Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. LAND ROVER SCOTTISH EXPERIENCE 2011

LAND ROVER SCOTTISH EXPERIENCE 2011

| 18 novembre 2011 17:57

LAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011

 

Il debutto di nuovi modelli Land Rover rappresenta sempre un evento di straordinario interesseLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 per tutti gli appassionati dello storico marchio britannico.  E non solo per le innovazioni tecniche o per le nuove soluzioni stilistiche proposte, ma anche per i singolari aspetti del paesaggio che costituiscono la coreografia scelta per la presentazione.   Luoghi di forte fascino e suggestione, all'interno di habitat caratterizzati spesso da una natura aspra e selvaggia che rappresenta l'ideale terreno di prova per testare a fondo una nuova Land Rover.  Sia che si tratti di un'area di prova appositamente allestita dall'azienda di Solihull (come ad esempio la Jungle Track della Land Rover Experience), sia nel caso di percorsi completamente immersi nella natura come quello effettuato nel corso della Liverpool Experience, svoltasi sull'isola di Anglesey (Galles), in occasione della presentazione della Range Rover Evoque.  Anche per il debutto della nuova gamma delleLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 motorizzazioni diesel MY 2012 (che include Defender, Discovery, Range Rover e Range Rover Sport) la Land Rover ha scelto una location di grande effetto rappresentata dalla Scozia.   Capolinea di partenza del lungo test drive della gamma Land Rover MY 2012 è l'aeroporto di Edimburgo da dove ci dirigiamo verso l'hotel Dakota per la lunga sessione di prove (suddivisa nel corso di due giorni) che inizia a bordo del nuovo Discovery4.   L'itinerario del primo giorno di test, esteso su una percorrenza di circa 150 chilometri, si snoda lungo l'entroterra scozzese incuneato sul versante meridionale di Edimburgo che, dopo una breve trasferta su asfalto e un lungo tratto in fuoristrada, ci porterà fino al Floors Castle.  Il maestoso maniero, situato alla periferia occidentale di Kelso (nel sud-est della Scozia) è la dimora del Duca di Roxburgh.  Concepito più come abitazione rurale piuttosto che fortezza, venne edificato nel 1720 dall'architetto William Adam, per essereLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 - Roxburgh HTL successivamente rimaneggiato nel XIX secolo quando venne arricchito con una serie di torrioni e merlature.  Gli appassionati del grande schermo lo ricordano come set del film “Greystoke: la leggenda di Tarzan signore delle scimmie”, girato nel 1984.  Lasciato il parcheggio del Dakota, prima di iniziare l'itinerario, facciamo una breve sosta nel punto panoramico dei “Due Ponti”, per ammirare da vicino il South Bridge e il North Bridge costruiti nel tra il XVIII e il XX secolo per facilitare l'espansione della città.  Riprendiamo la marcia per dirigerci verso sud in direzione di Kirkhouse, seguendo per alcune decine di chilometri la strada asfaltata.  L'andatura è tranquilla a causa dei vari centri abitati attraversati lungo il percorso, ma anche la guida a sinistra e la ridotta ampiezza delle stradine scozzesi inducono ad una certa cautela.  La marcia è agevolata dal navigatore di bordo, sul quale è tracciato l'intero percorso, mentre nei tratti off-road sono segnalate le varie deviazioni tramite i tradizionali cartelli della Land Rover Experience che indicano la giusta direzione da seguire.  Arriviamo ben presto al primo tratto off-road della giornata varcando un ingresso riservato, appositamente aperto per l'occasione. UnLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 responsabile del LRE ci informa che stiamo per percorrere una delle più antiche carrozzabili della Gran Bretagna, lungo un'antichissima via carovaniera, tracciata circa 2.000 anni fa, che metteva in comunicazione la Scozia con l'Inghilterra.  La pista, interamente ricoperta di fango per via delle abbondati piogge dei giorni precedenti, si presenta estremamente viscida e scivolosa, ma le possibilità di trazione offerte dal Terrain Response consentono al Discovery di avanzare con un ampio margine di sicurezza.  Anche nei tratti in forte pendenza, nei quali si è avvertita però la mancanza di adeguate gomme da fango che, in diverse occasioni, avrebbero senz'altro contenute le scivolate del veicolo (in parte attenuate dal sistema HDC).  Arriviamo al Floors Castle a tramonto inoltrato, in perfetto orario per assistere alla magica combinazione dei colori riflessi sulle pareti del castello dagli ultimi raggi di sole frammisti ai potenti fasci di luci dei riflettori.  Sotto una delle torriLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 laterali, proprio nel cortile dell'ingresso principale, è schierata una piccola flotta di Defender che rappresenta la sorpresa della prima giornata di prove.   Prima di ritirarci al Roxburg Hotel (una sorta di dependance del castello) ci attendo infatti un'escursione notturna per provare il nuovo Defender all'interno dello sterminato parco del Duca di Roxburgh.   Il percorso, lungo una dozzina di chilometri, si snoda attraverso una fitta ed intricata vegetazione che, in diversi punti, invade completamente la carreggiata annullando quasi completamente la visibilità.   Un vero e proprio percorso off-road (appartenenti a quella categoria definita “hard” nei road-book dei club 4x4) con tutte le difficoltà tecniche da manuale, compresa naturalmente quella relativa alla traversata di un impegnativo guado, esteso sia in lunghezza che nella profondità dell'acqua.  La rampa di accesso è in forte pendenza in discesa per cui quando il Defender entra in acqua viene a ritrovarsi dopoLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 qualche metro con il cofano completamente immerso e con l'acqua che arriva fino alla base dei tergicristalli.  Per alcuni istanti inoltre si rimane anche completamente al buio poiché l'elevata concentrazione di fango presente nell'acqua annulla praticamente l'azione dei proiettori dei veicolo.  Continuiamo ad avanzare schivando rami e alberi a filo della carreggiata, seguendo sempre le frecce arancioni sparse un pò ovunque sui tronchi, mentre nelle rare zone libere dalla vegetazione intravvediamo semi-nascoste tra i rami alcune Range Rover Sport supergommate della LRE, pronte ad entrare in azione in caso qualche Defender si trovasse in difficoltà.   Tutto procede come da programma e, dopo circa due ore, arriviamo al Roxburgh Hotel in perfetto orario per la conferenza stampa e la cena di gala.  Il secondo giorno laLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 sessione di prove è dedicata alla Range Rover e alla Range Rover Sport, con un itinerario leggermente più breve ma altrettanto intenso e impegnativo dal punto di vista fuoristradistico.  Lasciata la dimora di Roxburgh puntiamo verso nord per immergerci in un percorso off-road molto tecnico situato nel comprensorio del villaggio dell'Abbey St. Bathans, una comunità del Berwickshire sorta attorno ad un convento di suore cistercensi situata nella parte orientale delle Scottish Borders, una delle 32 aree locali del consiglio del governo della Scozia.  Numerosi i corsi d'acqua presenti nella zona, che raggiungiamo con una serie di deviazioni dopo aver lasciato la strada asfaltata; suggestiva la risalita di un piccolo torrente pieno di rocce e massi sporgenti, che percorriamo per circa un chilometro passando a stento sotto i tronchi di alcuni alberi abbattuti dal maltempo.  La Range Rover Sport avanza senza problemi, e senza un filo di gas, e l'unicoLAND  ROVER  SCOTTISH   EXPERIENCE  2011 inconveniente che deve affrontare riguarda qualche manovra di retromarcia per superare alcuni tornanti in salita troppo stretti per le sue dimensioni.  All'uscita dal percorso ci attende l'immancabile operazione di “maquillage”, svolta con tempi da pit-stop da una folta schiera di collaboratori del team JLR che (armati di tubi d'acqua ad alta pressione) cancellano in pochi minuti ogni traccia di fango dalla carrozzeria e, soprattutto, dalle ruote del veicolo, mentre un'altra squadra scruta attentamente le gomme sostituendo eventualmente gli pneumatici danneggiati.  Una mezz'ora di guida veloce su asfalto e siamo al Greywalls Hotel, un elegante albergo in stile edoardiano situato sulla costa dove siamo attesi per un veloce lunch prima di raggiungere l'aeroporto di Edimburgo e rientrare in Italia.

 

Nel corso della Land Rover Scottish Experience 2011 abbiamo provato le nuove motorizzazioni della gamma MY 2012, sulle quali avevamo già fornito alcune anticipazioni riguardanti il Defender, il Discovery4 e la Range Rover Sport.   Alleghiamo al servizio una breve scheda sui quattro nuovi modelli, con una sintesi delle principali novità, in attesa di riproporre in maniera approfondita ciascun modello della nuova gamma Land Rover MY 2012.


LAND ROVER DEFENDER MY 2012LAND ROVER DEFENDER MY 2012 

Nuovo motore diesel 2.2 Euro 5 con DPF

Nuovi pacchetti opzionali “S” e “SE”

Cinque nuovi pacchetti opzionali singoli

Nuova opzione di cerchi in lega Saw Tooth in finitura Gloss Black

Nuova capote nera in opzione per la versione Pick-Up


 

LAND ROVER DISCOVERY4 MY 2012LAND ROVER DISCOVERY MY 2012  

·-  36 riconoscimenti internazionali fin dal suo lancio nel 2009

Riduzione dei livelli di CO2, da 244 a 224 gr/km, nella versione entry level 3.0 LR-TDV6

·-  255 CV, erogati dal propulsore diesel più potente, con valori di CO2 pari a 230 gr/km

-  Nuova trasmissione automatica ZF 8HP70, con selettore rotativo e Paddle shift

-  Sistemi di navigazione e audio della versione entry level resi oggi compatibili con Bluetooth, DAB e USB/iPod

-  Il sistema audio Harman Kardon LOGIC 7 vanta ora 17 altoparlanti e 825 Watt in uscita.

-  Tecnologia wireless WhiteFireTM applicata al sistema d’intrattenimento per la seconda fila di sedili

-  Comandi vocali con tecnologia “Say what you see”


LAND ROVER RANGE ROVER MY 2012LAND ROVER RANGE ROVER MY 2012

-  Nuovi Option Pack per le versioni Vogue e Autobiography

-  Nuovi cerchi da 20” con razze a V

-  Calotte dei gruppi ottici anteriori e posteriori in Gloss Black

-  Cornice della griglia Narvik Black

-  Cornici delle prese d’aria laterali e delle maniglie in tinta di carrozzeria

-  Trasmissione automatica ad 8 rapporti ZF 8HP70, ancora disponibile sulle versioni 4.4 LR-TDV8

-  Potente motore 4.4 LR-TDV8, 313 CV, 700 Nm di coppia, Euro 5


LAND ROVER RANGE ROVER SPORT MY 2012LAND ROVER RANGE ROVER SPORT 2012

-  Il diesel da 3.0 litri di maggiore potenza eroga ora 255 CV

-  Gamma motori Euro 5

-  Nuova trasmissione automatica ZF a 8 rapporti, con selettore rotativo e Paddle shift

-  Nuovo touch screen a doppia visualizzazione Dual View

-  Migliorie al sistema di intrattenimento per la seconda fila di sedili con tecnologia wireless WhiteFireTM

-  Architettura elettronica con tecnologia MOST Gen 2.1

-  Sistema audio Premium Harman Kardon LOGIC 7 da 825 Watt

-  Comandi vocali con tecnologia “Say what you see”

-  Nuovo portellone motorizzato

-  Interni rivisti e design migliorato per Autobiography e Limited Edition




Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori