Siete qui:

  1. Home
  2. Storia del 4x4
  3. Land Rover Story
  4. CAPITOLO 67: Ginevra 2004 - Arriva la Range Stormer

CAPITOLO 67: Ginevra 2004 - Arriva la Range Stormer

| 23 dicembre 2011 14:26

CAPITOLO 67: Ginevra 2004 - Debutta la Range Stormer

 

L'edizione 2004 del Salone di Ginevra vede il debutto in anteprima europeaCAPITOLO 67: Ginevra 2004 - Debutta la Range Stormer della Range Stormer, la prima concept car ad elevate prestazioni prodotta dalla Land Rover, che anticipa pubblicamente il futuro orientamento dell'Azienda di Solihull.  Questa concept prefigura inoltre anche un nuovo modello con il quale la Land Rover entrerà in un segmento di mercato dove la Casa inglese non è ancora presente.  Un modello che andrà ad aggiungersi alla sua gamma attuale. “La Range Stormer, con il suo V8 sovralimentato è un ‘assaggio’ del nostro prossimo ingresso in un segmento in rapida crescita quale è quello delle Sport Utility ad alte prestazioni”, ha dichiarato in occasione della presentazione a Ginevra Matthew Taylor (all'epoca Managing Director della Land Rover), precisando che “il veicolo di serie che neCAPITOLO 67: Ginevra 2004 - Debutta la Range Stormer scaturirà ne riprenderà molte delle sue innovazioni stilistiche e tecnologiche. Esso è stato fortemente concepito come veicolo dalle elevate qualità stradali e, nel contempo, al vertice della classe nel fuoristrada, come d’altronde tutte le Land Rover”.  Il direttore del design Land Rover Geoff Upex ha aggiunto che “La sfida consisteva nel trasferire gli stilemi fondamentali del design Land Rover in un concetto di ‘macchina’ ad alte prestazioni che apparisse potente, muscolosa e tagliente. Certamente noi vogliamo rimpiazzare l’ormai familiare aspetto dei nostri veicoli, e, nel contempo, esser certi che Range Stormer sia in modo palese un veicolo autenticamente Land Rover”.  Le nuove tecnologie preannunciate da questa “concept car” includono un pianale completamente nuovo, che costituirà la base di partenza di tutti i futuri modelli full-size della Land Rover.  Questo pianale, esclusivo per la Land Rover, evoluto e completamente integrato, costituirà le fondamenta dei modelli di serie ispirati alla Range Stormer. Il “Terrain Response” è un’altra delle principali innovazioni.  Questa nuova tecnologia Land Rover (esemplare per funzionalità e semplice da utilizzare) ottimizza l’intero set-up del veicolo, dalle sospensioni al propulsore, dalla risposta dell’acceleratore al controllo della trazione, assicurando il massimo della stabilità e del dominio sia su asfalto sia in fuoristrada. Il guidatore deve semplicemente portare il selettore del “Terrain Response” su una delle sei modalità disponibili, e che vanno da quella “dynamic” (ideale per la marcia ad alte velocità) alla “deep ruts” (ovvero fondi molto sconnessi) per il fuoristrada estremo.  “Nei nostri veicoli futuri ci sarà una crescente quantità di tecnologie innovative” ha concluso Matthew Taylor, “ma si tratta di tecnologie che non complicano, bensì rendono più semplice la guida, come il “Terrain Response”.




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori