Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

Stefano Signori | 22 gennaio 2018 19:16

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

Il nuovo Rexton è un mezzo completamente rinnovato, che rompe ogni legame con il passato per traghettare il marchio SsangYong verso nuove sfide, in diretta concorrenza con i marchi più blasonati del settore - Nel nostro Paese a partire dal lontano 2002, è stato finora venduto in oltre 18.000 esemplari, dei quali circa 13.000 ancora circolanti. 

 

Si chiama ancora Rexton, ma dei modelli che l’hanno preceduto, il nuovoTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon incrociatore SsangYong mantiene in pratica solo le eccellenti doti fuoristradistiche che, grazie al robustissimo telaio separato dalla carrozzeria ed al validissimo sistema di trazione 4x4 con tanto di marce ridotte, ne fanno un unicum nel panorama dei veicoli off-road. Tutto il resto invece si adegua ai trend che contraddistinguono i moderni SUV di categoria superiore: dal grande comfort, ai lussuosi allestimenti e alle raffinate soluzioni tecnologiche di ausilio alla guida. Il risultato è un mezzo completamente rinnovato, che rompe ogni legame con il passato per traghettare il marchio SsangYong verso nuove sfide, in diretta concorrenza con i marchi più blasonati del settore. Cresciuto nelle ambizioni il nuovo Rexton, è lievitato parecchio anche nelle dimensioni esterne, che ben mascherate da un look dinamico e filante, raggiungono  4,85 metri di lunghezza e 1,96 di larghezza, a tutto vantaggio dell’abitacolo, che con l’opzione della terza fila di sedili, può ospitare comodamente fino a 7 persone, o in alternativa abbattendo le varie sedute, unaTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon valanga di bagagli. A dir poco sontuosi, gli interni della versione Icon utilizzata per la nostra prova, rappresentano efficacemente il notevole passo in avanti compiuto dal Rexton, che sorprende per la raffinatezza dell’allestimento, in cui spiccano i pregiati rivestimenti in pelle e le finiture in legno della plancia. A tutto ciò la versione più costosa della gamma Rexton abbina sedili anteriori regolabili elettricamente che, come quelli posteriori e il volante, sono anche riscaldabili, oltre ad un sofisticato sistema di infotainment con touchscreen da 9,2” compatibile con Apple CarPlay e Google AndroidAuto. Sul fronte della sicurezza, il nuovo Rexton da poco premiato con le cinque stelle del Korean New Car Assessment Program (KNCAP) nel crash test condotto dal Ministero dei Trasporti Coreano, si pone al top del segmento, potendo contare non solo su una struttura in acciaio ad alta resistenza, ma anche su ben 9 airbag e su una dotazione completa di sistemi elettronici di assistenza alla guida, compresi quelli anticollisione, di frenata d’emergenze e per l’allerta di superamento involontario della corsia. Equipaggiato con un brillante turbodiesel ad iniezione diretta common rail di 2.2 litri da 181 cavalli, il Rexton Icon raggiunge i 185 km/h di velocità massima e scatta da 0 a 100 km/h in 12 secondi. Promosso quanto a brillantezza e fluidità d’erogazione, il collaudato quattro cilindriTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon abbinato ad un cambio automatico a 7 marce di origine Mercedes, ha il solo vizio di bere un po’ troppo poiché, anche in mancanza del dispositivo Start&Stop, il consumo del Rexton risulta piuttosto elevato in qualsiasi condizione d’uso, attestandosi in media a poco più di 9 km/lt. Nettamente migliorato per quanto riguarda il comfort di bordo e l’insonorizzazione dell’abitacolo, il Rexton di ultima generazione si muove con estrema disinvoltura sull’asfalto come sui terreni più accidentati, sfruttando al meglio un efficace sistema di trazione integrale part-time che, per affrontare il tutta sicurezza i passaggi più impervi, dispone delle marce ridotte. Unico nel suo genere, il nuovo Rexton è offerto con una super garanzia di 5 anni o 150.000 chilometri a dimostrazione della notevole affidabilità di questo SUV, che in listino nel nostro Paese a partire dal lontano 2002, è stato finora venduto in oltre 18.000 esemplari, dei quali circa 13.000 ancora circolanti.

 

TRAZIONE 4X4

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconPer muoversi in tutta sicurezza su qualsiasi terreno, il Rexton di ultima generazione si affida al collaudato sistema di trazione 4WD part-time, già montato con successo anche su altri modelli SsangYong. Sull’asfalto asciutto la sport-utility coreana sfrutta quindi la sola trazione posteriore, per passare a quella integrale solo quando le caratteristiche del percorso lo richiedono. Per inserire le quattro ruote motrici è sufficiente selezionare  l’apposita funzione 4H tramite il rotore posto sul tunnel centrale. Con lo stesso comando si possono innestate le marce ridotte 4L, così da migliorare sensibilmente la motricità sui fondi più accidentati. 


VERSIONI & PREZZI

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconIl nuovo SsangYong Rexton è offerto in sette versioni: due a trazione posteriore 2WD e le altre cinque con trazione integrale 4WD. Tutti i modelli sono equipaggiati con il potente quattro cilindri turbodiesel di 2.2 litri da 181 cavalli abbinato ad un cambio manuale a 6 marce o automatico a 7 rapporti.

 

Questi sono i prezzi su strada:

 

REXTON 2.2 2WD ROAD  € 35.400

REXTON 2.2 2WD DREAM € 37.900Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

REXTON 2.2 4WD ROAD € 37.900

REXTON 2.2 4WD DREAM € 40.400

REXTON 2.2 4WD ROAD aut.  € 40.400

REXTON 2.2 4WD DREAM aut.  € 42.900

REXTON 2.2 4WD ICON aut.  € 46.900   


EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconDi serie: airbag frontali e laterali, airbag ginocchia guidatore, ABS con EBD, climatizzatore automatico bi-zona, impianto stereo con MP3, RDS e DAB, prese USB e AUX, fendinebbia, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, cerchi in lega da 20”, interni in pelle, controllo elettronico della stabilità ESP e della trazione TCS, allerta cambio corsia LDWS, sedili anteriori regolabili elettricamente, cambio automatico a 7 marce, luci diurne a LED, limitatore velocità in discesa HDC, cruise control, sistema di videocamere con visione panoramica tridimensionale AVM, navigatore satellitare con schermo da 9,2”,   vetri posteriori oscurati, tetto apribile elettricamente, barre portatutto sul tetto.

Optional: configurazione a 7 posti con climatizzatore posteriore (1.300 euro),  vernice metallizzata (800 euro).

 

ON ROAD

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconRompe ogni legame con il passato, il Rexton di ultima generazione che, pur conservando le apprezzate doti di robustezza ed affidabilità dei suoi predecessori, ha nel mirino i SUV di categoria superiore, eguagliati non solo a livello estetico, ma anche per quando riguarda l’aspetto tecnologico e la dinamica di guida. Più grande, più lussuoso ed in grado di offrire un’eccellente comfort di bordo anche sui terreni più accidentati, il nuovo incrociatore coreano volta pagina ed abbandonata l’impostazione di fuoristrada “duro e puro” del modello capostipite, conquista i palati più esigenti, mettendo a disposizione del conducente i più raffinati sistemi di assistenza alla guida. Così portare a spasso un bestione che a pieno carico sfiora le tre tonnellate, diventa quasi un gioco da ragazzi, soprattutto dopo aver preso le misure con la stazza decisamente oversize di questo super SUV. Sfruttando al meglio una posizione di guida molto rialzata, il guidatore si avvantaggia comunque di un’eccellente visibilità in ogni direzione e grazie alla lussuosa plancia conTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon tanto di strumentazione “Super Vision” e schermo touchscreen da 9,2” può gestire al meglio tutte le funzioni del veicolo, potendo contare anche sull’utilissimo sistema di telecamere “all-round” per muoversi senza problemi in spazi ristretti. Pur presentando un rollio e un beccheggio piuttosto elevati, il nuovo Rexton sfrutta al meglio la notevole vivacità del brillante turbodiesel di 2.2 litri da 181 cavalli che, abbinato ad un cambio automatico a 7 marce di origine Mercedes, favorisce una guida molto fluida e poco impegnativa anche quando si affrontano il traffico cittadino o i percorsi ricchi di curve.  Oltre alla buona risposta del quattro cilindri, che mantiene il regime di coppia massima in un range compreso tra i 1.600 e i 2.600 giri, si apprezza in ogni caso, la rapidità delle cambiate che si possono effettuare anche in modalità manuale direttamente col selettore delle marce e la buona risposta dello sterzo, con servo-assistenza progressiva in funzione della velocità. Caratterizzato da un’eccellente tenuta di strada che, passando dalla trazione posteriore a quella integrale, rimane al top anche sul bagnato, il Rexton di ultima generazione può inoltre contare su una serie di sistemi elettronici, tra cui quelli di allerta cambio corsia involontario, monitoraggio degli angoli ciechi, riconoscimento della segnaletica e anti collisione, che oltre ad incrementare notevolmente la sicurezza attiva coadiuvano al meglio l’azione del conducente nelle situazione più impegnative.

 

OFF-ROAD

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconA dispetto dei notevoli passi avanti compiuti per quanto riguarda il comportamento stradale ed il comfort di bordo, il nuovo Rexton ripropone sui percorsi off-road, la medesima efficacia dei modelli che l’hanno preceduto, permettendo grazie all’accresciuto bagaglio tecnologico, di muoversi con la massima sicurezza anche sui tracciati più impervi. Del resto l’aspetto elegante e raffinato non deve trarre in inganno, perche sotto  pelle, il formidabile 4x4 coreano, mantiene tutte le prerogative che l’hanno reso un beniamino dei fuoristradisti più incalliti. A fare la differenza con la maggior parte delle sport-utility rivali, sono ancora una volta, il robustissimo telaio a longheroni e la scocca realizzata con largo uso di acciai ad altissima resistenza, l’efficiente sistema di trazione integrale con tanto di marce ridotte e le sospensioni dall’ampia articolazione che, unite alla notevole altezza da terra (22,4 cm), favoriscono il superamento anche dei dislivelli più marcati. Apprezzabile in ogni circostanza l’apporto del potente turbodiesel da 181 cavalli che, con la sua elevata elasticità abbinata  all’efficacia del cambio automatico a 7 rapporti, agevola non poco la marcia sui fondi più sconnessi, garantendo un ottimo spunto per togliersi d’impaccio nei passaggi più critici. A penalizzare l’eccellenti doti di trazione del Rexton soprattutto sui fondi cedevoli e a scarsa aderenza sono di contro gli ingombri decisamente impegnativi ed i larghissimi pneumatici ribassati, del tutto inadeguati, per affrontare i fondi più sconnessi.

 

LA TECNICA IN SINTESI

Test Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD IconTelaio: a longheroni e traverse, 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore longitudinale, 4 cilindri in linea, ciclo diesel

Cilindrata: 2.157 cc

Potenza max: 133 KW (181 CV) a 4.000 giri

Coppia max: 420 Nm a 1.600 giri

Distribuzione: bialbero, 16 valvoleTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

Alimentazione: forzata con turbocompressore, iniezione indiretta common rail

Dimensioni: lunghezza 4.850 mm, larghezza 1.960, altezza 1.825, passo 2.865, carreggiate 1.640/1.640

Peso a vuoto: 2.180 kg

Capacità serbatoio: 70 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti con doppi bracci

Sospensioni posteriori: indipendenti tipo multilink

Pneumatici: 255/50 R20

Freni: a disco autoventilanti, ABS, EBD

Cambio: automatico a 7 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo di attacco: 20°

Angolo di uscita: 22°

Altezza minima da terra: 224 mmTest Drive: SsangYong Rexton 2.2 4WD Icon

Diametro di svolta: 11,0 m

Velocità massima: 185 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 12,0 sec.

Emissioni medie di CO2: 213 gr/km

Consumi

Percorso urbano: 10,2 litri/100 km

Percorso extraurbano: 6,9 litri/100 km

Percorso misto: 8,1 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori