Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. Awards
  4. Toyota RAV4 ottiene le 5 stelle Euro NCAP

Toyota RAV4 ottiene le 5 stelle Euro NCAP

| 22 maggio 2019 17:10

Toyota RAV4 ottiene le 5 stelle Euro NCAP

Il nuovo Toyota RAV4 conquista le 5 stelle nei nuovi e più rigidi test Euro NCAP 2019 - Un successo dovuto alla piattaforma Toyota New Global Architecture (GA-K) - Il sistema di sicurezza Toyota Safety Sense 2.0 è di serie su tutte le versioni di RAV4.


Lanciato all’inizio del 2019, il nuovo RAV4 di Toyota ha ottenuto le 5 stelle nel nuovo e più severo regime di test condotto dall’organismo European New Car Assessment Programme, registrando risultati eccellenti in tutte le 4 categorie Euro NCAP. L’ottima performance dimostrata nei crash test dal nuovo RAV4 è stata ottenuta grazie alla piattaforma Toyota New Global Architecture, che sfrutta al meglio alcuni rinforzi strategici e presenta componenti in acciaio ad elevata rigidità per migliorare l’assorbimento degli impatti.
In linea con l’obiettivo di democratizzazione delle nuove tecnologie per la sicurezza, tutti i modelli di RAV4 dispongono del sistema di sicurezza Toyota Safety Sense 2.0 di serie, che include oggi le versioni aggiornate di diversi sistemi, tra cui quelli Pre-Collisione (PCS), Cruise Control Adattivo (ACC), Avviso Superamento Corsia (LDA), Riconoscimento Segnaletica Stradale (RSA) e Abbaglianti Automatici (AHB). Il pacchetto introduce i nuovi sistemi Cruise Control Adattivo Full Range con Stop&Go e il Mantenimento Attivo delle Corsia (LTA), per un supporto alla guida senza precedenti.
Il sistema di pre-collisione in dotazione sul nuovo RAV4, ha ottenuto il massimo punteggio nei test a velocità ridotte (quelle tipiche dei contesti urbani), riuscendo a prevenire qualsiasi tipo di impatto con tutte le velocità previste dai test; il sistema di sicurezza Toyota Safety Sense 2.0 ha dimostrato una buona performance anche con velocità più sostenute: in caso di avvicinamento ad un veicolo fermo oppure a una vettura in fase di decelerazione, gli impatti sono stati evitati nella maggior parte dei casi e le conseguenze minimizzate negli altri.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori