Siete qui:

  1. Home
  2. Attrazione AWD
  3. Accessori
  4. Motul Corazon: Progetto Garage Italia in Burkina Faso

Motul Corazon: Progetto Garage Italia in Burkina Faso

| 11 luglio 2014 00:23

Motul Corazón: Progetto Garage Italia in Burkina Faso

La fondazione “Motul Corazón” sostiene il progetto Garage Italia in Burkina Faso -  È stato inaugurato il primo Garage Italia promosso dall’ONG Bambini nel Deserto ONLUS per creare un percorso formativo dedicato ai giovani aspiranti meccanici di Ouagadougou, in Burkina Faso - Un  progetto  finalizzato  grazie  al  supporto  della  fondazione  Motul  Corazón.

 

Fra i principali progetti internazionali supportati dalla Fondazione Motul Corazón, spicca Garage Italia.Motul Corazón: Progetto Garage Italia in Burkina Faso  Nato dall’impegno dell’ONG Bambini nel Deserto ONLUS in collaborazione con Associazione Culturale Ultreya Rider Motorcycle, il progetto si pone l’obiettivo di creare a Ouagadougou, in Burkina Faso, un percorso permanente di formazione professionale in meccanica e riparazione di motociclette, che, una volta terminato, darà una prospettiva professionale ai ragazzi socialmente vulnerabili. Il progetto nasce come soluzione a uno dei problemi che caratterizzano i quartieri più poveri delle capitali dei Paesi in Via di Sviluppo dell’Africa dove i giovani tra i 15 e i 16 anni sono impossibilitati ad accedere al mondo del lavoro con una adeguata formazione. Grazie anche al contributo di Motul Corazón, il primo Garage Italia è stato aperto quest’anno a Ouagadougou, in Burkina Faso. Il personale tecnico locale esperto nel campo della riparazione di motoveicoli, oltre a formare i giovani, avrà il compito di gestire l’officina della scuola aperta al pubblico.  “Il progetto Garage Italia", dice MarcoMotul Corazón: Progetto Garage Italia in Burkina Faso Baraldi, direttore generale di Motul Italia, "è il naturale sviluppo del coinvolgimento di Motul e della fondazione Motul Corazón in aspetti sociali e culturali a livello internazionale.  Con il supporto di Motul Corazón vogliamo intervenire in modo concreto a migliorare le situazioni di disagio che, purtroppo, vedono frequentemente i bambini e i giovani come vittima privilegiata”.   L'idea di creare Motul Corazón è nata in America Latina e il nome Corazón, che significa "cuore" in spagnolo, è stato una scelta naturale per rappresentare l'amore di Motul verso i bambini. L’utilizzo del cuore come simbolo universale e comprensibile da tutti vuole caratterizzare anche graficamente la massima espressione di amore e devozione che sta alla base della filosofia costitutiva della fondazione.  Grazie a Motul Corazón, il “mondo" Motul intende agire concretamente. L'intera rete (filiali, business unit, distributori, clienti, ecc.), infatti, è coinvolta quotidianamente nello sviluppo del progetto proponendo e facendosi portavoce di iniziative locali. Una forza che può contare sulla presenza in 85 Paesi.  Motul Corazón è stata fondata sotto l’egida de La Fondation de France ed è un riferimento e un tramite internazionale per sostenere azioni di organizzazioni o associazioni già esistenti creando così un volano virtuoso per la selezione e la promozione dei progetti più interessanti.

 

MOTUL

Motul è un’azienda multinazionale indipendente, leader nella produzione di prodotti lubrificanti per trazione rispondenti alle specifiche e omologazioni delle Case costruttrici. Il marchio vanta una storia di oltre 150 anni e un’esperienza maturata nelle competizioni motoristiche di alto livello. Più di 40 titoli vinti nei campionati mondiali coronano la passione e le competenze di Motul. La filiale italiana è a Torino, la sede centrale ad Aubervilliers, Parigi.

 

Fondazione Motul Corazón

Sin dalla fondazione, avvenuta nel 1853, Motul ha messo le persone al centro delle sue attività. E proprio ponendosi come obiettivo la crescita degli individui, l’Azienda promuove fra i suoi valori l’impegno sociale. Fedele a questa tradizione, Motul ha istituito la Fondazione Motul Corazón: un ente senza fini di lucro che si pone come scopo migliorare il futuro dei bambini di tutto il mondo. Nata sotto l'egida della Fondation de France, associazione benefica attiva a livello internazionale, Motul Corazón è un passaggio naturale di sviluppo aziendale con una significativa connotazione sociale.

 

Fondation de France

La Fondation de France è un organismo indipendente istituito nel 1969 per incoraggiare la crescita di tutte le forme di filantropia privata. La Fondation de France imposta programmi d'azione in molti campi: la solidarietà, anziani, disabili e per l’infanzia. Le sue aree di intervento riguardano anche la salute, la ricerca scientifica, la cultura e l'ambiente.  La Fondation de France contribuisce allo sviluppo di tutte le forme di solidarietà consentendo a persone e ad aziende di presentare e finalizzare progetti sotto la sua egida beneficiando della sua consulenza sulla gestione. La Fondation de France aiuta anche a mettere in atto sistemi di rete o di struttura, e promuove la professionalità nella gestione del settore del volontariato in Francia e in Europa.

 

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

L'ONG Bambini nel Deserto ONLUS é un organizzazione umanitaria riconosciuta dall'Italia, dal Marocco, dalla Mauritania, dal Burkina Faso e dal Ciad. Dal 2000 a oggi sono stati realizzati oltre 300 progetti in più di 10 paesi dell'Africa sahariana e sub-sahariana in tutti i settori della Cooperazione Internazionale: acqua, cibo, sanità, istruzione e infanzia, sviluppo economico. Bambini nel Deserto é impegnata anche nell'ambito delle Emergenze Umanitarie e in particolare attraverso azioni nel campo delle migrazioni e della lotta alla malnutrizione infantile.

 

Ultreya Rider Motorcycle

Nasce nel 2007 come un'associazione culturale che ha come obiettivo la condivisione della passione per la motocicletta ma open a tutti coloro i quali si riconoscono nella mission di Ultreya! Negli anni la passione è andata "oltre", infatti questa piccola associazione in pochissimo tempo è cresciuta e riconosciuta a livello nazionale, tant'è che ha guadagnato la stima di parecchie aziende. Uno dei primi risultati raggiunti con grande soddisfazione è stato avere uno spazio dedicato nella fiera internazionale "Automotoretrò". In un primo tempo con alcuni mezzi come il grande camion IVECO 330.30 ANW delle missioni Overland concesso dall'esploratore italiano Beppe Tenti, poi con un'esposizione di alcune motociclette che hanno partecipato a raid benefici in Marocco con il supporto delle Autorità del Regno.  Ultreya Rider Motorcycle con il contributo dei soci e partner ha raccolto, in pochissimo tempo, una donazione a favore di alcuni progetti umanitari di 50.000,00 euro in denaro contante e oltre 35.000,00 di materiale donato da aziende leader italiane.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori