Siete qui:

  1. Home
  2. Attualitą
  3. Sport
  4. Al-Attiyah (TOYOTA) trionfa alla DAKAR 2022

Al-Attiyah (TOYOTA) trionfa alla DAKAR 2022

| 17 gennaio 2022 17:06

 Nasser Al-Attiyah (TOYOTA) trionfa alla DAKAR 2022

Toyota Gazoo Racing e Nasser Al-Attiyah trionfano alla Dakar 2022 - Piazzamento nella Top 5 per Giniel/Dennis - Vittoria nell’ultimo Stage per Henk/Brett - Piazzamento nella Top 15 per Shameer/Danie.

Nasser Al-Attiyah di TOYOTA GAZOO Racing e il copilota Mathieu Baumel hanno concluso senza problemi l’ultima tappa della Dakar 2022 con il loro Toyota GR DKR Hilux T1+ vincendo la gara con un vantaggio di 27 minuti e 46 secondi. Questa è la seconda vittoria del pilota qatariota per il team, avendo già vinto nel 2019. Allo stesso tempo, Henk Lategan e Brett Cummings hanno concluso al primo posto l’ultimo stage del rally, battendo gli avversari di 49 secondi. Nasser Al-Attiyah (TOYOTA) trionfa alla DAKAR 2022

Per Nasser e Mathieu la fase finale ha presentato pochi problemi, nonostante una navigazione impegnativa. L’equipaggio ha preso il comando del rally durante la fase di apertura dell'evento e non ha mai realmente corso il rischio di perdere la prima posizione. Hanno vinto il “Prologue” svoltosi il 1°gennaio e hanno ottenuto altre due vittorie di tappa nel loro percorso verso la vittoria assoluta.

Questa vittoria è significativa per Nasser, fortemente voluta sin da quando la Dakar si è trasferita per la prima volta in Arabia Saudita nel 2020. Ci è andato incredibilmente vicino sia nel 2020 che nel 2021, prima di assicurarsi la sua prima vittoria in Arabia Saudita nel 2022. Allo stesso tempo, la vittoria significa molto per il team che ha sviluppato il nuovo GR DKR Hilux T1+, che presenta ruote e pneumatici più grandi, maggiore escursione delle ruote e il motore V6 biturbo da 3,5 litri derivato dal nuovo Toyota Land Cruiser GR Sport. Vincere la gara con un'auto completamente nuova è una testimonianza della capacità del team di spingere continuamente i limiti ingegneristici e di costruire auto sempre migliori.

La tappa finale ha inoltre premiato lo spirito di sacrificio di Henk e Brett, che hanno rinunciato alle loro possibilità di vittoria di tappa quando si sono fatti superare dai loro compagni di squadra nell’undicesimo stage, per fornire supporto se necessario. L’equipaggio ha tuttavia deciso di guidare per la vittoria nella fase 12, nonostante abbia iniziato la sezione cronometrata tra le ultime posizioni. Hanno portato al traguardo il loro Hilux in 1 ora e 35 minuti e 19 secondi, battendo la concorrenza nonostante uno stop forzato a metà tappa per una foratura.

Per Giniel de Villiers e il copilota Dennis Murphy, l'edizione 2022 della corsa più dura del mondo è stata caratterizzata da molti alti e bassi. È stato un tubo dell’olio rotto che ha definitivamente spento le loro speranze di arrivare a podio. Nonostante ciò, i sudafricani hanno continuato a combattere, vincendo una tappa e guadagnandosi meritatamente un posto nella Top 5. Hanno concluso lo stage finale con un distacco di 5 minuti e 30 secondi rispetto a Henk e Brett, ma è stato sufficiente per assicurarsi il 5° posto nella la classifica generale.

La Dakar 2022 ha visto Shameer Variawa e il co-pilota Danie Stassen consolidare la loro intesa in auto, mentre hanno affrontato alcuni nervosismi e sfortuna all'inizio della gara, per poi far registrare risultati più importanti nelle tappe successive. Alla fine della tappa conclusiva, a metà strada tra le città di Bisha e Jeddah, la coppia era passata al 15° posto assoluto. Questo è stato il secondo traguardo di Shameer alla Dakar e il primo traguardo per il suo copilota.

La Dakar 2022 è stata la 44a edizione dell'iconico evento, che ha avuto luogo per la prima volta nel gennaio 1978. L'evento si è svolto nell'Africa settentrionale fino al 2007, con l'evento del 2008 annullato a causa di una minaccia terroristica. La manifestazione si è trasferita poi in Sud America nel 2009, dove per un decennio ha goduto di paesaggi spettacolari e terreno accidentato. Nel 2020 si è svolta la prima edizione dell'evento in Arabia Saudita, con l'edizione del 2022 caratterizzata da 4.261 km di tappe competitive.

Glyn Hall, Team Principal: “Che vittoria epica per Nasser, Mathieu e l'intero team. Venire alla Dakar e vincere con il nostro nuovo GR DKR Hilux T1+ per la prima volta è fantastico. Vorrei dedicare questa vittoria alla memoria del Dr. Johan van Zyl, che per molti anni è stato un leader visionario e un costante sostenitore del progetto TOYOTA GAZOO Racing Dakar. Siamo estremamente orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto qui quest'anno e so che lo sarebbe stato anche il Doc".

Nasser Al-Attiyah: “Vincere la Dakar è stata una sensazione incredibile! Siamo stati in testa sin dall'inizio e siamo riusciti a controllare il ritmo per tutta la gara, ottenendo una vittoria straordinaria. Vorrei ringraziare TOYOTA GAZOO Racing e tutti i nostri sponsor per il supporto. Vorrei anche ringraziare il nostro Team Principal e Direttore Tecnico, Glyn Hall, per aver costruito questo fantastico nuovo Hilux T1+. È stata una Dakar fantastica e sono estremamente felice”.

Giniel de Villiers: “Sì, l'ultima tappa è stata davvero molto stressante, con molti punti di navigazione difficili. Stephane (Peterhansel) ci ha raggiunti ad un certo punto, proprio mentre trovavamo la strada. Buon per lui, ma abbiamo dovuto tornare indietro un paio di volte per trovare la via. Navigazione complicata quindi anche nell'ultima tappa. Alla fine, abbiamo concluso al 5° posto assoluto e, anche se sono un po' deluso di non essere salito sul podio, sono davvero contento per Nasser e Mathieu. La macchina era davvero buona e il team ha fatto un ottimo lavoro nella sua preparazione e sono davvero felice di essere qui alla fine della gara”.

Henk Lategan: “Abbiamo davvero vissuto l'esperienza completa della Dakar. Dal nostro momento più bello, con la vittoria della tappa nei primi giorni di gara, a quello più difficile, seduti fino a dopo il tramonto nel deserto. Eravamo un po' giù la scorsa notte, dopo i problemi che abbiamo avuto nella tappa 11, ma questa mattina ci siamo svegliati e abbiamo deciso di provarci nell'ultimo stage. Abbiamo dovuto sorpassare parecchie macchine e, sfortunatamente, a un certo punto abbiamo forato. Pensavamo che fosse la fine delle nostre possibilità di vincere la seconda tappa, ma abbiamo continuato a spingere molto fino alla fine e abbiamo ottenuto un'ultima vittoria”.

Shameer Variawa: “È fantastico essere arrivati in fondo, eravamo un po’ nervosi all’inizio della tappa. Ma siamo arrivati alla fine e sono felice di aver completato la mia seconda Dakar, la prima per Daniel. Sono totalmente estasiato e torneremo l'anno prossimo”.