Siete qui:

  1. Home
  2. Chi siamo

Chi siamo

| 28 novembre 2009 09:52

Tiziana ANDORNO (Direttore Responsabile)

La sua collaborazione con Autoruote 4x4 inizia nell'estate del 2008 con una serie di reportage di viaggio realizzati in ogni angolo del mondo grazie alla sua professione di agente di viaggio, iniziata nel 1991 a Torino con l'apertura della GULP! Viaggi & Vacanze.Tiziana Andorno

Nell'autunno dello stesso anno, in seguito alla acquisizione della testata da parte della New Explorer, Tiziana Andorno entra a tempo pieno in redazione in occasione della 4x4 Fest a Carrara.   Anche su autoruote4x4.com Tiziana Andorno sarà la responsabile della segreteria di redazione, continuando inoltre a seguire l'ufficio abbonamenti per il giornale in edizione digitale e tutta la parte amministrativa della Casa editrice. 

Appassionata di viaggi-avventura in fuoristrada, ha guidato diversi gruppi in 4x4 attraverso una serie di spedizioni nel deserto del Rajasthan, tra le dune dell'Acacus in Libia e sugli altopiani dello Yemen, in Iran e nella giungla del Borneo.

Negli ultimi anni, oltre ad aver partecipato a diversi raduni organizzati nell'Italia centrale, ha collaborato attivamente alla realizzazione di numerosi itinerari in 4x4 pubblicati su Autoruote 4x4, molti dei quali effettuati anche all'estero (Cuba, Grenada, Capo Verde e Islanda).

Dall'8 marzo 2016 è il nuovo Direttore responsabile di Autoruote 4x4 e autoruote4x4.com.

 

Stefano SIGNORI

STEFANO SIGNORIL'auto e i motori hanno sempre attratto Stefano Signori. Agli inizi dagli anni '80, di questa innata passione, ha fatto la sua professione, entrando a far parte della Trendpress, agenzia di P.R. specializzata in campo automobilistico, che gli ha permesso di conoscere da "dietro le quinte" tutti i segreti del mondo a 4 ruote. Oltre ad occuparsi di pubbliche relazioni, inizia in quel periodo la sua attività giornalistica e sotto l'ala protettiva di celebri colleghi quali Gino Rancati e Giancarlo Baghetti, debutta nella trasmissione televisiva "Motori non Stop" inventata e diretta da Nino Bonaveri. Negli anni seguenti, all'attività di P.R. e giornalista televisivo, affianca quella di giornalista della carta stampata, collaborando con importanti testate del settore, tra le quali Autocaravan, rivista specializzata nel campo dei veicoli ricreazionali, che già si avvale della collaborazione di Giorgio Rosato. L'amicizia nata in quel periodo ha fatto sì, che una volta assunta la carica di direttore di Autoruote 4x4, Giorgio Rosato, lo volle al suo fianco per rilanciare questa storica testata dell'auto a trazione integrale. Oggi, la sua attività principale spazia tra la trasmissione televisiva "My Way" al mensile Autoruote 4x4, che per essere sempre più vicino ai suoi lettori debutta sul web con questo sito. Un'altra sfida che, come sempre, lo vedrà impegnato con il massimo entusiasmo, per trasmettere ai visitatori, quella passione che da tanti anni è diventata anche la sua ragione di vita.

 

Paolo OLIVERO 

PAOLO OLIVEROTorinese, classe 1957, Paolo Olivero ha iniziato ad appassionarsi alle auto in tenera età: a 6 anni imparava a memoria le schede di tutte le auto del mondo dalla rivista Quattroruote... Approdato non appena legalmente possibile al mondo dei rallies, ha corso la sua prima gara nel 1976, in Val d'Aosta, al volante di una Fiat 128 Coupè.  Campione piemontese rallies per la classe N4 nel 1982, ha poi aggiunto alle innumerevoli partecipazioni rallistiche alcune esperienze in pista, in salita, nelle corse sul ghiaccio e con le auto storiche. Dal 1989 è istruttore di guida sicura e sportiva, e oggi dirige Mirage Academy, scuola di pilotaggio su neve, ghiaccio e sterrato. Dal 1990 svolge attività giornalistica, ed è stato direttore responsabile de "La mia Auto", direttore operativo de "La mia 4x4" e vicedirettore di TuttoRally. Oggi, oltre a collaborare con Autoruote 4x4, è autore e conduttore della trasmissione "7Live Motori". Padre di due figli (Edoardo e Cecilia), nonché di Joy (uno splendido boxer di due anni), oltre alle 4 ruote (meglio se tutte motrici...) ama profondamente le moto e la montagna.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori