Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. Awards
  4. Motore Boxer Subaru: “10 Best Engines” 2015

Motore Boxer Subaru: “10 Best Engines” 2015

| 17 dicembre 2014 12:52

Motore Boxer Subaru: “10 Best Engines” 2015

Il  motore  Boxer  Subaru  che  equipaggia  la  WRX  riceve  il  premio “10  Best  Engines” 2015  dalla  rivista  Ward's - Al  motore  Boxer "DIT" riconosciuta  la  sua  eccezionale  potenza  rapportata  al  ridotto  consumo  di  carburante - Scelto  tra  37  propulsori.  

 

Tokyo, Dicembre 2014 - Fuji Heavy Industries Ltd. (FHI) ha annunciato oggi che Ward’s, la rivista americana dedicata al mondo dell’industria automobilistica, ha nominato il Motore Subaru Boxer FA20, da 2.0 litri, a 4 cilindri orizzontali contrapposti a iniezione diretta (DIT) montato sulla WRX, vincitore del premio “10 Best Engines" 2015. Questa è la quarta volta che Subaru si aggiudica il prestigioso riconoscimento Ward’s - i tre precedenti risalgono rispettivamente al 2004 e al 2010 per il Motore Boxer EJ25 da 2.5 litri a 4 cilindri e nel 2013 al Motore Boxer FA20 da 2.0 litri a 4 cilindri.

 

Motore Subaru Boxer FA20 DIT montato su WRX  

Progettato per il modello icona Subaru WRX, il motore dalle prestazioniMotore Boxer Subaru: “10 Best Engines” 2015 sportive e conformazione Boxer FA20 (2.0 litri, 4 cilindri DIT) produce 268 CV a 5.600 giri con una curva di coppia molto ampia che culmina a 258 lb.-ft., in un intervallo di rotazione del motore da 2.000 a 5.200 g/min, ottenendo così un elevato risparmio di carburante (è possibile arrivare in autostrada a 45 chilometri con 4 litri ridi benzina). 

Subaru ha una lunga tradizione nella costruzione di motori BOXER altamente performanti. Prodotto in oltre 14 milioni di esemplari dal debutto nel 1966, negli anni non solo si è ritagliato un importante spazio fra gli appassionati della geometria a cilindri contrapposti ma si è fatto conoscere e distinto vincendo importanti titoli sportivi (6 titoli mondiali rally; record 100.000 Km nel ‘98) e riconoscimenti fra le strade di tutto il mondo. Subaru, fortemente convinta della bontà del motore BOXER in termini soprattutto di spostamento del baricentro della vettura e conseguente sicurezza della stessa, proseguirà nello sviluppo dei suoi propulsori al fine di ottenere sempre maggiori performance unite al risparmio di carburante e riduzione delle emissioni nocive. Il motore FA20 da 2.0 litri a 4 cilindri orizzontali contrapposti a iniezione diretta (DIT) è l’ultima chicca in termini di sviluppo ingegneristico della Casa delle Pleiadi.


37 propulsori in gara

La giuria, composta da redattori Ward’sAuto, hanno apprezzato il motore della WRX per le sue prestazioni superbe e per la potenza erogata, ma anche per il risparmio che garantisce. I vincitori sono stati scelti tra 37 propulsori in gara. Per essere ammessi al concorso "10 Best Engines", un motore o un sistema di propulsione deve essere completamente nuovo, o significativamente riprogettato rispetto alle versioni precedenti, e disponibile sul mercato statunitense con un prezzo base non superiore a 60 mila dollari. I giudici hanno assegnato il punteggio a ciascun motore in base a potenza, coppia, tecnologia, risparmio di carburante, competitività e infine testandone rumore e vibrazioni.


10 Best Engines Ward

10 Best Engines Ward è l’elenco annuale dei dieci "migliori" motori disponibili sul mercato statunitense di automobili, che vengono selezionati dalla rivista di Ward AutoWorld.

10 Best Engines Ward è iniziato nel 1994 per i Model Year 1995, ed è stato redatto ogni anno da allora (pubblicato alla fine dell'anno precedente).

I motori devono essere disponibili in veicoli di regolare produzione in vendita sul mercato americano entro e non oltre il primo trimestre dell'anno. Per essere ammessi, il motore deve anche essere disponibile in un veicolo con un prezzo base di non oltre 60.000 US $ per la lista 2015 (incrementato dalla data di partenza del 1995 che si attestava a 50.000 US $) Nel corso dei 2 mesi di prova, i redattori di Ward valutano ogni motore in base a una serie di criteri oggettivi e soggettivi in situazioni di guida quotidiane, non c'è nessun test strumentale. La selezione tiene conto della potenza e coppia, la rumorosità, le vibrazioni e la ruvidità (NVH) del motore, rilevanza tecnica e dati tecnici base di omologazione. Ogni motore compete contro tutti gli altri.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori