Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Hummer Story
  4. CAPITOLO 6: HUMMER H1: L’ARRIVO SUL MERCATO

CAPITOLO 6: HUMMER H1: L’ARRIVO SUL MERCATO

| 03 aprile 2010 00:33

HUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO

 

Nell'estate del 1992, mentre tutto il mondo si apprestava a celebrare lo storico anniversario del cinquecentenario della scoperta HUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO dell'America, arriva sul mercato il primo veicolo Hummer destinato alla produzione civile. Dopo anni di onorato servizio presso l'esercito statunitense come vettura multifunzionale "HUMVEE", la AM General decide di lanciare in tutto il mondo anche una versione destinata al mercato civile. Ormai i tempi erano maturi e anche la gloriosa tradizione della Casa costruttrice lasciava pochi dubbi sulla riuscita di un processo così ambizioso. La AM General infatti, venne costituita nel 1964 come una struttura derivata direttamente dalla Kaiser Jeep Corporation, a sua volta legata direttamente alla Willys Overland Co., l'Azienda creatrice della prima Jeep originale risalente al 1941. In altre parole, possiamo affermare senza ombra di dubbio che l'Hummer vanta un pedigree di prima grandezza in quando deriva direttamente dal 4x4 più famoso al mondo e che ha scritto una delle pagine più importanti nella storia del fuoristrada.HUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO
Il successo sul mercato è enorme in termini di immagine e di ritorno pubblicitario, e anche per quanto riguarda le vendite sul mercato americano i numeri sono in linea con le previsioni della AM General, ma nel resto del mondo l'Hummer rimane ancora un oggetto misterioso. Troppo grande e ingombrante per le strade del Vecchio Continente, il gigante americano approda sui mercati europei soprattutto nel settore dell'usato dove (grazie agli importatori paralleli) si possono acquistare con relativa facilità e a prezzi contenuti i primi esemplari dismessi dall'Esercito USA. La svolta decisiva avviene nell'estate del 1999 quando la General Motors acquisisce dalla AM General la proprietà esclusiva del marchio Hummer e il diritto di rivendere in tutto il mondo i veicoli destinati al mercato civile. HUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO Fin dal momento iniziale della sua commercializzazione, l'Hummer H1 è disponibile in un quattro principali configurazioni di carrozzeria che, seppur leggermente modificate rispetto alle versioni militari da cui derivano, ripropongono le tipologie originali dei mezzi in tuta mimetica. Le versioni base sono rappresentate dal pick-up a due e a quattro porte, entrambe con hard-top rigido, e da una versione pick-up con telone e portiere asportabili; la quarta versione, considerata l'ammiraglia della gamma, è la station-wagon con carrozzeria chiusa. Una quinta versione, definita "Slant Back", viene introdotta alcuni anni dopo in occasione del Salone di Detroit del 2000 e presenta l'inedita carrozzeria pick-up hard-top a quattro porte e la parte posteriore riservata al carico chiusa da un rivestimento rigido; questa struttura, partendo dalla margine del tetto, si ricongiunge diagonalmente con la sommità del vano di carico del cassone ed è accessibile sia dall'interno del veicolo che dall'esterno tramite il portellone posteriore.HUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO Anche in questo caso, come per gli altri modelli, si tratta di una versione derivata direttamente da quelle utilizzate in ambito militare, con l'unica differenza rappresentata dalla presenta di due finestre triangolari situate sulla copertura del vano di carico, introdotte per migliorare la visibilità posteriore; per diminuire il peso del veicolo ed abbassare ulteriormente il centro di gravità, la carrozzeria è realizzata interamente in alluminio. Il motore che equipaggia tutte le versioni è il poderoso turbodiesel V8 della Genaral Motors (6.5 lt, 195 CV a 3.500 giri, 583 Nm di coppia) che consente all'Hummer una velocità massima di 134 Kmh e un'accelerazione da 0 a 100 Kmh in 18 secondi. Non siamo certamente di fronte a valori strabilianti, soprattutto per gli appassionati delle forti emozioni, ma si tratta comunque diHUMMER H1: LARRIVO SUL MERCATO prestazioni di tutto rispetto in rapporto alle dimensioni (è lungo 4,68 mt, alto 1,90 e largo, senza specchi retrovisori, 2,19) e, soprattutto, al peso del veicolo; la mole dell'Hummer H1 infatti, in base al tipo di allestimento, varia dai 2.977 Kg della versione Hard Top a 2 porte ai 3.245 Kg della Station Wagon. Il sistema di trazione integrale permanente è abbinato ad un cambio automatico a 4 velocità, con blocco di differenziale e riduttore; l'impianto frenante dispone di quattro freni a dischi e impianto ABS, mentre per quanto riguarda le gomme, oltre al dispositivo Runflat Tire System (ottenibile a richiesta, consente di viaggiare anche in caso di foratura per circa 35 chilometri ad una velocità massima di 45 Kmh), ricordiamo l'originale Central Tire Inflation System (CTIS) che consente, anche in movimento, di regolare la pressione dei pneumatici alle diverse condizioni stradali.

 



Commenti

Inviato da Vanis Fanton il 14 dicembre 2011 12:12

L'Hummer H1 è l'unico vero fuoristrada puro esistente. A discapito delle dimensioni riesce a districarsi da qualsiasi situazione ove qualsivoglia off-road rimarrebbe ...da trainare o da sollevare.
Un aggettivo: Fantastico.
Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori