Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Club 4x4
  4. 22° RADUNO CARNIA 4X4 Memorial Titta Concina

22░ RADUNO CARNIA 4X4 Memorial Titta Concina

Giusy Concina | 24 giugno 2018 19:01

22° RADUNO CARNIA 4X4 Memorial Titta Concina

Si è svolta domenica 17 giugno nella splendida cornice delle vallate Carniche l’edizione numero 22 del Raduno Carnia 4x4, organizzato dal Fuoristrada Club Tolmezzo.

 

Al via si sono radunati 54 partecipanti nelle varie categorie:22° RADUNO CARNIA 4X4 Memorial Titta Concina auto, quad, atv; provenienti da tutte le regioni d’Italia, dalla Slovenia, dalla Germania e per la prima volta dall’Olanda. Infatti Anke De Stefano è originario italiano, ma nato e vive in Olanda, e con la sua Toyota L200 ha deciso di venire a vedere i luoghi d’origine della sua famiglia, emigrata nel paese dei tulipani subito dopo la fine della prima guerra mondiale nel 1919.

Un’altra new entry è stata quella del gruppo Jeepers USA di Stanza alla Base di Aviano; con 4 veicoli Jeep, per la prima volta sono arrivati in Carnia Albert Rullan dalla California, Sawyer Spawding dal Texas, Mason Gibson dal Kentucky, Harry Blanks dal South Dakota.

Naturalmente non sono mancati gli equipaggi friulani e carnici con ogni sorta di veicolo, tra cui anche una simpatica piccola Fiat Panda 4x4, condotta da Silvio Casarsa e Massimo Petris, che ha avuto modo di sfidare i mastodontici 4x4 in guadi di tutto rispetto, uscendone comunque indenne.

Il percorso  ha avuto inizio come tradizione vuole da Tolmezzo, il cui Comune ha ancora una volta concesso il patrocinio. Un’abbondante colazione a base di caffè e dolci tipici della locale Pasticceria De Marchi, poi un briefing veloce per spiegare nel dettaglio il tracciato e quindi i partecipanti hanno avuto modo di scoprire le bellezze delle zone di Villa Santina, Enemonzo, Cavazzo, Amaro, Verzegnis, scoprendo luoghi suggestivi ed accoglienti.

Un primo tratto di piste campagnole ha portato la nutrita carovana al Caseificio di Enemonzo, per gustare i prodotti a base di latte proveniente dalle vallate e dalle malghe circostanti; poi la parte off-road è diventata più impegnativa con fiume, pietre, acqua e guadi. Seguendo un road-book per una lunghezza complessiva di 103 chilometri, si è passati da percorsi pietrosi a piste fangose, a strade che si inerpicano tra le montagne sotto alte conifere e boschi di tiglio dai colori particolarmente caldi.

Lungo il percorso non sono mancate le soste gastronomiche e, soprattutto, le prove di abiità e di guida in fuoristrada. Queste hanno permesso la realizzazione di una classifica, redatta dagli organizzatori capitanati da Valter Marcon, che ha visto al vertice gli equipaggi di Trieste, rispettivamente: Ulisse Zacchetti con Range Rover, Ivan Kochan con Suzuki Jimny, Riccardo Bernic con Nissan Patrol. Nella categoria Quad c’è stato un primo posto pari merito tra Diego Sartor con un can-am e Simone Quaglia di Resia con un Polaris; terzo classificato Ugo Sboroni su Artic Cat di Tavagancco. I vincitori hanno ricevuto, oltre alla tradizionale coppa, un abbonamento per un anno a una rivista specializzata in 4x4 e i biglietti omaggio per visitare i parchi di Caneva World e Movieland a Lazise Verona.

Una classifica a parte è stata redatta per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti; infatti il Raduno Carnia 4x4 unisce al divertimento l’aspetto ecologico. Così gli appassionati che lo desiderano, possono raccogliere eventuali rifiuti portati a valle dalle piene invernali, c’è poi il transito alla Piazzola Ecologica di Tolmezzo, ove vengono pesati e riposti. Il vincitore è stato l’equipaggio di Marino Gianossi con Mitsubishi Pajero, che ha brindato con il vino delle Cantine di Rauscedo ed ha ricevuto anche una macchina da caffè Lavazza, per fare il pieno di energia ogni giorno.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori