Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. GRANTURISMO
  4. Bugatti Veyron Jean-Pierre Wimille

Bugatti Veyron Jean-Pierre Wimille

| 28 agosto 2013 00:38

Bugatti  Veyron  Jean-Pierre  Wimille

 

Sono passati quattordici anni dal debutto della prima Veyron, esposta in anteprimaBugatti  Veyron  Jean-Pierre  Wimille mondiale come concept car (EB 164) al Salone di Tokyo nel 1999, e dieci dall'arrivo sul mercato (2003).  E ancora oggi il fascino della Bugatti, considerata la più potente, costosa e veloce supercar prodotta al mondo conserva inalterato tutto il suo appeal.  Il marchio di lusso francese, con la sua ricca storia e unica nel settore dell'automotive, ha annunciato una serie ancora più eslusiva battezzata  "Les Légendes de Bugatti", realizzata per celebrare i suoi eroi.  Nomi famosi che hanno giocato un ruolo determinante nella sua storia e che hanno contribuito a creare la sua leggenda.  Nel novantesimo anniversario della 24 Ore di Le Mans, la prima "leggenda" è dedicata a una personalità di spicco  nella storia degli sport motoristici e intimamente collegato con l'azienda Bugatti: Jean-Pierre Wimille, il pilota  francese che ha conquistato con la Bugatti dueBugatti  Veyron  Jean-Pierre  Wimille vittorie a Le Mans. "Questo marchio è stato in gran parte definito da personalità eccezionali e da momenti storicamente rilevanti", ha dichiarato Wolfgang Schreiber, Presidente di Bugatti Automobiles S.A.S., " e vogliamo raccontare la storia del marchio attraverso queste leggende atti e allo stesso tempo creare un collegamento tra il presente e il passato".  La leggenda di Bugatti "Jean-Pierre Wimille" si riferisce ai successi dell'omonimo pilota che ha vinto due volte con la Bugatti alla 24 Ore di Le Mans: nel 1937, guidando una Bugatti Type 57G Tank (co-pilotato da Robert Benoist), ripetendo l'impresa nel 1939 con una Bugatti Type 57C Tank (co-pilotato da Pierre Veyron).  La Bugatti Veyron Jean-Pierre Wimille adotta la stessa livrea della mitica 57G Tank, con le due classiche tonalità di celesteBugatti  Veyron  Jean-Pierre  Wimille chiaro e blu scuro. "La combinazione dei materiali e dei colori selezionati, così come una miriade di dettagli, danno riferimento alle caratteristiche essenziali dei modelli classici guidati da quelle figure a cui la nostra edizione rende omaggio", ha spiegato Achim Anscheidt, capo progettista alla Bugatti, "e in ogni caso  questa cura ha portato nei veicoli l'autenticità del passato combinata con il design moderno, le superlative doti sportive e il lussuoso comfort della Bugatti come icona del presente. Con queste leggende Bugatti stiamo ricostruendo la storia nella produzione moderna".  Le sei leggende Bugatti sono tutte basate sulla Veyron 16.4 Grand Sport Vitesse WRC.  Questa super sport car, lanciata nella primavera del 2012, è ufficialmente la roadster di serie più veloce del mondo dopo la conquista del record (408,84 km/h) nell'aprile 2013.  EquipaggiataBugatti  Veyron  Jean-Pierre  Wimille con un motore W16  di 8.0 litri (1.200 CV, 1.500 Nm), la Vitesse accelera da 0 a 100 km/h in 2,6 secondi.  Come nel caso di altri modelli esclusivi, anche la Bugatti Veyron Jean-Pierre Wimille sarà un lusso riservato a pochi in quanto la produzione sarà limitata a soli tre esemplari.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori