Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Club 4x4
  4. CLUB FUORISTRADA FRENTANO: FILETTO IN 4x4

CLUB FUORISTRADA FRENTANO: FILETTO IN 4x4

| 06 maggio 2010 16:17

CLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTO

 

Si svolto nella suggestiva cornice dell'entroterra abruzzese l'ultimo raduno organizzato dal Club Fuoristrada Frentano, con un suggestivo itinerario ad anello nei dintorni pittoresco bordo medievale di Filetto situato a metà strada tra Chieti e Lanciano.

 

Arroccato su un piccolo colle tra i torrente Dendalo e Venna, Filetto è un piccolo borgo mediavale dell'entroterra abruzzese situato CLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTOa circa metà strada tra Chieti e Lanciano. Le prime notizie documentate di cui si hanno fonti attendibili risalgono al XII secolo quando sembra che il vecchio nucleo abitato abbia preso l'attuale nome dalla ricca famiglia De Lecto di Lanciano (allora Anxanum): si presume che uno dei rampolli del nobile casato abbia addirittura fondato il borgo del "Filius Lecti", da cui deriva l'attuale denominazione di Filetto. Nei secoli successivi il feudo di Filetto fu donato (1269) da Carlo d'Angiò a a Bertrande Bens di Provenza, per passare poi sotto la dinastia Aragonese e Spagnola. Una terribile pestilenza nel 1656 decimò la popolazione e fino al 1860CLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTO non si registrano avvenimenti di rilievo fino all'epoca compresa tra la fine dell'800 e l'inizio del '900. In questo periodo inizia infatti un intenso fenomeno di emigrazione che causò una rapida riduzione della popolazione, ulteriormente decimata nel corso del secondo conflitto mondiale quando, oltre alle vicende belliche, Filetto fu vittima anche della persecuzione tedesca subendo una strage nazista (il 7 giugno del 1944) che costò la vita a 17 persone. Nell'immediato dopoguerra Filetto fu completamente ricostruita ed oggi conta circa 1.200 abitanti, sparsi su un territorio di 13 chilometri quadrati estesi su una CLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTOquota compresa tra i tra i 154 e i 470 metri sul livello del mare. L'economia è prevalentemente agricola, anche se alcune piccole industrie sono presenti sul territorio comunale. Tra gli edifici da visitare vanno segnalati il santuario ottocentesco della Madonna della Libera che presenta sulla facciata un pannello in maiolica attribuito a Fedele Cappelletti, mentre a circa 3 km dal paese si trova la chiesa di S. Crisante e S. Daria che risale al 1192, nelle cui immediate vicinanze si possono ammirare i resti di un convento risalente ai secoli XII-XIII. Tra le manifestazioni locali figurano la Festa di S. Giacomo (25 luglio) e la Festa dellaCLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTO Madonna della Libera (21 novembre). Quest'anno però c'è stata un'ulteriore manifestazione che ha calamitato l'interesse della popolazione di Filetto, grazie al Club Fuoristrada Frentano che ha scelto proprio questo rinomato borgo medievale per il raduno di apertura della stagione 2010. La manifestazione, denominata "Memorial Bruno Vosolo", si è svolta lungo un itinerario esteso per circa 65 chilometri, la maggior parte dei quali (90%) su sterrati e mulattiere, ed ha visto la partecipazione di 55 equipaggi. La partenza, in perfetto orario sulla tabella di marcia, è avvenuta alle dieci del mattino mentre l'arrivo ha subito unCLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTO notevole ritardo a causa delle forti precipitazioni che hanno interessato l'intera zona nei giorni precedenti la manifestazione. Per superare un tratto di fangaia particolarmente impegnativo, con una profondità superiore spesso al mezzo metro, gli equipaggi hanno dovuto far ricorso in diverse occasioni a strop e verricelli. Nel tratto più difficile inoltre, lungo circa 200 metri, ci sono volute circa 3 ore per oltrepassare la morsa del fango, e gli ultimi equipaggi sono arrivati a destinazione intorno alle 20.00. Anche nel corso del Raduno di Filetto, come nella migliore tradizione del Club Fuoristrada Frentano, i partecipanti hanno avutoCLUB FUORISTRADA FRENTANO: RADUNO DI FILETTO modo di apprezzare le migliori specialità gastronomiche della zona. Sia nel corso della sosta snack, presso il punto di ristoro "Il Casotto", con una abbondante scorpacciata di panini a base di porchetta e salsicce, che durante la cena conclusiva abbinata alle premiazioni, svoltasi nel ristorante il "Passo del Gigante" di Pretoro. Quest'anno inoltre, in controtendenza verso la moda di pupe e veline, il Club abruzzese ha organizzato per la serata un originale concorso di bellezza per eleggere "Mister Filetto" per la gioia e il divertimento delle partecipanti. Per conoscere i prossimi appuntamenti del Club Fuoristrada Frentano, contattare il Centro Fuoristrada Ranieri: via Nazionale per Lanciano, 96 - 66030 S. Maria Imbaro (CH) - Tel e fax 0872.57665.

 

 



Commenti

Inviato da Alfonso il 30 agosto 2010 10:18

Perchč la manifestazione č intitolata "Memorial Bruno Vosolo"?

Osservando il panorama nazionale dei raduni in fuoristrada organizzati dalla maggior parte dei club 4x4 sparsi nelle varie regioni italiane, non č raro osservare che spesso al nome della manifestazione (al di lā dei riferimenti geografici o delle sigle legate al numero delle edizioni del raduno), č abbinata anche la classica definizione "Memorial.." seguita da un nominativo. Si tratta in questi casi di un gesto di affetto e di un particolare tributo dedicati alla memoria di una persona cara legata in qualche modo al club che ha organizzato l'evento.
Nel caso del Raduno di Filetto, la defizione "Memorial Bruno Vosolo" ha voluto rendere omaggio alla memoria di Bruno Vosolo, uno dei soci del Club Fuoristrada Frentano, nato a Filetto e prematuramente scomparso lo scorso anno.
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori