Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Land Rover Story
  4. CAPITOLO 56: G4 2003 - Selezioni Internazionali

CAPITOLO 56: G4 2003 - Selezioni Internazionali

| 03 maggio 2011 16:30

G4 Challenge 2003 - Selezioni Internazionali

 

Sono trascorsi circa otto mesi dalla presentazione in anteprima mondiale (avvenuta nel luglio dell’estate 2002 a Gaydon, in Inghilterra) del G4 Challenge 2003 - Selezioni Internazionali Land Rover G4 Challenge e, dopo il debutto internazionale all’ultima edizione del Salone di Parigi e le varie selezioni nazionali (quelle italiane si sono svolte tra ottobre e novembre 2002 a Titignano), il conto alla rovescia si avvia ormai verso le sue fasi conclusive.  Alla fine di gennaio 2003 si sono svolte nella vasta tenuta dell’Eastnor Castle, nell’Herefordshire, le Selezioni Internazionali del Land Rover G4 Challenge dalle quali sono scaturiti i nomi dei 16 finalisti che parteciperanno alla manifestazione, la cui partenza (a bordo di Land Rover Freelander) è fissata per il 30 marzo 2003 da New York che farà da starter alla prima tappa attraverso la East Coast americana.  Dei due semi-finalisti italiani ha avuto la meglio Alberta Chiappa di Milano, mentre Marco Ponteri è entrato a far parte della lista delle riserve che scenderanno in azione nel caso di un’eventuale indisponibilità dei titolari.

 

Spirito di squadra e capacità di adattamentoG4 Challenge 2003 - Selezioni Internazionali

Definita con un pizzico di enfasi come “la più grande avventura del mondo”, il Land Rover G4 Challenge rappresenta indubbiamente una delle manifestazioni più entusiasmanti nel panorama delle grandi avventure a motore degli ultimi anni. A tale proposito tutti i finalisti (selezionati tra oltre un migliaio di aspiranti concorrenti, che hanno portato alla scelta di oltre 50 candidati per ogni Paese partecipante) hanno dovuto dimostrare doti non comuni; e non soltanto per quanto riguarda le capacità di guida off-road (e le numerose nozioni riguardanti la riparazione dei veicoli), ma anche nell’ambito delle capacità fisiche e dell’impegno in una serie di svariate discipline sportive tra cui la discesa in corda doppia,G4 2003 - Selezioni Internazionali il kayak, la mountain-bike, il free-climbing, la navigazione GPS e il pronto soccorso.  Ma è soprattutto l’abilità strategica e lo spirito di squadra dei partecipanti a giocare un ruolo determinante nella scelta dei 16 finalisti vincitori alle Selezioni Internazionali in Inghilterra.  Nel corso della lunga settimana di prove infatti, i concorrenti hanno dovuto lottare non solo per il successo personale, ma anche per mettere in luce le proprie capacità di adattamento gareggiando in squadre formate da partecipanti di vari Paesi, cambiando inoltre i compagni in ogni fase della competizione. A tale proposito, va sottolineato che il sistema di acquisizione dei punteggi (da cui è scaturita la classifica finale) è stato elaborato proprio tenendo in considerazione tutti questi elementi.

 

La flotta Land Rover al G4 ChallengeG4 2003 - Selezioni Internazionali  

La grande avventura del G4 Challenge vede schierata nei tre continenti attraverso i quali si svolgerà la manifestazione l’intera flotta di fuoristrada Land Rover che, con un’attenta strizzatina d’occhio alle leggi del marketing, prevede l’utilizzo dei diversi modelli senza trascurare (giustamente) le molteplici esigenze dei vari mercati attraversati. Per la realizzazione del G4 Challenge la Land Rover ha allestito circa 160 veicoli speciali, suddivisi in quattro gruppi (40 per ogni modello) che stazioneranno nelle rispettive sedi della gara, mentre i concorrenti, gli organizzatori e i rappresentanti della stampa internazionale si muoveranno in areo da un capo all’altro del mondo. Tutti i veicoli che prenderanno parte al Land Rover G4 Challenge, sono costruiti inoltre secondo leG4 2003 - Selezioni Internazionali specifiche standard e successivamente equipaggiati con la dotazione accessoristica in grado di affrontare le condizioni di guida più estreme che dovranno affrontare nel corso delle varie tappe.  La prima tappa (Stage 1), ambientata nella East Coast americana, parte da New York il 30 marzo 2003 a bordo dei Freelander per concludersi il 3 aprile nel New Hampshire. La seconda tappa (Stage 2) si svolge in Sudafrica, con partenza da Capetown il 6 aprile a bordo dei Defender e arrivo a Kaysa l’11 aprile. Un’altra lunga trasvolata oceanica porterà quindi la carovana del G4 Challenge in Australia (Stage 3), dove i concorrenti saliranno a bordo delle Range Rover il 13 aprile a Karrathia per raggiungere Sydney il 20 aprile.  Per la tappa conclusiva (Stage 4) si ritorna di nuovo in America, ma sulla West Coast, dove i concorrenti partiranno da Las Vegas a Bordo dei Discovery per tagliare finalmente il traguardo il 25 aprile a Moab (Utah).

 

Gli Sponsor

Per realizzare un evento come il G4 Challenge, la Land Rover (che ha fornito tutti G4 2003 - Selezioni Internazionali i veicoli utilizzati nel corso delle quattro tappe) è affiancata da alcuni sponsor e fornitori il cui apporto si è rivelato fondamentale per la riuscita della “più grande avventura del mondo”. Tra i partner ufficiali della manifestazione figurano la GoodYear, fornitore dei pneumatici (MT/R), e la Castrol (fornitore ufficiale dei lubrificanti).  Tra le altre aziende coinvolte nel G4 Challenge fingurano i seguenti marchi: Kana (mountain-bike), Land Rover Collections (capi di abbigliamento), Omitec (test book diagnostici), Pyranha (kayak), Snap On (attrezzi per la riparazione), Warn Winches (verricelli) e Wayfayer (catering).

 

Eastnor Castle: Accademia del Land Rover Driving ExperienceG4 2003 - Selezioni Internazionali

Situata nel cuore della brughiera inglese dell’Herefordshire, a sud-ovest di Birmingham, la tenuta dell’Eastnor Castle si estende su una superficie di oltre 5.000 acri immersi in un suggestivo habitat naturale di straordinaria bellezza al cui interno si possono avvistare con estrema facilità anche alcune colonie di cervi.  La singolare conformazione orografica la rende inoltre particolarmente adatta alle attività off-road e, non a caso, rappresenta il quartier generale del Land Rover Driving Experience, la rinomata scuola di guida in fuoristrada direttamente gestita dall’Azienda di Solihull.  Oltre ad una ventina di chilometri di piste e sterrati immersi nel bosco, che offrono un vastoG4 2003 - Selezioni Internazionali campionario delle più impegnative situazioni di guida off-road (con una serie impressionante di guadi lunghissimi, profondi anche fino a un metro), il parco dell’Eastnor Castle ha fornito anche le varie palestre naturali per le numerose prove fisiche sostenute dai concorrenti. I 32 semi-finalisti della prima edizione del Land Rover G4 Challenge si sono affrontati nella settimana compresa tra domenica 19 gennaio e venerdì 24 gennaio 2003, sostenendo una serie di prove comprendenti GPS e navigazione, guida in fuoristrada, mountain-biking, free-climbing e kayaking.

 

C’è un'italiana tra i 16 finalistiG4 2003 - Selezioni Internazionali

Nel corso delle Selezioni Internazionali svoltesi alla fine di gennaio nella tenuta di Eastnor Castle si sono affrontati per la sfida finale 32 concorrenti provenienti dalle varie nazioni partecipanti alla prima edizione. Per l’Italia i due finalisti, entrambi milanesi, designati in occasione del Motorshow 2002, erano Marco Ponteri (psicologo, 30 anni) e Alberta Chiappa (analista chimico, 30 anni).  Tra i due ha avuto la meglio Alberta Chiappa, emersa come la sfidante che rappresenterà l’Italia nella prima edizione del Land Rover G4 Challenge. Il lavoro degli esaminatori è stato tuttavia estremamente difficile e laborioso poiché, com’era prevedibile, G4 2003 - Selezioni Internazionali tutti i finalisti hanno dimostrato una grande determinazione e una notevole abilità nello svolgimento delle varie prove. Nella scelta della concorrente italiana ha svolto senz’altro un ruolo fondamentale l’esigenza di avere nella manifestazione anche rappresentanti del gentil sesso (fattore non trascurabile anche per il ritorno di immagine), come del resto per la seconda amazzone finalista, rappresentata dall’americana Nancy Olson (29 anni, Public Information Officer del Corpo di Marines) che difenderà i colori degli Stati Uniti.  Tra i concorrenti maschili, uno dei più combattivi e grintosi è stato l’austaliano Guy Andrews (32 anni), un manager del Queensland che gareggiava in coppia con Colette Gallagher, la terza donna del gruppo dei semifinalisti del G4.

 

I 16 finalisti del G4 Challenge 2003G4 2003 - Selezioni Internazionali

L’elenco completo dei 16 finalisti della prima edizione del Land Rover G4 Challenge è il seguente:

- Chris Perry----------------------------------------------------------------Arabia

Guy Andrews---------------------------------------------------------Australia

Rudi Thoelen-------------------------------------------------------------Belgio

Jim Kuhn-----------------------------------------------------------------Canada

Franck Salgues-------------------------------------------------------Francia

Dirk Ostertag-------------------------------------------------------Germania

-  Paul McCarthy-----------------------------------------------------------Irlanda

Alberta Chiappa-----------------------------------------Italia

Shinichi Yoshimoto-----------------------------------------------Giappone

Erik den Oudendammer-------------------------------------------Olanda

Sergey Polyansky-----------------------------------------------------Russia

Chester Foster-----------------------------------------------------Sudafrica

Inigo de Lara-----------------------------------------------------------Spagna

Cuneyt Gazioglu------------------------------------------------------Turchia

Tim Piclering------------------------------------------------------Inghilterra

Nancy Olson--------------------------------------------------------Stati Uniti




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori