Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Aut.

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Aut.

Stefano Signori | 11 luglio 2016 20:14

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T

La trasmissione automatica a 4 rapporti del Jimny è offerta con un sovraprezzo di 1.300 euro rispetto al tradizionale cambio manuale a 5 marce - Questo collaudato cambio automatico (montato anche sulla Swift) si avvantaggia di un peso e di ingombri estremamente contenuti, così da garantire una perfetta adattabilità con le auto di dimensioni compatte.

 

Agli automobilisti italiani il cambio automatico piace sempre di più, tanto da convincereTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T una significativa percentuale degli acquirenti di un 4x4 duro e puro come il Suzuki Jimny, a scegliere questa pratica soluzione tecnologica che, soprattutto in ambito urbano, rende la guida meno stancante e decisamente più piacevole. Nel 2015 sono stati ben 169 clienti, il 7,3% del totale di Jimny consegnati nel nostro Paese, ad optare per le versioni automatiche, che nel caso dell’intramontabile 4x4 giapponese, si affidano ad una trasmissione a controllo elettronico A/T dotata di convertitore di coppia a 4 rapporti. Questo collaudato cambio automatico, che è montato anche sulla Swift, si avvantaggia di un peso e di ingombri estremamente contenuti, così da garantire una perfetta adattabilità con le auto di dimensioni compatte. Dotato di sistema overdrive, che incrementa il rapporto di trasmissione nei tratti veloci al fine di ottimizzare il comfort di marcia e i consumi di carburante, il cambio automatico del Suzuki Jimny offre al guidatore la possibilità di scegliere tra la funzione completamente automatica D e quella semiautomatica, selezionando manualmente tramite la leva di comando centrale, il rapporto preferito.Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T Così, in base al percorso e allo stile di guida, il conducente può limitare la cambiata alla terza, alla seconda e posizionando la leva sulla funzione L, alla prima marcia, ideale per affrontare i tratti di maggiore pendenza. Dotata di raffreddamento e liquido e lubrificazione forzata, la trasmissione automatica a 4 rapporti del Jimny è offerta con un sovraprezzo di 1.300 euro rispetto al tradizionale cambio manuale a 5 marce. Quasi irrilevanti, a fronte dei notevoli vantaggi che questa soluzione tecnica comporta, le differenze in fatto di prestazioni e consumi tra il cambio manuale e quello automatico, sono sintetizzabili in una perdita di 5 km/h della velocità massima che si riduce a 135 km/h ed in un consumo medio che lievita solo del 2,8% attestandosi a 7,3 litri/100 km. Al top della gamma, la versione 1.3 4WD EVOLUTION+ A/T utilizzata per la nostra prova,  ripropone naturalmente la ricca dotazione di serie del Jimny di ultima generazione, che oltre al controllo elettronico della stabilità ESC, prevede l’utile sistema TMPS (Tyre Pressure Monitoring System) per mantenere sotto controllo la pressione dei pneumatici, le finiture interne cromate, i rivestimenti in ecopelle/tessuto per i sedili ed in sola ecopelle per il volante ed i poggiatesta. A rendere ancora più esclusiva la versione Jimny Evolution+ A/T contribuiscono anche i vetri posteriori oscurati, i fari fendinebbia, i mancorrenti al tetto nella colorazione nero/silver,  le maniglie in tinta con la carrozzeria ed i cerchi in lega leggera da 15” con cromia bicolore.

 

SUZUKI: Un cambio automatico per ogni modello    

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TA/T, AGS, CVT e DCT, sigle fino ad un pò di tempo fa quasi sconosciute, sono diventate negli ultimi anni molto note agli acquirenti delle auto Suzuki che, scegliendo una vettura con cambio automatico, si avvantaggiano della specifica soluzione tecnologica studiata dalla Casa giapponese per ogni modello della sua gamma. Dalla citycar Celerio, dotata di trasmissione robotizzata AGS, fino alle compatte Swift e Jimny, equipaggiate con cambio automatici A/T con convertitore di coppia a 4 rapporti, ogni Suzuki può infatti contare su una trasmissione automatica realizzata “su misura” per esaltarne prestazioni e piacere di guida. A riscuotere sempre maggiori consensi con le loro versioni “automatiche”, sono anche i SUV Suzuki: il crossover S-Cross, che proposto con motorizzazione 1.6 benzina e diesel, prevede nel primo caso una trasmissione CVT, mentre il motore a gasolio è abbinato alla tecnologia “doppia frizione” del sistema TCSS. Doppia scelta anche per la Vitara, che sfruttando gli stessi propulsori della S-Cross, si differenzia per l’adozione del cambio 6A/T nella versione a benzina. In termini di costi, l’esborso supplementare richiesto dalla trasmissione automatica, spazia da i 700 euro del cambio robotizzato della Celerio, ai 1.000 euro di Swift e 1.300 euro di Jimny dotate di convertitore di coppia a 4 marce, ai 1.100 euro di S-Cross CVT, ai 1.500 euro del 6 rapporti e convertitore di coppia di Vitara a benzina, perTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T finire ai 1.700 euro per il doppia frizione di Vitara e S-Cross con motorizzazione diesel. Molto limitati nel tempo, gli interventi di manutenzione delle trasmissioni automatiche Suzuki, consistono nel solo cambio dell’olio stimato per chilometraggi dell’ordine di 150.000/170.000 km a seconda della tipologia del sistema adottato. Anche i consumi non sono affatto preoccupanti: per quanto riguarda la Celerio restano invariati a 4,3 litri/100 km; per Swift si passa da 5,0 a 5,6 litri/100km, con un incremento del 12%; la variazione risulta ancora inferiore nel caso del Jimny in cui, passando da 7,1 a 7,3 litri/100 km, vi è solo un gap di +2,8%. Nel caso di S-Cross e Vitara, i consumi restano invariati nella versione 1.6 benzina 2WD, con 5,5 litri/100km; per il diesel si registra invece un +4,6% passando da 4,3 a 4,5 litri/100 km. Per la Vitara nella versione 1.6 4WD benzina si annota solo un +1,8% passando da 5,6 a 5,7 litri/100 km; nella medesima versione con alimentazione diesel il dato è pari a +7,1% con un passaggio da 4,2 a 4,5 litri/100km. Per quanto riguarda la sportiva Vitara S 1.4 Boosterjet, la variazione è solo dell’1,8% passando da 5,4 a 5,5 litri/100 km.

 

TRAZIONE 4X4

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TIl Suzuki Jimny di ultima generazione si affida, come in passato, al collaudato sistema di trazione integrale denominato “Drive Select 4x4” con tanto di marce ridotte, che assicura un’eccellente motricità su qualsiasi terreno. Il passaggio dalla trazione posteriore “2WD” ideale sull’asfalto, a quello sulle quattro ruote “4WD” consigliato sui fondi a scarsa aderenza o con i rapporti ridotti “4WS L” specifici per i terreni più accidentati, si concretizza premendo gli appositi pulsanti posti al centro della plancia. L’inserimento della trazione integrale può essere effettuata  anche in movimento, a patto che la velocità sia inferiore ai 100 km/h.

 

VERSIONI & PREZZI

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TIl Suzuki Jimny è disponibile in 4 versioni, tutte equipaggiate con il collaudato quattro cilindri a benzina di 1.3 litri da 85 cavalli. A seconda del modello, il cambio è manuale a 5 marce o automatico a 4 rapporti. Questi sono i prezzi su strada: 

JIMNY 1.3 VVT 4WD EVOLUTION € 17.600

JIMNY 1.3 VVT 4WD EVOLUTION aut. € 18.900

JIMNY 1.3 VVT 4WD EVOLUTION+ € 18.500

JIMNY 1.3 VVT 4WD EVOLUTION+ aut. € 19.800

 

EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TDi serie: airbag frontali, ABS con EBD, climatizzatore manuale, alzacristalli elettrici anteriori, impianto stereo con CD, chiusura centralizzata con telecomando, controllo elettronico della stabilità ESC, fendinebbia, specchietti regolabili elettricamente, antifurto immobilizer, cerchi in lega da 15”, vetri posteriori oscurati, barre portatutto sul tetto.

Optional: sensori di parcheggio (188 euro), navigatore satellitare (1.000 euro),  vernice metallizzata (500 euro).

 

ON ROAD

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TProgettato per esaltare il piacere di guida soprattutto negli spostamenti cittadini, il cambio automatico montato sulla Suzuki Jimny svolge al meglio il suo compito in tutte le situazioni di marcia, risultando estremamente efficace anche nei trasferimenti a lungo raggio e nelle escursioni sui percorsi off-road. L’apporto in termini di praticità ed affidabilità della trasmissione automatica a 4 rapporti con controllo elettronico dotato di convertitore di coppia, ben si sposa infatti con la spiccata versatilità che da sempre contraddistingue il compatto 4x4 giapponese, ai vertici della categoria anche per quanto riguarda agilità e maneggevolezza. Così, alle dimensioni estremamente contenute del corpo vettura, alla posizione di guida piacevolmente rialzata e ad uno sterzo dal ridottissimo raggio di svolta che consente di eseguire un’inversione totale in un fazzoletto, la versione “automatica” del Jimny aggiunge il notevole vantaggio di potersi dedicare unicamente al percorso da seguire, dimenticando l’uso della frizione e le inevitabili cambiate necessarie per sfruttare al meglio il generoso quattro cilindriTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T di 1.3 litri da 85 cavalli, che come dimostra il valore di coppia massima (110 Nm a 4.100 giri), non brilla certo per elasticità. Dotata di overdrive per ottimizzare le prestazioni ed i consumi alle velocità superiori, la trasmissione automatica a 4 marce montata sul Jimny, oltre alla classica modalità D utilizzata nella maggior parte dei casi, permette al conducente di limitare con le posizioni 3 e 2, la cambiata al rapporto prescelto o di agevolare con la funzione L, la guida nei tratti di maggiore pendenza, sfruttando il solo primo rapporto. In condizioni normali, i passaggi di marcia avvengono ad un regime di circa 2.000 giri, in modo da rendere la guida estremamente fluida, favorendo un elevato comfort di bordo ed una notevole praticità nell’uso quotidiano.

 

OFF-ROAD

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TL’adozione del cambio automatico con convertitore di coppia a 4 rapporti, non modifica più di tanto il carattere estremamente efficace ed ultra affidabile del Suzuki Jimny, che nel corso gli anni e dei vari aggiornamenti, non è stato minimamente scalfito dalle pur significative migliorie apportate al formidabile 4x4 giapponese. Del resto, oggi come in passato, le armi vincenti dell’indomabile fuoristrada compatto evergreen del marchio Suzuki, si basano ancora una volta sul robustissimo telaio a longheroni e traverse, sulle ineguagliabili sospensioni ad assale rigido dall’ampia escursione e sulla validità del sistema di trazione Drive Select 4x4 con tanto di marce ridotte, che assicura un’eccellente motricità anche sui terreni più accidentati. Agevolato nei tratti più angusti dagli sbalzi decisamente favorevoli, il Jimny può inoltre contare su una rilevante altezza da terra che facilita il superamento degli ostacoli piùTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T impegnativi e sulla buona spinta offerta dal brillante 1.3 litri a fasatura variabile, che trova nel cambio automatico a 4 marce, il tramite ideale per rendere la guida sui percorsi off-road ancora più rilassante e piacevole. La possibilità di bloccare la trasmissione automatica su uno specifico rapporto e di inserire quando si deve affrontare un tratto in forte pendenza la modalità L, ovvero la prima marcia, rende senz’altro meno impegnativa la conduzione del Jimny sui terreni off-road, permettendo anche un migliore sfruttamento della potenza a disposizione, senza che ciò incida negativamente sulle prestazioni.

 

LA TECNICA IN SINTESI

Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/TTelaio: a longheroni e traverse, 3 porte, 4 posti

Motore: anteriore longitudinale a benzina, 4 cilindri in linea

Cilindrata: 1.328 cc

Potenza max: 85 CV a 6.000 giri

Coppia max: 110 Nm a 4.100 giri

Distribuzione: bialbero, 16 valvole

Alimentazione: ad iniezione elettronica multipoint

Dimensioni: lunghezza 3.675 mm, larghezza 1.600, altezza 1.670, passo 2.250, carreggiate 1.355/1.365Test Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T

Peso a vuoto: 1.150 kg

Capacità serbatoio: 40 litri

Sospensioni anteriore: ad assale rigido, braccio longitudinale biella trasversale

Sospensioni posteriori: ad assale rigido, braccio longitudinale biella trasversale

Pneumatici: 205/70 R15

Freni: anteriori a disco, posteriori a tamburo, ABS, EBDTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T

Cambio: automatico a 4 marce

Sterzo: a circolazione di sfere con idroguida

Angolo di attacco: 34°

Angolo di dosso: 31°

Angolo di uscita: 46°

Altezza minima da terra: 190 mm

Diametro di svolta: 9,8 m

Velocità massima: 135 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 14,5 secTest Drive: Suzuki Jimny 1.3 VVT 4WD Evolution+ A/T

Emissioni medie di CO2: 167 gr/km

Consumi:

Percorso urbano: 9,0 litri/100 km

Percorso extraurbano: 6,3 litri/100 km

Percorso misto: 7,3 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori