Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Test Drive: Land Rover Discovery Sport HSE

Test Drive: Land Rover Discovery Sport HSE

Stefano Signori | 25 maggio 2015 10:10

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

Destinata a riscuotere ampi consensi anche presso l’esigente clientela italiana, la nuova arrivata punta diritto al cuore del segmento delle sport-utility compatte di categoria premium, abbinando ad un’estetica decisamente accattivante una versatilità senza precedenti, tanto da offrire, a richiesta, la pratica configurazione a 5+2 posti.

 

Alla scoperta di nuovi mondi o meglio di nuove declinazioni del concetto di SUV, la Land Rover ha affidato alla neonata Discovery Sport il compito di sostituire la Freelander, anticipando con questo inedito modello, le linee guida che caratterizzeranno l’imminente evoluzione di tutta la gamma Discovery. Destinata a riscuotere ampi consensi anche presso l’esigente clientela italiana, la nuova arrivata punta diritto al cuore del segmento delle sport-utility compatte di categoria premium, abbinando ad un’estetica decisamente accattivante (chiaramente ispirato al look esclusivo dell’Evoque)  una versatilità senza precedenti, tanto da offrire, a richiesta, la pratica configurazione a 5+2 posti. Rispetto alla Discovery tradizionale, la versione Sport cambia quindi totalmente registro ed abbandonate le linee spigolose per non dire austere della sorella maggiore, propone uno stile estremamente moderno e dinamico, che fin dal primo sguardo infonde un’immagine di solidità ed allo stesso tempo di sicurezza. Il design filante siTest Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury sposa infatti con una fruibilità da primato, che favorisce una visibilità a 360°, un’accessibilità ottimale ed un bagagliaio facilmente adattabile alle più disparate esigenze di carico. Molto riuscito è anche l’abitacolo, di categoria premium per quanto riguarda la qualità dei rivestimenti e l’accuratezza dell’assemblaggio che, senza tuttavia eccedere nel lusso, propone il meglio dell’attuale produzione Land Rover a cominciare dalle avanzate tecnologie di infotainment. Disponibile al momento del debutto unicamente nei modelli con trazione integrale ai quali si aggiungeranno presto anche quelli 4x2, la nuova Discovery Sport in attesa di montare gli inediti propulsori Euro 6 della famiglia Ingenium, si affida nelle versioni più richieste, ai collaudati turbodiesel ad iniezione diretta common rail di 2.2 litri da 150 e 190 cavalli, gli stessi in pratica montati sulla Freelander. Equipaggiata con l’unità a gasolio più potente, la Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury utilizzata per il nostro test, raggiunge i 188 km/h di velocità massima e scatta da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi. Grazie anche alla presenza del dispositivo Start&Stop, i consumi sono piuttosto contenuti, risultando nell’uso quotidiano solo di poco superiori ai 6,1litri/100 km dichiarati dalla Casa. Dotata di trazione integrale permanente con “Terrain Response”, che le permette di muoversi senza problemi anche sui terreni più accidentati, la nuova Discovery Sport a dispetto del ricco equipaggiamento di serie, può essere personalizzata con un’infinità di accessori, tra i quali spicca l’efficiente cambio automatico ad 9 rapporti, che esalta ulteriormente il carattere dinamico e grintoso di questo indovinato modello.

 

TRAZIONE 4X4

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE LuxuryPer muoversi in totale sicurezza su qualsiasi percorso, la nuova Discovery Sport dispone del sofisticato sistema di trazione integrale Efficient Driveline che, sfruttando un giunto centrale Haldex a controllo elettronico, varia continuamente la distribuzione della coppia motrice tra i due assi, così da garantire un’eccellente motricità off-road ed una maggiore agilità su asfalto. Per migliorare il grip  nelle partenze da fermo, la trazione integrale è sempre inserita, ma durante la marcia in condizioni di normale aderenza ed a velocità superiore a 35 km/h, una frizione disinnesta tutti i componenti 4x4, così da ridurre le perdite di attrito, favorendo i consumi e le emissioni di CO2. Se il sistema rileva lo slittamento di una ruota o di una guida più dinamica, la trazione integrale viene reinserita in meno di 350 millesecondi. Tutte le Discovery Sport dispongono anche del Terrain Response, lo speciale dispositivo elettronico che adatta automaticamente la trazione al fondo stradale che si deve affrontare. I programmi a disposizione sono: guida generica, erba/ghiaia/neve, fango e sabbia.   

 

VERSIONI & PREZZI

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE LuxuryAl momento del debutto sul mercato italiano, la nuova Discovery Sport è proposta in una gamma di 12 versioni  a trazione integrale permanente 4WD, con tre motorizzazioni  (a benzina di 2.0 litri da 240 cv e turbodiesel di 2.2 litri da 150 o 190 CV) e 4 livelli di allestimento (S, SE, HSE, HSE Luxury). I modelli con motore a benzina sono equipaggiati di serie con cambio automatico a 9 marce, mentre quelli con propulsore a gasolio montano una trasmissione manuale a 6 rapporti. Questi sono i prezzi su strada:

DISCOVERY SPORT 2.0 Si4 S  € 40.200

DISCOVERY SPORT 2.0 Si4 SE  € 44.700Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

DISCOVERY SPORT 2.0 Si4 HSE  € 50.200

DISCOVERY SPORT 2.0 Si4 HSE Luxury  € 56.100

DISCOVERY SPORT 2.2 TD4 S  € 35.600

DISCOVERY SPORT 2.2 TD4 SE  € 40.100

DISCOVERY SPORT 2.2 TD4 HSE  € 45.600

DISCOVERY SPORT 2.2 TD4 HSE Luxury  € 51.500

DISCOVERY SPORT 2.2 SD4 S  € 37.800

DISCOVERY SPORT 2.2 SD4 SE  € 42.300

DISCOVERY SPORT 2.2 SD4 HSE  € 47.800

DISCOVERY SPORT 2.2 SD4 HSE Luxury  € 53.700


EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE LuxuryDi serie: airbag frontali, laterali ed a tendina, ABS con EBD, climatizzatore automatico bi-zona,  impianto stereo con comandi al volante, fari allo xeno, controllo elettronico della stabilità DSC, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, fendinebbia, interni in pelle, cruise control, sistema Start&Stop, Terrain Response,  HDC (Hill Descent Control), sedili anteriori regolabili elettricamente, sensori di parcheggio, telecamera posteriore, navigatore satellitare, cerchi in lega da 19”.

Optional: cambio automatico a 9 marce (2.420 euro), cerchi in lega da 20” (1.230 euro), Keyless Entry (670 euro), terza fila sedili (1.330 euro), vernice metallizzata (820 euro).

 

ON ROAD

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE LuxuryProgettata e sviluppata per garantire un utilizzo polivalente su strada e off-road, la nuova Discovery Sport abbina ad una veste decisamente intrigante, l’immancabile efficienza e robustezza che da sempre contraddistinguono tutte le 4x4 del marchio Land Rover. In particolare, per rimarcare ulteriormente l’eclettica personalità di questo grintoso modello, la casa di Solihull ha studiato specifiche soluzioni tecniche al fine di migliorare il comportamento stradale, senza comunque penalizzare la marcia sui terreni più accidentati. Così ad una scocca estremamente robusta, che combina acciai ad alta resistenza ed elementi in alluminio, si aggiunge l’innovativo assale posteriore multilink, che contribuisce ad offrire diversi vantaggi, quali un’ineguagliabile agilità su asfalto ed un’eccellente capacità off-road, ma anche una notevole riduzione della rumorosità nell’abitacolo, poiché le torri delle sospensioni posteriori invadono solo in maniera marginale il bagagliaio. Versatilità e comfort di bordo sono certamente le carte vincenti della nuova Discovery Sport, che gratifica il conducente anche con una posizione di guida elevata in grado di favorire un’ottima visibilità in tutte le direzioni e con prestazioni di ottimo livello, derivanti principalmente dalla brillantezza del collaudato turbodiesel di 2.2 litri da 190 cavalli. Abbinato al cambioTest Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury automatico a 9 rapporti, il generoso quattro cilindri ad iniezione diretta common rail sfrutta al meglio la ragguardevole coppia a disposizione che, raggiungendo il valore massimo di 420 Nm a soli 1.750 giri, favorisce non poco le fasi di accelerazione e ripresa. Grazie alla presenza dell’innovativo sistema di trazione integrale permanente con Efficient Driveline e dei vari dispositivi elettronici quali il controllo elettronico della stabilità DSC e della trazione ETC, la tenuta di strada è sempre di altissimo livello e permette di mantenere medie decisamente elevate anche sul bagnato. 

 

OFF-ROAD

Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE LuxuryPur senza eguagliare le eccezionali doti off road della Discovery tradizionale, la nuova versione Sport è pur sempre una Land Rover e come consuetudine della casa britannica vanta un comportamento fuoristradistico di tutto rispetto. Le sospensioni progettate per “copiare” il terreno nel miglior modo possibile, gli angoli di attacco, dosso e uscita ottimizzati ed il servosterzo elettrico tarato per minimizzare il kickback in off road, sono solo alcuni tra gli elementi affinati nel corso di probanti test, per forgiare la tempra della Discovery Sport, che si muove con la massima disinvoltura anche su terreni particolarmente accidentati. La rilevante altezza da terra e l’ampia escursione delle sospensioni, costituiscono poi  un’ulteriore garanzia per consentire alla grintosa sport utility inglese di superare alla grande anche gli ostacoli più impegnativi. Non a caso infatti la Discovery Sport può affrontare senza problemi pendenze di 45° e guadi di 600 mm, il tutto con la massima sicurezza ed affidabilità. Anche nelle situazioni più impegnative del resto, il guidatore ha a sua disposizione tutta una serie di raffinati dispostivi elettronici, quali il Terrain Response o l’HDC (Hill Descent Control), che facilitano non poco la conduzione e gli permettono di concentrarsi unicamente sul percorso da seguire. 

 

LA TECNICA IN SINTESI

Telaio: monoscocca, 5 porte, 5 postiTest Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

Motore: anteriore trasversale,  4 cilindri in linea, ciclo diesel

Cilindrata: 2.179 cc

Potenza max: 190 CV a 3.500 giri

Coppia max: 420 Nm a 1.750 giri

Distribuzione: 2 alberi a camme in testa, 16 valvole

Alimentazione: forzata con turbocompressore, intercooler, iniezione diretta common rail

Dimensioni: lunghezza 4.599 mm, larghezza 2.069, altezza 1.724, passo 2.741, carreggiate 1.621/1.630Test Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

Peso a vuoto: 1.755 kg

Capacità serbatoio: 65 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, schema MacPherson

Sospensioni posteriori: indipendenti, tipo Multilink

Pneumatici: 255/50 R19

Freni: a disco autoventilanti, ABS, EBD

Cambio: automatico a 9 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomandoTest Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

Angolo di attacco: 25°

Angolo di dosso: 21°

Angolo di uscita: 31°

Altezza minima da terra: 212 mm

Capacità di guado: 600 mm

Diametro di svolta: 11,6 m

Velocità massima: 188 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 8,9 sec.

Emissioni medie di CO2: 161 gr/kmTest Drive: Land Rover Discovery Sport 2.2 SD4 HSE Luxury

Consumi

Percorso urbano: 7,2 litri/100 km

Percorso extraurbano: 5,4 litri/100 km

Percorso misto: 6,1 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori