settembre 2020, il costruttore boemo ha compiuto il più grande passo avanti nell’implementazione della strategia di mobilità elettrica presentando ENYAQ iV, il suo primo SUV completamente elettrico, sviluppato sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen.
ENYAQ iV offre la scelta tra trazione integrale o posteriore, cinque livelli di potenza e tre capacità di batteria, che permettono di ottenere un’autonomia massima superiore ai 520 km nel ciclo WLTP. Il SUV elettrico è adatto all’uso quotidiano e offre una sorprendente abitabilità. Per il nuovo modello, ŠKODA ha anche sviluppato un moderno approccio al design degli interni, offrendo innovative Design Selection al posto dei classici allestimenti, che forniscono ai clienti una struttura nuova e chiara delle opzioni disponibili.
Già oggi, a Mladá Boleslav ŠKODA produce le batterie di trazione ad alto voltaggio per le ibride plug-in SUPERB iV e OCTAVIA iV e per modelli simili di altri brand del Gruppo. La produzione dei sistemi di batteria MEB per ENYAQ iV comincerà nello stesso sito all’inizio del 2022 e il costruttore boemo sta lavorando con i propri partner per sviluppare una solida rete di fornitori per la mobilità elettrica.
Con la sua nuova strategia NEXT LEVEL 2030, ŠKODA AUTO si pone obiettivi ambiziosi in quanto a crescita sostenibile, sviluppo di nuove aree di vendita ed elettrificazione.

L’azienda punta a essere tra i primi cinque brand in Europa entro il 2030
Per raggiungere questo obiettivo, ŠKODA punterà sia su un’offerta molto competitiva nei segmenti entry level sia su una solida gamma di veicoli elettrici. In base agli sviluppi del mercato, il costruttore boemo punta a raggiungere una quota di veicoli elettrificati tra il 50% e il 70% in Europa. Questo aiuterà a ridurre di oltre il 50% le emissioni di CO2 della flotta entro il 2030.
Allo stesso tempo, l’azienda collabora con il Gruppo Volkswagen e con partner commerciali e politici per sviluppare un polo di mobilità elettrica in Repubblica Ceca. Sono parte della strategia anche obiettivi specifici di sostenibilità e diversità.