Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. SNOWMOBILE
  4. ALL-TERRAIN KHARKOVCHANKA by KHARKOV

ALL-TERRAIN KHARKOVCHANKA by KHARKOV

| 26 gennaio 2011 14:44

ALL-TERRAIN  KHARKOVCHANKA by KHARKOV

 

Nella lunga e variegata storia degli snowmobile accadeALL-TERRAIN  KHARKOVCHANKA by KHARKOV spesso che la produzione di questi particolari veicoli approda alla ribalta delle cronache solo in quei casi in cui sono coinvolti nomi eclatanti.  Si tratta spesso di aziende che, nella maggior parte dei casi, realizzano complesse e a volte ardite elaborazioni il cui utilizzo, più che ad un reale uso sulla neve o in particolari condizioni ambientali, è destinato soprattutto a svolgere il ruolo di show car sulle passerelle dei maggiori saloni internazionali.  Come avviene infatti puntualmente al SEMA di Las Vegas, dove negli ultimi anni sono apparsi spesso curiosi prototipi di Hummer H1 o addirittura di Subaru Impreza trasformati in snowmobile.  Ma la produzione di veicoli cingolati appositamente progettati per la mobilità a motore in condizioni climatiche esasperate rimane tuttavia una prerogativa di poche aziende che, proprio in virtù delle loro ubicazione geografica, sono direttamente coinvolte in queste problematiche.  Nella vasta produzione dell'ex Unione Sovietica troviamo numerosi esempi di snowmobile, alcuni anche oversize, utilizzati sia per la movimentazione di scienziati nelle gelide lande siberiane, che nel corso di numerose spedizioni polari.   ALL-TERRAIN  KHARKOVCHANKA by KHARKOVTra questi, uno dei più noti è il veicolo all-terrain Kharkovchanka (prodotto da fabbrica di trattori Kharkov), un vero colosso cingolato dalla lunghezza di circa 8 metri, largo 4 metri e alto poco meno di 3 metri.  Nonostante le sue dimensioni, poteva muoversi agevolmente sul ghiaccio fino a ad una velocità di 40 chilometri orari e riusciva a superare pendenze fino ai 30°.  L'interno del veicolo, allestito come un moderno camper, assicura il massimo confort ad un equipaggio di 6 persone grazie alla presenza di una dinette centrale trasformabile in letto, ad un vano toilette e ad un blocco cucina.  Costruito agli inizi degli anni Cinquanta nell'ambito di un programma di esplorazioni in Artide e Antartide, il Kharkovchanka ha raggiunto in diverse occasioni il Polo Sud e, ancora oggi, viene utilizzato come veicolo di appoggio in alcune basi russe antartiche.




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori