Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Saloni
  4. Gran Premio Parco Valentino 2015

Gran Premio Parco Valentino 2015

| 15 giugno 2015 19:01

Gran Premio Parco Valentino 2015

 

Con un successo superiore ad ogni aspettativa della vigilia, il Gran PremioGran Premio Parco Valentino 2015 Parco Valentino svoltosi domenica scorsa lungo le strade del centro e della periferia di Torino (dalla sede espositiva della Salone fino alla Reggia di Venaria) ha richiamato lungo i 16 chilometri di percorso un numeroso pubblico di appassionati e curiosi assiepati lungo il tracciato per seguire un evento atteso da mesi.
Fin dalle 8.00 del mattino sono iniziati ad affluire nel piazzale di Torino Esposizioni, capolinea di partenza del Gran Premio Parco Valentino, i numerosi equipaggi iscritti alla sfilata, che ha visto la partecipazione di circa 300 vetture.  Le procedure di accredito (aperte fin dalle 7.00) si sono svolte senza problemi grazie alla perfetta efficienza della macchina organizzativa che alle 10.00 in punto dava ufficialmente il via alla manifestazione in base all'allineamento delle vetture, suddivise per brand e avviate ad intervalliGran Premio Parco Valentino 2015 regolari nei vari scaglioni di appartenenza.
L'onore di aprire la sfilata è toccato alla mitica Lancia D-50, vettura vincitrice dell’ultimo Gran Premio del Valentino (1955), seguita poco dopo dalla parata delle auto da competizione per la celebrazione dell’Automobilismo sportivo a Torino 2015 Capitale Europea dello Sport.  Alle 10.30 è iniziata la sfilata del 1° Gruppo (LANCIA - FIAT - ABARTH - JEEP - ALFA ROMEO), seguita ad intervalli di circa 15 minuti dagli altri scaglioni: 2° Gruppo (MASERATI - FERRARI), 3° Gruppo (PININFARINA), 4° Gruppo (LAMBORGHINI - GIUGIARO - TOURING SUPERLEGGERA - SUZUKI - JAGUAR - SUBARU - FORD - LOTUS - BMW - MCLAREN - BENTLEY - ROLLS ROYCE - ALTRE MARCHE), 5° Gruppo (PORSCHE) e 6° Gruppo (MERCEDES-BENZ - PAGANI).  Nel frattempo le condizioni meteo, che fino a pochi minuti dallaGran Premio Parco Valentino 2015 partenza sembravano smentire le previsioni, volgono al peggio e arriva una leggera pioggia che costringe molte vetture a montare in fretta la capote, senza tuttavia scoraggiare la folla lungo le vie della città che hanno formato una variopinta cornice di ombrelli colorati dietro le transenne che delimitavano il percorso.  Poco dopo le 12.00 la carovana è arrivata alla Reggia di Venaria transitando lungo una strada normalmente chiusa al traffico e, accompagnata  da un'ampia scorta di Vigili Urbani e personale della Protezione Civile, ha varcato la soglia della prestigiosa dimora sabauda posteggiando infine nei giardini della Reggia.  Appena il tempo per le immancabili foto ricordo e gli equipaggi si sono diretti nel maestoso salone della Citroniera dove era allestito il pranzo di gala.  Un ultimo saluto di Andrea Levy, Presidente del Comitato Organizzatore, e del Sindaco di Torino Piero Fassino ed è calato il sipario sul Gran Premio Parco Valentino 2015 con un arrivederci al prossimo anno.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori