Siete qui:

  1. Home
  2. SUV
  3. Test estremi per la Porsche Cayenne MY 2018

Test estremi per la Porsche Cayenne MY 2018

| 22 agosto 2017 17:01

Test estremi per la Porsche Cayenne MY 2018

In attesa della presentazione ufficiale della nuova Porsche Cayenne, in occasione del prossimo Salone di Francoforte, la Casa di Stoccarda ha diffuso un serie di immagini sul veicolo impegnato in numerosi test estremi nelle più disparate condizioni ambientali.

 

Le immagini rilasciate dalla Porsche sulla nuova Cayenne Model Year 2018 siTest estremi per la Porsche Cayenne MY 2018 vedono diversi prototipi e veicoli pre-serie impegnati in una serie di test estremi nelle più disparate condizioni ambientali, dalle dune di sabbia del deserto di Dubai agli sterrati polverosi della Death Valley, dalle piste ghiacciate dell'Alaska al traffico caotico delle metropoli cinesi.

Nel comunicato della Porsche viene dichiarato che i veicoli in prova hanno completato un programma di 4,4 milioni di chilometri dal 2014 ad oggi in tutte le condizioni di guida; sia in quelle estreme che nelle situazioni di traffico su strade, autostrade e traffico urbano, mentre per i test in velocità non sono mancate le prove sui maggiori circuiti in internazionali come Nurburgring e Hockenheim, e sul famosoTest estremi per la Porsche Cayenne MY 2018 anello di Nardò.

La terza generazione della Cayenne ha anche dovuto sopportare il traffico di arresto nelle condizioni calde e umide delle città cinesi”, ha spiegato Porsche, “e una serie di prove europee in Svezia, Finlandia e Spagna, mentre per completare gli estesi test on&off-road i veicoli sono stati trasportati in Sudafrica, Giappone e Nuova Zelanda”.

La nuova Porsche Cayenne MY 2018 debutterà in anteprima mondiale il 29 agosto, mentre il pubblico potrà ammirarla il mese prossimo in occasione del Salone di Francoforte (14-24 settembre).

Oltre ad una evoluzione nel design, la terza generazione di Cayenne sarà equipaggiata con due motori a benzina (V6 e V8 Turbocharged) e alcune varianti ibride plug-in che dovrebbero entrare nella gamma successivamente; anche le versioni diesel, a causa delle ripercussioni legate allo scandalo sulle emissioni, verranno introdotte in un secondo tempo almeno sui mercati europei.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori