Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Aziende
  4. THINK HYBRID. DRIVE SUZUKI.

THINK HYBRID. DRIVE SUZUKI.

| 16 gennaio 2019 19:19

THINK HYBRID. DRIVE SUZUKI. (2019)

Al via la nuova campagna pubblicitaria THINK HYBRID. DRIVE SUZUKI - In onda da questa settimana una nuova campagna pubblicitaria, che mira ad aumentare la notorietà della tecnologia Suzuki Hybrid e i suoi benefici - Continua il successo della tecnologia Suzuki Hybrid sul mercato italiano: la Casa di Hamamatsu si conferma stabilmente il secondo costruttore per vendite di auto ibride in Italia.


Forte dei risultati ottenuti in termini di immatricolazioni dei modelli ibridi e forte del successo della comunicazione dello scorso anno per il lancio della gamma Suzuki Hybrid sul mercato italiano, la Casa di Hamamatsu presenta la nuova campagna di comunicazione, ideata e sviluppata assieme all’agenzia Clicking Adv Srl, con l’obiettivo di rafforzare e far evolvere il concept creativo che associa indissolubilmente la filosofia ibrida al brand Suzuki, continuando così a costruire identità e valore.THINK HYBRID. DRIVE SUZUKI. (2019)
Nella realtà contemporanea pensare fuori dagli schemi è la nuova filosofia: l’arte, la moda, il design e l’architettura vivono di contaminazioni continue e il nuovo spot TV vuole catapultare lo spettatore in questo mondo.
Il “Think Hybrid” viene raccontato da scene inedite e sorprendenti: un volto femminile durante una performance di powder painting, un violoncellista alternativo, una sposa con le sneakers, una ballerina classica che si esibisce in una location onirica e una coppia che inizialmente sembra sdraiata su un prato, ma che, tramite un gioco di prospettive, si rivela essere davanti a un giardino verticale urbano.
Nella seconda parte dello spot, una sequenza di scene in dinamica delle auto della gamma Suzuki Hybrid: IGNIS, SWIFT e BALENO, trasforma il pensiero in azione: “Drive Suzuki”.
La colonna sonora è stata creata ad hoc per il film ed esprime il concetto di ibrido: la musica classica iniziale, suonata dal violoncellista in sync, si mescola nella seconda parte del film ad una musica pop coinvolgente ed un coro che ne aumentano il ritmo.
L’ibrido geniale
Suzuki si conferma il secondo costruttore per vendite di auto ibride in Italia. Due sono i suoi modelli presenti nella classifica delle dieci ibride più vendute: SWIFT è, infatti, al sesto posto della graduatoria, con 3.323 esemplari immatricolati, incalzata da IGNIS, settima con 3.291 unità, 882 più dello scorso anno. Positivo è anche il dato relativo a BALENO, che nel 2018 ha totalizzato invece 915 vetture ibride. Per tutti e tre i modelli le versioni ibride pesano, dunque, per oltre il 40% sulle immatricolazioni.
La geniale tecnologia Suzuki HYBRID deve il suo successo al fatto di essere semplice e raffinata al tempo stesso. Il sistema messo a punto dagli ingegneri di Hamamatsu pesa soltanto 6,2 kg e le sue batterie sono alloggiate sotto il sedile del guidatore, dove non sottraggono spazio né ai passeggeri né ai loro bagagli. Il sistema ha, inoltre, l’enorme pregio di essere molto pratico da utilizzare, perché non richiede ricariche esterne né alcuna attenzione particolare del pilota nella guida. Le batterie si ricaricano automaticamente durante le fasi di rallentamento e alimentano il motore elettrico che supporta quello termico quando serve, ovvero nelle fasi di avviamento, di partenza e di ripresa, riducendo sensibilmente i consumi. Il sistema ibrido Suzuki è disponibile a soli 1.000 Euro in più rispetto alle versioni a benzina, compensati dalla possibilità di beneficiare dei vantaggi fiscali e delle agevolazioni riconosciuti da molte Amministrazioni regionali e locali e dalla novità introdotta dalla legge di bilancio 2019, che garantisce l’accesso libero alle zone a traffico limitato per i veicoli a propulsione ibrida.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori