Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. TRUCKS & VAN
  4. VW Veicoli Commerciali: 260.000 veicoli nel 1° semestre

VW Veicoli Commerciali: 260.000 veicoli nel 1░ semestre

| 27 luglio 2019 18:17

VW Veicoli Commerciali: 260.000 veicoli nel 1° semestre

Volkswagen Veicoli Commerciali registra l'importante risultato di quasi 260.000 veicoli consegnati nel primo semestre.

Da gennaio a giugno Volkswagen Veicoli Commerciali ha consegnatoVW Veicoli Commerciali: 260.000 veicoli nel 1° semestre 259.400 Transporter, Caddy, Amarok e Crafter a clienti sparsi in tutto il mondo. Un valore che eguaglia esattamente quello raggiunto lo scorso anno nello stesso periodo. Grazie ai 182.800 veicoli consegnati ai clienti dell’Europa Occidentale, è stato possibile superare le consegne dello scorso anno, facendo così registrare una crescita dell’1,4%. Stabile il mercato interno tedesco con 68.100 veicoli consegnati (-0,3).

Europa
Il volume delle consegne in Europa Occidentale è stato influenzato soprattutto dai mercati principali:
- Germania: 68.100 veicoli (-0,3%)
- Regno Unito: 26.100 veicoli (+6,3%)
- Spagna: 10.200 veicoli (+20,7%)
- Francia: 10.100 veicoli (+1,5%)
- Italia: 7.200 veicoli (+9,6%)
In Europa Orientale dall’inizio dell’anno sono stati consegnati 23.900 veicoli (+16.5%).

Nord America e Sud America
Il brand ha consegnato 4.500 veicoli (+23,7%) ai clienti messicani (mercato nordamericano) e 19.100 (-15.5%) a quelli del Sud America.

Africa
Da gennaio sono stati consegnati 11.700 veicoli (+43.8%).

Asia-Pacifico e Medio Oriente
Nella regione Asia-Pacifico sono stati consegnati ai clienti 11.800 veicoli (-11.0%), mentre in Medio Oriente sono stati 5.500 (-49,3%).

Consegne dei veicoli del marchio suddivise per modello (gennaio – giugno 2019):
Gamma T: 103.300 veicoli (-3,5%)
Caddy: 82.500 veicoli (-2,3%)
Amarok: 37.200 veicoli (-9,2%)
Crafter: 36.100 veicoli (+34,9%)

Giugno 2019
A giugno Volkswagen Veicoli Commerciali ha consegnato 44.400 veicoli in tutto il mondo (-10,0%). Tale valore risulta tuttavia negativo solo a confronto con quello del giugno 2018, mese in cui, dopo la temporanea sospensione delle consegne dei T6 immatricolati come autovetture, le consegne erano riprese facendo registrare valori eccezionalmente elevati.