Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Land Rover Story
  4. CAPITOLO 54: G4 2003 - Struttura e strategia

CAPITOLO 54: G4 2003 - Struttura e strategia

| 16 aprile 2011 18:51

CAPITOLO 54: G4 2003 -  Struttura e strategia

 

In  occasione  della  presentazione  ufficiale  della  prima  edizione  del  G4  Challenge la  Land  Rover  ha diffuso, in  occasione  delle  Selezioni  Internazionali  all'inizio  del  2003,  un  ampio  e  dettagliato  comunicato  ufficiale  nel  quale  sono  illustrate  la struttura  e  la  strategia  dell'evento.  In  questo  capitolo  proponiamo  il  documento  nella  sua  versione  integrale, corredato con le prime immagini diffuse nel luglio del 2002 realizzate nel corso delle ricognizioni effettuate nei vari continenti nella primavera  precedente.

 

LA STRATEGIA

Una Casa Costruttrice di successo sa sempre interpretare non soltanto i desideri dei propri clienti,G4 2003 - Struttura e strategia ma anche i loro valori, le loro aspirazioni, il loro modo di vivere e di sentire, che cambia nel tempo in una continua evoluzione. In questo senso, ogni programma destinato ad interessare ed attrarre l’attenzione dei clienti deve rappresentare ai loro occhi tutti i valori attuali propri del marchio. Anche il cliente Land Rover non fa eccezione: nel segmento dei 4x4 il modo di vivere il veicolo è cambiato, e di conseguenza con questo sono cambiati non solo i prodotti Land Rover, ma anche il modo stesso della Casa di rivolgersi al proprio target di riferimento. Il Land Rover G4 Challenge è quindi l’espressione della naturale evoluzione del modo di interpretare il mondo dei 4x4. Tale cambiamento ha comportato l’abbandono di una manifestazione classica, di grande impatto come il Camel Trophy, gestito come co-sponsor fino al 1998, in favore di qualcosa di molto diverso, che pure conserva gli elementi principali che hanno G4 2003 - Struttura e strategia fatto della Land Rover una Casa costruttrice di grande successo. In fondo i valori di riferimento sono quelli di sempre: l’amore per l’Avventura, la vita all’aria aperta, la competizione, lo sport, lo stile, il divertimento, il desiderio di socializzare, la capacità di porsi e raggiungere obiettivi. Eppure fra il passato rappresentato dal Camel Trophy, ed il presente del Land Rover G4 Challenge esistono sostanziali differenze, perché questi valori, che sottendono la sfida e che quindi ne configurano le attività, hanno subito un’evoluzione, che è stata recepita e riflessa nel regolamento della nuova competizione. Ed è qui la vera novità: si tratta sempre di una sfida, una gara fra concorrenti, ma lo spirito e lo svolgimento non sono comparabili.

 

LE NOVITA’

La prima differenza risiede nel diverso rapporto fra la competizione e l’ambiente. Se un tempo il 4x4 era la G4 2003 - Struttura e strategia rappresentazione della lotta contro il terreno e la natura ostile attraverso la quale bisognava farsi strada sfruttando tutte le capacità del mezzo meccanico e la propria abilità di guida, oggi questo rapporto è cambiato. La sensibilità del Cliente Land Rover vive, e continua ad apprezzare l’Avventura e la sfida, ma come misura di se stesso in un ambiente che rispetta ed ama, e non contro di esso. Questo amore per la natura è stata la prima legge a dare l’impronta al Land Rover G4 Challenge fin dalla sua progettazione. Infatti, in tutte le zone del mondo attraversate dai concorrenti (ed in tutti i casi si tratta di Paesi che hanno severe leggi in materia di tutela ambientale), anche nelle aree più sperdute, saranno percorse solo piste e tracciati già in uso. Non un solo metro di terra verrà percorso che non faccia già parte di una rete di comunicazione già esistente. Non solo: l’etica del Land Rover G4 Challenge vuole escludere ogni negativo impatto ambientale, e per maggiore sicurezza ha coinvolto gli Enti dei rispettivi Parchi Nazionali in ogni Paese che verrà visitato nelle quattro fasi della gara. Una seconda differenza è l’abbinamento dei percorsi cittadini a G4 2003 - Struttura e strategia quelli più lontani dai centri urbani. Oggi il 4x4 è vissuto come un veicolo da impiegare anche in città, spesso più difficile da attraversare di una Giungla salgariana. Ed ecco che una parte importante della gara, almeno un giorno per ognuna delle fasi previste, si svolge in centri urbani come New York o Sydney, in mezzo al traffico più intenso, dove ormai il 4x4 moderno si muove perfettamente a suo agio. Per di più il passaggio attraverso le grandi città ha anche il positivo risvolto di avvicinare i concorrenti al pubblico, senza isolarli fisicamente rendendoli così accessibili solo attraverso le immagini dei reporter o dei cameraman. Si crea un rapporto, una comunicazione a due vie che è un misto di curiosità e ammirazione da parte degli spettatori, e di gratificazione per i concorrenti. Un paragone esemplificativo può essere fatto con il passaggio di una corsa ciclistica in due momenti diversi: il passaggio dell’atleta fra due ali di folla, e l’immagine del ciclista che lotta solo, su una strada di montagna. E’ facilmente intuibile la differenza, il diverso stato d’animo sia per il concorrente sia per il pubblico; entrambe le esperienze sono fondamentali soprattutto per il protagonista, perché ne arricchiscono la consapevolezza delle proprie capacità in condizioni del tutto contrastanti. G4 2003 - Struttura e strategia Un’altra importante novità è l’assenza di qualsiasi prova, sportiva o semplicemente fisica, che possa essere discriminante fra i partecipanti uomini e donne; infatti non esistono categorie di partecipazione e le prove sono state studiate per essere sempre affrontate alla pari dai rappresentanti di entrambi i sessi, purché possano contare su un fisico ragionevolmente in forma. Ancora una volta è la comune sensibilità del pubblico della Land Rover a stabilire le regole: il “machismo” non rientra negli scenari del Land Rover G4 Challenge. I concorrenti devono essere in grado di vincere o perdere come persone, e non in base al loro certificato anagrafico. Quindi, fino dai test di G4 2003 - Struttura e strategia prova, tutte le attività sono state sperimentate da “apripista” di entrambi i sessi, per assicurarsi che non esistessero preclusioni (o vantaggi) per gli uni o per le altre. Infatti, per ottenere la vittoria nel Land Rover G4 Challenge è estremamente importante saper pianificare la migliore strategia e decidere rapidamente, doti che non implicano necessariamente una muscolatura possente. La molteplicità delle prove sportive è un’altra novità, che assicura che tutti i concorrenti possano lottare ad armi pari, e che quindi le abilità particolari in una data disciplina siano utili, ma non diventino determinanti per la vittoria. I partecipanti saranno tutti delle persone in forma e molto dotate, ma G4 2003 - Struttura e strategia non dei professionisti o dei Superman. Fra i valori in evoluzione dei clienti delle Land Rover troviamo la voglia di socializzare. Anche questa diventa nel Land Rover G4 Challenge un ulteriore strumento per conquistare la vittoria. I campioni si troveranno infatti ad affrontare una varietà di prove sportive, anche difficili, ma, - tranne durante l’ultima sfida - per superarle dovranno contare sulla collaborazione di un compagno diverso in ogni fase della gara. Con questi dovranno ogni volta formare una squadra, vivere alcuni giorni nel modo più armonico possibile, condividere vittorie e sconfitte, ed imparare a conoscersi al più presto, per scoprire i punti forti e pianificare insieme la G4 2003 - Struttura e strategia strategia più adatta. Quindi nel Land Rover G4 Challenge non si potrà fare affidamento su lunghi allenamenti e su una precedente conoscenza fra i componenti dell’equipaggio; sarà invece molto più importante la flessibilità, la capacità di adattamento, la comprensione, addirittura l’improvvisazione necessaria per stabilire un rapporto ottimale nella coppia in gara. Infine, il piacere, il divertimento puro: l’Avventura vissuta attraversando luoghi incredibili, in ogni parte della terra, dalla East Coast degli Stati Uniti alla West Coast, passando per il Sud Africa e l’Australia: un’esperienza che è un sogno per chiunque abbia mai messo le mani sul volante di una Land Rover. Quattro fusi orari diversi, un’avventura su scala mondiale. Attività sempre diversificate e spesso impegnative, ma sempre appassionanti. Cosa si potrebbe chiedere di più?

 

LA STRUTTURA DEL LAND ROVER G4 CHALLENGE G4 2003 - Struttura e strategia

 

I PAESI PARTECIPANTI

Il Land Rover G4 Challenge è una competizione che sarà effettuata annualmente. Nel 2003, durante la prima edizione della gara, gareggeranno sedici uomini e donne provenienti da altrettante Nazioni, ognuna delle quali avrà diritto ad un solo rappresentante.

I partecipanti dell’edizione 2003 proverranno da:

Australia, Belgio e Lussemburgo, Canada, Francia, Germania, Inghilterra, Irlanda, Italia, Giappone, Paesi del Golfo, Olanda, Russia, Stati Uniti, Sud Africa, Spagna, Turchia.

La gara vera e propria si svolgerà in quattro fasi, ognuna della quali avrà luogo in una diversa parte del globo. Nella sua prima fase la competizione prenderà il via da New York, per coprire poi i territori della East Coast degli Stati Uniti. Il secondo round si sposterà in Sud Africa, a Cape Town, nel Parco di Knysna vicino al mare, dove vivono numerose specie di fauna marina e terrestre minacciate di estinzione, e sulle Hottentot Mountains. Gli equipaggi si sposteranno poi per la terza fase che li vedrà gareggiare in Australia, a Sydney, ma anche nelle zone più affascinanti del Quinto Continente, nell’interno e sulla costa occidentale, presso l’80 Miles Beach. L’ultima parte della competizione si svolgerà di nuovo negli Stati Uniti, ma stavolta sulla West Coast, a Las Vegas, nella Monument Valley e nei pressi di Moab (Utah), un paradiso per il rafting, il kajak, e la mountain bike. Nonostante il fascino e la varietà degli itinerari, questo non sarà certo una gita turistica, ma una grande Avventura, una vibrante gara durante la quale ognuno dei partecipanti tenterà di guadagnare il massimo dei punti disponibili attraverso una serie di prove di guida e competizioni sportive.

 

COMPOSIZIONE DELL’ EQUIPAGGIO

L’equipaggio di ogni veicolo è composto da due persone, ovviamente di diversa nazionalità. Ogni equipaggio gareggia contro gli altri per l’intera durata della fase di gara. In ogni fase però gli equipaggi saranno composti da persone diverse; per le prime tre fasi gli abbinamenti saranno decisi di volta in volta dalla sorte; La quarta fase si suddivide a sua volta in due parti: nella prima ognuno dei concorrenti, in ordine di graduatoria, sceglierà il partner che ritiene possa garantirgli le migliori possibilità di vittoria in base ai risultati acquisiti. La coppia vincente verrà poi separata, ed i due finalisti gareggeranno fra loro per la vittoria finale.

 

I PUNTEGGI

I diversi punteggi vengono assegnati al raggiungimento dei vari posti di controllo situati sul territorio di gara. Ognuno di questi obiettivi, una volta conquistato, assicura un punteggio proporzionale alle difficoltà superate per il suo raggiungimento. Ad ogni partenza viene consegnato agli equipaggi il materiale necessario a decidere la rotta ritenuta più valida per totalizzare il massimo dei punti possibili. Naturalmente non verrà richiesto semplicemente di guidare il veicolo da un luogo ad un altro, perché sarà indispensabile usare la mountain bike, o il kajak, o scalare una parete e così via, per raggiungere la propria meta. Al termine di ogni fase ognuno dei due componenti l’equipaggio porterà con sé i punti acquisiti che, sommati agli altri già conquistati, costituiranno il punteggio totale di ogni singolo concorrente.

 

I VEICOLI

G4 2003 - Struttura e strategia - I veicoli

Ad ogni fase i concorrenti avranno a disposizione un diverso modello Land Rover:

Prima fase – Costa orientale degli Stati Uniti: Freelander

Seconda fase – Sud Africa: Defender 110

Terza fase – Australia: Range Rover

Quarta fase – Costa Occidentale degli Stati Uniti: Discovery.

I veicoli sono stati costruiti secondo le normali specifiche di serie, ed unificati dall’adozione dello speciale colore Tangier Orange.

Su tutti sono stati montati gli accessori necessari per il trasporto delle attrezzature impiegate nello svolgimento della competizione, dalla mountain bike al kajak. In caso di avaria, se la riparazione è alla portata dell’equipaggio, questo è tenuto a provvedere direttamente. Se questo non è possibile, è previsto l’intervento del personale tecnico della Casa. Se anche questo non porta alla soluzione del problema, l’Organizzazione valuterà se sostituire il veicolo con uno di supporto. Dopo il termine della competizione alcuni dei mezzi impiegati verranno impiegati dalla Land Rover come veicolo promozionale del Challenge, mentre gli altri saranno venduti nelle Nazioni che hanno partecipato all’evento.

 

IL PREMIO

E’ previsto un solo vincitore il cui premio sarà una Range Rover nuova fiammante, ma anche gli altri quindici partecipanti, pur non aggiudicandosi un riconoscimento, saranno premiati da un’esperienza appassionante ed unica.

 

LE SELEZIONI

 

I PREREQUISITI

Prima di conquistare la partecipazione, il selezionato di ogni nazione dovrà affrontare una serie di prove, studiate per valutare le sue risorse e capacità.

I requisiti generali richiesti per l’iscrizione erano:

  • Superamento dei 21 anni
  • Nazionalità del Paese che si intende rappresentare
  • Patente di guida valida e senza precedenti sospensioni
  • Due anni o più di esperienza di guida
  • Buon livello di conoscenza della lingua inglese
  • Capacità di coprire agevolmente 50 metri a nuoto
  • Passaporto valido
  • Non appartenere all’ organizzazione della Land Rover, o ad una Concessionaria
  • Non aver partecipato alle finali del Camel Trophy
  • Disporre del tempo necessario alla partecipazione all’intero programma.

 

CONCLUSIONE

Non a caso la “Vision” della Land Rover è la seguente: “Essere il Marchio primo nel mondo per la capacità di ispirare, creare, e trasmettere un vero Spirito di Avventura”. Il Land Rover G4 Challenge è nato per trasformare queste parole in realtà. Per far vivere ai campioni, agli spettatori, a tutti coloro che hanno, avranno, o sognano di possedere una Land Rover una grande, vibrante Avventura.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori