Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. TRUCKS & VAN
  4. 4MOTION: Trazione senza compromessi

4MOTION: Trazione senza compromessi

| 22 marzo 2017 19:35

 4MOTION: Trazione senza compromessi

Volkswagen Veicoli Commerciali arricchisce la gamma a trazione integrale - Grazie alla trazione integrale 4MOTION, il nuovo Transporter Rockton è in grado di raggiungere qualsiasi posto di lavoro - Il nuovo Multivan PanAmericana è stato progettato per i globetrotter che amano mettersi alla guida di un Bulli - Il nuovo modello speciale Caddy Edition 35 debutta con equipaggiamenti esclusivi e trazione integrale - Il nuovo Amarok 4MOTION è ancora più interessante grazie ai motori TDI V6 e a una gamma di allestimenti ampliata.

 

Da oltre trent’anni i modelli a trazione integrale occupano una posizione di particolare rilievo all’interno della gamma di veicoli commerciali Volkswagen. Il motivo è chiaro: quattro ruote motrici (4MOTION per la Volkswagen Veicoli Commerciali) sono in grado di garantire mobilità laddove altre tipologie di trazione sono costrette a gettare la spugna. Nel 2017 la Casa tedesca, specializzata in soluzioni su misura per la mobilità, amplia ulteriormente la propria gamma di veicoli a quattro ruote motrici, presentando moderni veicoli “tuttofare”, equipaggiati, di serie o a richiesta, con la trazione integrale 4MOTION. I loro nomi sono: Caddy Edition 35 e Alltrack, Transporter Rockton, Multivan PanAmericana, Amarok Comfortline e Amarok Canyon. Minimo comune denominatore di tutti questi veicoli commerciali Volkswagen? Trazione senza compromessi.

 

4MOTION – Massima trazione ed elevati pesi rimorchiabili

I modelli 4MOTION della Volkswagen Veicoli Commerciali affrontano la marcia su ogni terreno e nelle condizioni atmosferiche più avverse con sicurezza esemplare. Si trovano a proprio agio sia su strade accidentate e cantieri che in presenza di neve, fondi sdrucciolevoli o aquaplaning. I modelli 4MOTION sono, inoltre, veicoli da traino ideali, forti di pesi rimorchiabili elevati (fino a 3.500 kg a seconda del modello), caratteristiche di marcia equilibrate e sistemi di assistenza intelligenti di cui sono dotati.

 

Integrale è “trendy” – Le vendite dei modelli 4MOTION decollano

 4MOTION: Trazione senza compromessiI dati parlano chiaro: un numero sempre maggiore di aziende e Clienti privati della Volkswagen Veicoli Commerciali punta sulla trazione integrale. Nel 2016 sono stati venduti a livello mondiale 477.000 veicoli commerciali Volkswagen, di cui circa 88.500 con trazione integrale 4MOTION: ovvero uno su cinque, considerando la gamma Caddy, la gamma T e Amarok. Prendendo come esempio il Caddy, la quota dei modelli 4MOTION raggiunge quasi il 10% (22% a livello italiano), toccando addirittura il 60% nei mercati dove la trazione integrale è tradizionalmente più diffusa, come la Norvegia. In Svizzera più di un Caddy su tre è equipaggiato con la trazione integrale 4MOTION (36%), in Austria quasi uno su tre (29,4%) e in Italia poco meno di uno su quattro (22%). Scenario simile anche per quanto riguarda la gamma Transporter: a livello internazionale una media del 23% di tutti i Transporter, Caravelle, Multivan e California è attualmente ordinata in versione 4MOTION. Anche in questo caso è nuovamente la Norvegia a fare la parte del leone con circa l’83%. In Germania e in Italia circa un veicolo su quattro appartiene alla gamma T, in Svizzera e in Austria quasi uno su due. Anche il nuovo Crafter sarà prossimamente disponibile con trazione integrale. Anche l’Amarok, commercializzato attualmente in Europa con trazione integrale permanente di serie, contribuisce ad accrescere la quota 4MOTION dei Veicoli Commerciali Volkswagen; nell’estate 2017 sarà proposta anche una versione a trazione posteriore. A livello mondiale quasi un Amarok su due (oltre il 46%) è equipaggiato attualmente con trazione integrale 4MOTION. Tra i mercati europei più importanti per la Volkswagen Veicoli Commerciali in relazione alle vendite di tutti i modelli 4MOTION figurano Germania, Austria, Svizzera, Paesi scandinavi e Gran Bretagna. Anche in Centro e Sud America nonché in Australia la Volkswagen Veicoli Commerciali riscuote grande successo con le proprie versioni 4MOTION, raggiungendo significative quote di mercato grazie soprattutto all’Amarok.

 

Caddy 4MOTION – Capolavoro di spaziosità in veste compatta

 4MOTION: Trazione senza compromessiIl Caddy rappresenta l’ingresso nel mondo dei modelli 4MOTION della Volkswagen Veicoli Commerciali. La nuovissima generazione di questo van compatto è stata lanciata sul mercato solo nel 2015; nuove versioni (come il Caddy Family) si sono poi aggiunte alla gamma nel corso del 2016. L’ultimo nato in ordine di tempo è il Caddy Edition 35, presentato recentemente e disponibile con trazione integrale. La gamma spazia dalle versioni furgone e kombi concepite per l’uso professionale, alle linee di allestimento Trendline, Comfortline e Highline, predilette da chi ne fa un utilizzo privato, fino alla versione Beach, ideale per godersi il tempo libero. Tutte queste versioni del Caddy 4MOTION possono essere ordinate a richiesta nella versione Caddy Maxi con passo lungo (3.006 invece di 2.681 mm). Sotto il profilo estetico il Caddy Alltrack, generalmente offerto con passo corto, rappresenta l’anello di congiunzione con i modelli off-road del Marchio. Assoluta novità è, invece, rappresentata dal Caddy Edition 35, con cui la Volkswagen Veicoli Commerciali celebra degnamente il 35° compleanno della gamma. Le principali caratteristiche del modello speciale sono l’elevata funzionalità, arricchita con esclusivi elementi di design e una sobria dose di dinamismo. Il passo misura 2.681 mm. Il Caddy Edition 35 4MOTION è disponibile (come tutti gli altri modelli a trazione integrale della gamma) con due brillanti motori turbodiesel a iniezione diretta (TDI), che sviluppano rispettivamente 122 e 150 CV di potenza. Il 122 CV è sempre abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti, mentre il Caddy 150 CV monta di serie il cambio a doppia frizione a 6 rapporti (DSG). 


Gamma T con 4MOTION – Icone a trazione integrale

 4MOTION: Trazione senza compromessiIl Transporter di sesta generazione presentato nel 2015 è una vera e propria icona. A 70 anni esatti da quando l’importatore Volkswagen olandese Ben Pon ebbe un’idea geniale e “inventò” la gamma, al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra la Volkswagen Veicoli Commerciali ha svelato il Bulli 70 anni, il modello speciale che ne è emanazione diretta. Il 1984 è stato invece l’anno del debutto del primo Bulli ufficiale a trazione integrale, il T3 con denominazione aggiuntiva syncro, che ha dato inizio alla storia di successi dei modelli a trazione integrale della Volkswagen Veicoli Commerciali. Nel 2003 il cambio di modello da T4 a T5 comporta una riconfigurazione tecnica della trazione integrale, con il conseguente abbandono del giunto viscoso utilizzato fino a quel momento e l’adozione di una moderna frizione a lamelle. Da syncro si passa così a 4MOTION. La frizione a lamelle a gestione elettronica della trazione integrale, da allora costantemente perfezionata e utilizzata anche sul Caddy, ripartisce la forza in modo continuo tra asse anteriore e asse posteriore a seconda delle condizioni di marcia. In condizioni normali, la trasmissione avviene sul solo asse anteriore, consentendo così un risparmio nei consumi. Le ruote posteriori si inseriscono in poche frazioni di secondo non appena la trazione o le condizioni di manovrabilità lo richiedono. A richiesta, gli attuali modelli 4MOTION della gamma T possono essere inoltre dotati di bloccaggio del differenziale meccanico sull’asse posteriore e sistema di assistenza alla partenza in salita e alla marcia in discesa, che facilita e rende più sicura la marcia in discesa intervenendo in modo mirato sui freni e limitando il regime del motore. La Volkswagen Veicoli Commerciali offre tutte le varianti di carrozzeria del modello T anche con trazione integrale. Numerosi modelli possono essere ordinati inoltre anche in versione 4MOTION con passo più lungo (3.400 anziché 3.000 mm). La gamma di potenza dei modelli a trazione integrale, disponibili con motore turbodiesel (TDI) va dai 150 CV ai 204 CV. Per il nuovo Transporter Rockton, la trazione integrale 4MOTION è addirittura di serie: un veicolo da lavoro adatto per l’off-road. Oltre alle quattro ruote motrici, l’equipaggiamento di serie comprende assetto rialzato di 30 mm e bloccaggio del differenziale meccanico sull’asse posteriore. L’idoneità alla marcia off-road è ancora maggiore se si richiedono le protezioni sottoscocca separate per motore, cambio, differenziale posteriore, silenziatore principale, listelli sottoporta e serbatoio (disponibili anche nel pacchetto Protection per tutti i Transporter a trazione integrale). Se l’equipaggiamento comprende anche il pianale con rotaie, disponibile a richiesta, la configurazione degli interni del Rockton risulta particolarmente versatile: per esempio è possibile integrare altri tre sedili singoli oppure una griglia divisoria scorrevole. Anche il nuovo Multivan PanAmericana, modello cult della gamma già dal debutto del primo PanAmericana versione T4, può essere richiesto con trazione integrale. Questo furgone “giramondo” coniuga straordinaria robustezza e dettagli di allestimento esclusivi. La dotazione di serie di questo sette posti comprende infatti per esempio assetto rialzato di 20 mm, cerchi in lega leggera da 17 pollici, gruppi ottici posteriori a LED con plastiche brunite, protezioni sottoscocca specifiche, accattivanti listelli sottoporta, rivestimenti in tessuto con inseriti in Alcantara, climatizzatore a 3 zone (Air Care Climatronic con speciale filtro-antiallergeni), sistema di infotainment Composition Colour con predisposizione per telefono cellulare, volante multifunzione e pomello della leva del cambio rivestiti in pelle nonché sensore pioggia e specchietto retrovisore interno con funzione antiabbagliamento automatica. Equipaggiamenti a richiesta, quali i rivestimenti in pelle bicolore o il pianale a effetto legno, fanno del PanAmericana uno dei van più esclusivi sul mercato. 


Amarok 4MOTION – Il pick-up tra i SUV

 4MOTION: Trazione senza compromessiPur rimanendo un classico pick-up, l’Amarok, ampiamente rimodernato ed equipaggiato con nuovo motore a sei cilindri, si inserisce alla perfezione nel segmento dei SUV grazie al carismatico design di esterni e interni, caratteristiche di qualità e superiore maneggevolezza. Questa “invasione di campo” è giustificata anche dalla recente introduzione del motore 3.0 V6 TDI 204 CV di potenza e 500 Nm di coppia, tanto confortevole quanto efficiente. Questo propulsore viene offerto in abbinamento alla linea di allestimento Comfortline, al modello Canyon, orientato all’off-road, nonché alla linea di allestimento Highline. Sempre di serie la trazione integrale permanente 4MOTION e cambio automatico a 8 rapporti. Riservato esclusivamente all’Amarok Highline (a richiesta) e all’Amarok Aventura (di serie), il nuovo V6 TDI nella versione 224 CV trasferisce fino a 550 Nm di coppia alla trazione integrale. Nella seconda metà dell’anno la Volkswagen Veicoli Commerciali arricchirà la gamma dei motori V6 TDI con una variante di accesso 163 CV, che a richiesta sarà disponibile come veicolo a “trazione posteriore” pura. In seguito per le classi di potenza da 163 e 204 CV sarà disponibile anche un sistema di trazione integrale inseribile, in combinazione con un cambio manuale a 6 rapporti. Infatti l’Amarok è stato sviluppato dall’inizio con due diversi sistemi 4MOTION: una trazione integrale permanente e un sistema inseribile per il gravoso impiego off-road. Le due modalità di trazione si differenziano fondamentalmente da quelle del Caddy e dei modelli della gamma T. Nel caso della trazione integrale permanente, un differenziale Torsen centrale ripartisce automaticamente la potenza del motore tra asse anteriore e posteriore. La trazione integrale inseribile, basata su un ripartitore di coppia e un giunto a innesto frontale, viene invece attivata con la semplice pressione di un pulsante. Con il cambio manuale a 6 rapporti è disponibile un rapporto di riduzione supplementare per l’off-road che permette marce lentissime, utili nel caso di percorsi fuoristrada particolarmente impegnativi e forti pendenze. Entrambe le motorizzazioni dell’Amarok dispongono inoltre di bloccaggi elettronici del differenziale (EDS) che, intervenendo attivamente sui freni, impediscono lo slittamento unilaterale delle ruote e trasferiscono sempre la forza motrice alla ruota con la migliore trazione. A richiesta la Volkswagen Veicoli Commerciali offre inoltre per tutti gli Amarok un bloccaggio del differenziale meccanico sull’asse posteriore che migliora ulteriormente le caratteristiche off-road del pick-up.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori