Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. Anfibi
  4. AMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE

AMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE

| 27 novembre 2009 12:45

AMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE

 

Verso la metà degli anni Sessanta un intraprendente americano (Bruce Meyers)AMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE appassionato di elaborazioni automobilistiche iniziò a trasformare alcuni Maggiolini Volkswagen nel garage della sua casa in California per creare una nuova tipologia di veicoli destinati al tempo libero: i dune buggy. I primi 12 esemplari, realizzati con la carrozzeria formata da un unico guscio di vetroresina, anadaron subito a ruba e invasero prima le spiagge della West Coast per diffondersi in pochi anni in tutto il mondo. Anche in Italia, agli inizi degli anni Settanta, numerosi allestitori hanno proposto svariate versioni di dune buggy, tutte rigorosamente realizzate sulla base del Maggiolino. L'idea originale di Meyers si basava comunque su un kit di trasformazione che consentiva a chiunque avesse un minimo di dimestichezza con la meccanica di trasformare qualsiasi Maggiolino in un originale e accattivante buggy.  In tutto il mondoAMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE inoltre sono state oltre 300 le aziende che hanno copiato l'idea di Meyers che, pur avendo protetto con un brevetto il suo buggy fin dalle fasi iniziali, non è riuscito a fa riconoscere i suoi diritti.  Dopo aver prodotto anche una vasta flotta di veicoli destinati ai baywatch di Los Angeles, ed essersi cimentato nella realizzazione di una replica della mitica Kubelwagen (il Maggiolino anfibio prodotto dalla Volkswagen durante la seconda guerra mondiale), chiude la sua azienda di buggy agli inizi degli anni Settanta, rimanendo tuttavia presente nel mondo dei motori con diverse partecipazioni ai raid-marathon americani riservati ai fuoristrada e con altre proposte innovative nel settore delle elaborazioni.  Alcuni anni fa ha fondato la Watercar, un'azienda specializzata nella realizzazione di veicoli anfibi particolarmente veloci in acqua grazie allaAMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE propulsione a idrogetto e alla novità assoluta per un mezzo del genere del dispositivo adottato per le ruote che, retrattili nella carrozzeria quando il veicolo è impegnato nella navigazione.  Tra i modelli di recente produzione, uno dei più collaudati è l'Amphy Gator, un veicolo anfibio che riprende la filosofia costruttiva dei buggy, abbinata ad un ulteriore miglioramento tecnologico per adeguare il veicolo alla navigazione.  A prima vista potrebbe sembrare una vera e propria Jeep talmente è evidente la somiglianza della scocca alla fisionomia della Wrangler, ma attenzione non è così poichè in questo caso mancano sia  la trazione integrale che le marce ridotte.  Anche la Water Car Amphy Gator infatti deriva dal telaio e dalla meccanica del glorioso Maggiolino. La carrozzeria, disponibile in due colori base molto vivaci (rosso e giallo), ma a richiesta èAMPHYGATOR: OFF-ROAD TRA LE ONDE possibile adottare qualsiasi colore, è realizzata in fibra di vetro e viene a formare uno scafo analogo a quello delle imbarcazioni e al cui interno è racchiuso il telaio.  L'Amphy Gator, come gli altri veicoli della WaterCar, è stato realizzato in base ai risultati di un sondaggio condotti dall'Azienda nel 2006 (al quale hanno risposto 10.000 persone) dal quale sono emerse le maggiori prorogative della clientela nei confronti di un veicolo anfibio.  Tra gli svariati utilizzi di questo mezzo figurano tutte quelle attività legate al tempo libero come la pesca o la caccia in zone paludose, la navigazione sottocosta o lungo i fiumi, il caravanning, l'esplorazione di aree difficilmente accessibili con un normale veicolo o con un fuoristrada, nonché quegli interventi di pronto intervento, ricerca e soccorso.  Il prezzo del kit di allestimento, necessario per trasformare un Maggiolino in un Amphy Gator anfibio è di 29.500 dollari.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori