Siete qui:

  1. Home
  2. Attualitą
  3. MOTO
  4. MBE 2022: La moto torna protagonista a Verona

MBE 2022: La moto torna protagonista a Verona

| 13 gennaio 2022 09:10

MBE 2022: La moto torna protagonista a Verona

600 espositori, 8 padiglioni e tante attività all’aperto per tornare alla #moto dal vivo - Il divertimento comincia dal Custom District, il fiore all’occhiello dell’edizione 2022 -  All’inaugurazione anche l’arrivo del raid “Fuoco dell’Amicizia” che sfilerà di fronte alle istituzioni.


Apre oggi ufficialmente il grande weekend veronese della #moto. Al taglio del nastro, accanto agli organizzatori Paola Somma e Francesco Agnoletto, saranno presenti le Autorità con l’intervento del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, e di Veronafiere Maurizio Danese. Con i suoi 600 espositori distribuiti negli 8 ampi padiglioni e le aree esterne, #motorbikeexpo è pronto ad accogliere il pubblico degli appassionati da giovedì 13 a domenica 16 gennaioL’unico evento fieristico che mette al centro il motociclista e il suo lifestyle pone una particolare attenzione alla sicurezza di tutti sotto ogni aspetto, dal ticketing al rispetto dei protocolli di ingresso, alla regolamentazione dell’affluenza del pubblico.MBE 2022: La moto torna protagonista a Verona

È importante sottolineare come Motor Bike Expo non si sia mai fermato”, spiega Francesco Agnoletto, CEO e co-fondatore della manifestazione. “Sei mesi dopo la Special Edition dello scorso giugno, abbiamo concretizzato le idee maturate nel 2021. Non è stato facile organizzare questa 24a edizione, ma lo chiedeva il settore e l’aspettavano gli appassionati. È un momento di community e di divertimento, ma anche una prova di coraggio, di libertà e di fiducia nel futuro. Noi ci abbiamo messo il senso di responsabilità e tutto il nostro impegno, grazie e il supporto di Veronafiere, delle autorità locali e dei nostri partner”.

L’ingresso a MBE, dalle ore 9, (chiusura ore 19) prevede l’acquisto anticipato del biglietto online e avviene attraverso le porte Cangrande, San Zeno e Re Teodorico, con 60 tornelli operativi che permettono l’accesso di oltre 7.000 visitatori all’oracon i controlli sanitari previsti. A questi si aggiunge “l’ingresso C” riservato ai motociclisti, che potranno parcheggiare gratuitamente le loro due ruote all’interno della manifestazione.

Le nuove regole prevedono il green pass rafforzato e la mascherina FFP2 obbligatoria.

Arriviamo a MBE dopo un autunno di attività intensa, con più di 20 manifestazioni fieristiche nel complesso”, sottolinea Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. “Questo ci ha permesso di sviluppare uno know-how che ci permette di operare anche in questa situazione. MBE è un segnale importante, significa che il sistema fieristico può funzionare con sicurezza e attenzione nel corso del 2022”.

Nato come evento custom, MBE è cresciuto fino ad abbracciare la #moto a 360°. Negli 8 padiglioni sarà possibile esplorare e conoscere ogni filosofia delle due ruote, dal #racing al fuoristrada, fino alla propulsione elettrica e le E-bike. Toni Bou, 30 volte campione del mondo di Trial, ne dimostrerà le potenzialità con i suoi funambolici #show sabato e domenica.

Quest’anno il fiore all’occhiello è il Custom District del Padiglione 1, che racconta il mondo della motocicletta personalizzata attraverso l’arte e la cultura. Presentando oltre 50 special in anteprima, è simbolo dell’originalità della manifestazione.

Motor Bike Expo si conferma un evento che coinvolge tutti gli amanti dei motori e non solo delle due ruote, ospiterà infatti, in concomitanza del taglio del nastro, l’arrivo del raid automobilistico “Fuoco dell’Amicizia” promosso da ACI e dall’Automobile club di Venezia e dal Consiglio regionale del Veneto. Il raid è partito domenica 9 gennaio da Venezia e nei giorni scorsi ha fatto tappa in numerose città turistiche di Austria e Germania, dove ha portato il messaggio di solidarietà della Regione Veneto e riscontrando in tutte le tappe del tour il profondo desiderio di poter tornare presto a muoversi e circolare liberamente anche per motivi turistici.

Le premesse per l’edizione della ripartenza ci sono tutte. Secondo Vittorio Gelmetti, vicepresidente di Veronafiere, “l’apertura di una manifestazione imponente, importante e tradizionale come MBE è un segnale positivo per tutto il settore, in attesa delle prossime fiere”.