Siete qui:

  1. Home
  2. Concept
  3. Alfa Romeo 4C Dakar Rally by Mo Aoun

Alfa Romeo 4C Dakar Rally by Mo Aoun

Mo Aoun, alfa romeo 4c dakar, dakar rally | 20 dicembre 2017 21:11

Alfa Romeo 4C Dakar Rally by Mo Aoun

 

Considerata dagli appassionati sportivi come il rally-marathon più duro e affascinante del mondo, la Dakar rappresenta inoltre un incredibile banco di prova per macchine e piloti.  Periodicamente inoltre diversi veicoli, soprattutto se abituati a calcare spesso il primo posto sul podio, diventano gli autentici front runner della manifestazione.Alfa Romeo 4C Dakar Rally by Mo Aoun

Agli inizi degli anni 2000, quando la gara si svolgeva ancora in Africa, spopolava la Mitusibishi Pajero che vinse sette edizioni di fila (2001-2007). Dopo la sospensione del 2008 e la “migrazione” in Sudamercica, è la Volkswagen Touareg (2009-2011) a dominare la scena,  cedendo poi il passo alla Mini4 All Racing (2012-2015) a sua volta spodestata dalla Peugeot (vincitrice nel 2016 con la 2008 DKR e nel 2017 con la 3008 DKR).

Poichè la Peugeot, in base ad alcune indiscrezioni, sembra voglia ritirarsi dopo la sua partecipazione all’edizione 2018, qualcuno ha già iniziato a pensare a quale veicolo potrebbe scorrazzare tra le dune e i deserti sudamericani. A tale proposito Mo Aoun, il designer di Seattle noto i suoi progetti di veicoli off-road, ha realizzato una serie di rendering proponendo l’Alfa Romeo 4C Dakar Rally, una versione “cattivissima” della supersportiva italiana, dalle linee molto aggressive e ben proporzionate che sembra già pronta al via sul nastro di partenza. Sul frontale non potevano mancare bull-bar, ganci di traino e proiettori supplementari sul tetto, mentre nella zona posteriore lo spazio è interamente occupato dalla ruota di scorta.  Sicuramente una macchina per la Dakar dovrebbe avere una struttura particolarmente robusta, abbinata ad una carrozzeria leggera, e la trazione integrale, ma il designer di Seattle ha previsto sospensioni rinforzate, assetto rialzato e pneumatici off-road di grosse dimensioni, mentre sulla trazione non dimentichiamo che le Peugeot che hanno trionfato nelle ultime due edizioni erano a 2 ruote motrici. Nonostante la bontà del progetto, difficilmente l’Alfa Romeo sarà interessata alla realizzazione di un veicolo simile, soprattutto ora che (in qualche modo) è rientrata nel circus della Formula Uno.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori