Siete qui:

  1. Home
  2. 4x4 stradali
  3. Test Drive: Fiat Panda 1.3 MJT 16V 4X4

Test Drive: Fiat Panda 1.3 MJT 16V 4X4

Stefano Signori | 15 novembre 2012 12:08

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4

Ideale sintesi tra la prima e la seconda vettura di famiglia, abbina la tipica maneggevolezza delle  citycar  alla  libertà  di   muoversi   con   la  massima  sicurezza  su   qualsiasi   terreno.   Il  tutto  senza  rinunciare  ad  una  notevole  abitabilità (considerando  le  dimensioni  compatte)  e  ad  un  comfort  di  bordo  decisamente  elevato  per  questo genere di  vetture.

 

Qualcuno l’ha già ribattezzata “Super Panda” e vista l’eccezionale versatilitàTest  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4 che distingue l’ultima generazione della popolare citycar Fiat dotata della trazione integrale permanente 4x4, aggettivo più adatto di certo non c’era. Unica nel suo genere da 29 anni a questa parte, fin dal lontano 1983 anno in cui debuttò la prima Panda 4x4, la nuova arrivata coniuga alla perfezione i significativi aggiornamenti tecnologici introdotti di recente sul “normale” modello a due ruote motrici, con una serie di importanti migliorie, volte a privilegiare ancor di più la marcia sui percorsi off-road. La nuova Panda 4x4 diventa così la perfetta sintesi tra la prima e la seconda vettura di famiglia, aggiungendo alla tipica maneggevolezza delle citycar, la libertà di muoversi con la massima sicurezza su qualsiasi terreno. Il tutto senza rinunciare ad una notevole abitabilità (considerando le dimensioni esterne decisamente compatte) e ad un comfort di bordo decisamente elevato per questo genere di vetture. Sempre pronta ad affrontare con eguale disinvoltura le mulattiere di montagna come la “giungla”Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4 urbana, l’ultima generazione della Panda 4x4 mantiene come i modelli che l’hanno preceduta, uno stile decisamente aggressivo, quasi da mini-SUV, che si distingue principalmente per la maggiore altezza da terra cresciuta di 47 mm, per la presenza dei massicci paraurti completi di protezione sottoscocca e per i vistosi fascioni laterali. Lo spirito avventuroso della Panda 4x4 si ritrova anche negli interni che riprendono le soluzioni adottate sulle versioni 4x2 con alcune eccezioni: la nuova variante in colore verde per la fascia che incornicia la plancia, i sedili in tessuto dal design specifico arricchiti da dettagli in eco-pelle ed il mobiletto del tunnel centrale che aggiunge un ulteriore vano portaoggetti ai 14 già presenti. A spingere la nuova Panda 4x4 oltre al bicilindrico TwinAir Turbo di 0,9 litri da 85 cavalli, ci pensa il vivace 1.3 Multijet di seconda generazione, un vero e proprio capolavoro della miniaturizzazione, che in grado di sviluppare 75 cavalli e 190 Nm di coppia, ha dimensioni molto contenute e pesa, completo di tutti i suoi accessori, appena 140 kg. Compatto e tecnologicamente sofisticato, questo propulsore dotato di serie del dispositivo Start&Stop garantisce prestazioni di tutto rispetto, permettendo alla Panda 4x4 di raggiungere i 159 km/h di velocità massima e di scattare da 0 a 100 km/h in 14,5 secondi, registrando emissioni di CO2 contenute in appena 125 gr/km ed un consumo medio di 4,7 litri di gasolio ogni 100 chilometri.   

 

TRAZIONE  4x4

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4La nuova Panda 4x4 è dotata di un valido sistema di trasmissione del tipo “Torque on demand”, che si avvale di due differenziali e di un giunto controllato elettronicamente.  Si tratta in pratica di una trazione integrale permanente gestita da una centralina elettronica, che attraverso l’analisi di vali parametri, ripartisce automaticamente la coppia motrice tra l’asse anteriore e quello posteriore, in base alle diverse condizioni di aderenza del fondo stradale. In più la nuova Panda 4x4 è equipaggiata di serie con il sistema ESC (Electronic Stability Control) che, completato dalla  funzione ELD (Electronic Locking Differential), migliora lo spunto in partenza sui percorsi a scarsa aderenza (neve, ghiaccio e fango).  In particolare l’ELD agisce frenando le ruote che perdono aderenza ed iniziano a slittare, trasferendo la forza motrice a quelle che hanno la migliore presa sul terreno. Questa funzione si inserisce manualmente tramite l’apposito tasto posto davanti alla leva del cambio ed agisce sotto la soglia dei 50 km/h.   

 

VERSIONI  &  PREZZI

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Al momento del lancio, la nuova Panda 4x4 è offerta in due versioni, che differiscono unicamente per il tipo di motorizzazione: benzina 0.9 litri TwinTurbo da 85 CV e turbodiesel 1.3 litri MJT da 75 CV. Entrambi i modelli sono dotati di serie del dispositivo Start&Stop e sono equipaggiati rispettivamente con cambio manuale a 6 e 5 marce. Questi sono i prezzi su strada:  

PANDA 0.9 TwinAir Turbo S&S 4X4   €   16.950

PANDA 1.3 MJT 16V S&S 4X4          €   17.650

 

EQUIPAGGIAMENTO  ACCESSORISTICO

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Di serie: airbag frontali e laterali, ABS con EBD, climatizzatore manuale,  impianto stereo con CD e MP3,  servosterzo DualDrive, fendinebbia, Start&Stop,  specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, controllo elettronico della stabilità ESC, Hill Holder, blocco differenziale ELD, cerchi in lega leggera da 15”, fasce paracolpi laterali, volante regolabile in altezza, barre portatutto sul tetto.

Optional: climatizzatore automatico (400 euro), parabrezza termico (150 euro), vetri posteriori oscurati (150 euro), sedile posteriore sdoppiato (250 euro), vernice metallizzata (500 euro).

 

ON  ROAD

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Pensata per un utilizzo polivalente, che va dalle normali strade asfaltate ai percorsi off-road più impervi, la versione 4x4 rispecchia in pieno il carattere estremamente versatile della Panda “tradizionale” a due ruote motrici, di cui mantiene in pratica l’impostazione meccanica di base. Agile e maneggevole nel traffico urbano, ma altrettanto valida quando si affrontano i trasferimenti extra-urbani, la citycar Fiat evidenzia grazie alla trazione integrale permanente un comportamento ancora più sicuro ed omogeneo, che favorisce una migliore guidabilità soprattutto nelle situazioni più impegnative. La maggiore altezza da terra della versione 4x4 non si ripercuote infatti negativamente sulla stabilità  e sul rollio ma, grazie all’adozione delle nuove sospensioni posteriori con flessibilità longitudinale (aumentata del 20%) e alla presenza delle quattro ruote motrici, assicura unTest  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4 handling ancora più efficace, con inserimenti in curva più rapidi e precisi. Pur con una potenza al minimo sindacale, il vivace turbodiesel Multijet da 75 cavalli svolge a meraviglia il suo compito, garantendo con la sua spiccata elasticità buone prestazioni, soprattutto in fatto nelle fasi di accelerazione e ripresa, senza comunque trascurare l’aspetto “consumi”, fondamentale per un’auto di questa categoria. A differenza del modello equipaggiato con il TwinAir Turbo a benzina da 85 cavalli, che può contare su una trasmissione a 6 rapporti, sulla versione 1.3 MJT il cambio ha solo 5 marce, ma l’accresciuta coppia motrice, che raggiunge un picco massimo di 190 Nm a soli 1.500 supplisce, almeno in parte, questa mancanza.

  

OFF-ROAD

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Chi pensa che un fuoristrada non possa prescindere dalle grandi dimensioni e da motori di cubatura elevata, si sbaglia di grosso e forse non ha mai provato la Panda 4x4. L’ultima versione a quattro ruote motrici della versatile citycar Fiat, non solo rispecchia in pieno la grande tradizione inaugurata 29 anni or sono dalla sua celebre antenata ma, senza penalizzare la guidabilità su strada, sfrutta al meglio i notevoli progressi tecnologici che la contraddistinguono, per accrescere la sua efficacia sui percorsi off-road. La rilevante altezza da terra (160 mm), i favorevoli sbalzi anteriori e posteriori e la presenza della nuova sospensione posteriore che favorisce una maggiore escursione delle ruote sui terreni più sconnessi, costituiscono una solida base per consentire alla nuova Panda 4x4 di muoversi con la massimaTest  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4 disinvoltura anche sui percorsi più impegnativi. A tutto ciò và aggiunto il valido sistema di trazione integrale “Torque on Demand” che distribuisce automaticamente la coppia motrice tra i due assi e la disponibilità, per togliersi d’impaccio nelle situazioni critiche, del sistema ELD (Electronic Looking Differential), che migliora notevolmente la motricità sui fondi a scarsa aderenza, permettendo alla Panda 4x4 di viaggiare in tutta sicurezza anche su tracciati fangosi, innevati e sabbiosi.  

 

LA  TECNICA  IN  SINTESI

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Telaio: monoscocca, 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore trasversale, 4 cilindri in linea, ciclo diesel

Cilindrata: 1.248 cc

Potenza max: 55 KW (75 CV) a 4.000 giri

Coppia max: 190 Nm a 1.500 giri

Distribuzione: bialbero, 16 valvole

Alimentazione: forzata con turbocompressore, intercooler, iniezione diretta common rail

Dimensioni: lunghezza 3.686 mm, larghezza 1.672, altezza 1.605, passo 2.300, carreggiate 1.411/1.408Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4

Peso a vuoto: 1.115 kg

Capacità serbatoio: 35 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, tipo MacPherson

Sospensioni posteriori: indipendenti, a ruote interconnesse tramite ponte torcente

Pneumatici: 175/65 R15

Freni: anteriori a disco autoventilanti, posteriori a disco, ABS, EBD

Cambio: manuale a 5 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo di attacco: 21°

Angolo di dosso: 20°

Angolo di uscita: 36°

Altezza minima da terra: 160 mm

Diametro di svolta: 9,7 m

Velocità massima: 159 km/h

Test  Drive:  Fiat  Panda  1.3  MJT  16V  4X4Accelerazione da 0 a 100 km/h: 14,5 sec.

Emissioni medie di CO2: 125 gr/km

Consumi

Percorso urbano: 5,0 litri/100 km

Percorso extraurbano: 4,6 litri/100 km

Percorso misto: 4,7 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori