Siete qui:

  1. Home
  2. HYBRID 2WD-4WD
  3. NEWS&FULL ELECTRIC
  4. MINI Cooper SE: 100% elettrica & 100% e-Kart

MINI Cooper SE: 100% elettrica & 100% e-Kart

Testo e foto di José G. Citro | 30 novembre 2021 10:39

MINI Cooper SE: 100% elettrica & 100% e-Kart

La Cooper SE è la prima MINI 100% elettrica ad arrivare in concessionaria, il modello britannico eroga 184 CV e mantiene l’essenza del marchio: divertimento di guida ed esclusività.

 

La MINI elettrica è prodotta a Oxford, nel Regno Unito, nonostante l’incertezza post-Brexit.MINI Cooper SE: 100% elettrica & 100% e-Kart Disponibile in un solo modello, con quattro allestimenti e cinque pacchetti che comprendono praticamente tutto: fari full led, volante sportivo in pelle con comandi multifunzione, sistema infotainment con navigatore touch screen, climatizzatore bizona con riscaldamento con pompa calore e interni sportivi. La versione provata disponeva anche di un eccellente impianto audio firmato “Harman/Kardon”, in grado sviluppare una potenza di ben 360 Watt!

 

Design

Il costruttore inglese ha voluto cambiare il meno possibile rispetto alla MINI “classica” 3 porte. L’elettrico utilizza la stessa piattaforma UKL e sia l’estetica che le dimensioni sono pressoché simili, ma non identiche. Per fare spazio alle batterie, senza compromettere l’altezza da terra, la MINI elettrica si è alzata di 18 mm ma il brand ha camuffato questo aumento di altezza mettendo passaruota più grandi e mantenendo così le proporzioni. Difficile accorgersene!

Dal punto di vista stilistico, alcuni elementi come la calandra o gli specchietti sono rifiniti in un “vistoso giallo” o in un “discreto grigio” per chi preferisce passare più inosservato. MINI è uscita dal seminato, scegliendo tonalità diverse, poiché quasi tutti i brand optano per il prevedibile verde o blu per i loro modelli elettrificati.

 

Interni

All’interno delle porte i cambiamenti sono sottili con alcuni elementi specifici di questa versione 100% elettrica. Il pezzo forte è la nuova strumentazione digitale con schermo da 5,5 pollici; nuova anche la leva del cambio di nuova concezione o la modanatura che corre lungo la parte anteriore del cruscotto con un tocco di giallo. Come ci si aspetterebbe da MINI, le opzioni di personalizzazione sono enormi, che si tratti di pacchetti o accessori con design, colori e materiali diversi.

L’abitabilità interna rimane invariata e lo stesso avviene per il vano di carico del bagagliaio, di 211 litri espandibili a 731 litri con i sedili posteriori abbattuti, esattamente la stessa capacità della MINI 3 porte con il motore termico.

 

Motore e pesi

Il motore elettrico sviluppa 184 CV e la potenza viene inviata alle ruote anteriori tramite una trasmissione con riduttore monostadio e differenziale integrato. Dal canto suo, la batteria agli ioni di litio con una capacità lorda di 32,6 kWh (il netto è 28,9 kWh) dispone di 96 celle suddivise in 12 moduli.

Anche se si tratta di una Mini elettrica, il “go-kart feeling” che il brand inglese vanta in tutti i suoi modelli è rimasto invariato, ed il divertimento non manca mai.

La Cooper SE offre interni di alta qualità con molte opzioni disponibili all’ordine; tutto sembra invariato, e non si percepisce nemmeno la sensazione di essere un po’ più alti rispetto al modello classico. Le differenze più evidenti sono in meglio: totale assenza di vibrazioni e una grande silenziosità in movimento. Su strada il rumore di rotolamento è un po’ più avvertibile, le sospensioni hanno una maggiore escursione e un assetto rigido, per favorire una guida sportiva anche tra le curve e per far fronte al peso extra.

Con 1.365 kg sulla bilancia, la MINI Cooper SE pesa 145 kg in più rispetto alla MINI 3 porte Cooper S Steptronic, ma il costruttore è stato in grado di gestire bene i chili in eccesso. Il peso aggiuntivo si trova alla base della vettura, in modo da abbassare il baricentro di 30 millimetri ed è stato anche opportunamente posizionato a forma di T, per ottenere una adeguata distribuzione dei pesi (59% sull’asse anteriore e 41% sul retro).

 

Su strada: risposta immediata e accelerazione sorprendente

Schiacciare sull’acceleratore si traduce in una risposta pressoché immediata, grazie a una coppia di 270 Nm che viene trasferita alle ruote anteriori quasi istantaneamente. Infatti, durante la nostra prova, abbiamo quasi sempre utilizzato la modalità ECO (anche per salvaguardare l’eventuale rischio dei punti patente!). Durante la guida il controllo di ritenzione può essere regolato su due livelli: il più basso ha un freno di 0,11 g e il più alto 0,19 g. Con il massimo grado di ritenzione, il sistema di recupero dell’energia frenante consente nella maggior parte dei casi di dimenticare il pedale del freno, come già accade con la BMW i3, BMW Group chiama “One Pedal Feeling”. Ad ogni avviamento del motore viene attivato di default il livello di recupero più alto.

L’accelerazione è davvero sorprendente, è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi, un valore eccellente se confrontato con i 6,7 secondi di cui ha bisogno la Hatch Cooper S automatica. La Cooper SE è decisamente divertente, con la schiena appoggiata allo schienale del sedile e quasi avvincente e sembra proprio di guidare un go-kart.

La velocità massima è di soli 150 km/h per una semplice questione di efficienza, comunque più che sufficienti. L’autonomia elettrica è di 235 chilometri secondo il ciclo WLTP, cifra adeguata a un veicolo urbano ma che ne limita sensibilmente l’utilizzo nell’affrontare i viaggi; nel corso del nostro test-drive siamo arrivati al massimo a circa 190 Km prima di effettuare la sosta ad una colonnina.

 

Ricarica e  modalità di guida

Il caricabatterie di bordo di tipo 2 ha una potenza di carica nominale di 11 kW. Sono necessarie poco più di 3 ore per ricaricare completamente la batteria in una wallbox monofase da 11 kW (2,5 ore fino all’80%). La MINI elettrica consente la ricarica rapida con una connessione CCS Combo 2 fino a un massimo di 50 kW e in tal caso è necessaria un’ora circa per la ricarica completa (35 minuti fino all’80%). Circa 15 ore connessa alla rete casalinga a 220V.

Ci sono quattro modalità di guida per la COOPER SE: le modalità SPORT, MID e GREEN sono già note nel resto dei modelli del marchio britannico. A questi si aggiunge un nuovo programma dal nome GREEN+ in cui le funzioni comfort aggiuntive come aria condizionata o sedili riscaldati vengono limitate o disattivate per aumentare l’autonomia.

La “Formula 1” è stata sdoganata in “Formula E”, quindi possiamo farlo anche con la MINI in “MINI e-Kart”. La MINI COOPER SE rimane una delle auto elettriche più divertenti che si possano trovare oggi sul mercato.