Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Raduni ed Eventi
  4. Land Rover rinvia il Raduno della Solidarietà

Land Rover rinvia il Raduno della Solidarietà

| 29 maggio 2012 19:23

Land  Rover  rinvia  il  Raduno  della  Solidarietà

 

In   seguito  alla  nuova  scossa  di  terremoto  che  ha  colpito  stamattina  l'Emilia Romagna, la  Land  Rover  Italia  rinvia  il  Raduno  della  Solidarietà  programmato  per  il  prossimo  week-end  nei  pressi  di  Parma, spiegando  le  motivazioni  della  scelta  in  questo  comunicato:

 

I tragici avvenimenti di oggi ci hanno portato alla determinazione di rinviare il “Raduno della Solidarietà”, organizzato insieme al Registro Italiano Land Rover, che si sarebbe dovuto tenere il 2 e il 3 giugno a Varano de' Melegari, vicino Parma. Il Raduno ha un significato particolarmente importante per Land Rover, in quanto legato ad un'iniziativa umanitaria a carattere internazionale in collaborazione con la Croce Rossa, che ha lo scopo di raccogliere 1 milione di sterline per un progetto di sanificazione dell’acqua in Uganda. L’Italia, grazie a questo evento, avrebbe contribuito al raggiungimento dell’obiettivo finale. Ma il violento sisma che ha sconvolto l’Emilia ci ha, al momento, imposto una nuova priorità. Fermo restando che nel corso dell’anno cercheremo di riorganizzare un nuovo Raduno della Solidarietà per la raccolta di fondi per l’Uganda, al momento il nostro pensiero va al nostro Paese ed alla situazione di estremo disagio in cui sono costretti a convivere migliaia di nostri connazionali. Perciò, abbiamo provveduto immediatamente a preparare due Discovery che contiamo di consegnare alla Croce Rossa ed alla Protezione Civile entro la fine di questa settimana. Nel frattempo, Jaguar Land Rover Italia sta studiando altre forme d’intervento per contribuire a sostenere gli enti che in queste ore stanno lavorando per alleviare, per quanto possibile, i disagi della popolazione coinvolta nel sisma. Jaguar Land Rover, che ha da sempre collaborato con la Croce Rossa ed altri enti governativi in attività a supporto della collettività e delle popolazioni più in difficoltà, non poteva rimanere insensibile a questa tragedia che sì è abbattuta sul nostro Paese.




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori