Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Club 4x4
  4. Raduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina

Raduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina

Testo: Giusy Concina – Foto Tomas Panfili | 10 luglio 2015 19:39

Raduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina

 

Motori e ambiente in perfetta sintonia all'edizione 2015 del Raduno Carnia 4x4 MemorialRaduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina Titta Concina, svoltosi domenica 5 luglio. 47 gli equipaggi partecipanti (tra fuoristrada, SUV e quad) che lungo un tracciato di 86 chilimetri hanno attraversato i boschi dalle alte conifere  di tutta la Carnia e il greto del fiume Tagliamento, assaporando  nel corso di svariate soste gastronomiche le specialità della cucina locale e i prodotti genuini della regione come i formaggi del Caseificio Val Tagliamento di Enemonzo; per non dimenticare i dolci e i tipici “Esse” della Pasticceria di Enemonzo De Marchi. Enemonzo è stato il “giro di boa” del tracciato, partito dalla Citta’ di Tolmezzo, il cui Comune ha concesso il patrocinio alla manifestazione grazie al suo carattere ecologico. E proprio parlando di ecologia, gli equipaggi che hanno partecipato al Raduno si sonoRaduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina anche dedicati alla raccolta dei rifiuti, successivamente pesati presso la piazzola ecologica per stilare la classifica in base al quantitativo raccolto. Lungo il tracciato non sono mancati gli aspetti più significativi del fuoristrada, come i passaggi impegnativi, le fangaie, qualche guado rinfrescante e le tradizionali prove di guida off-road, che hanno dato vita ad un’altra classifica, basara sui tempi di percorrenza. La giornata si è rivelata un vero spasso con le sfide tra i vari partecipanti appartenenti allo stesso Club, voglia di vincere e difendere il titolo conquistato nelle tre edizioni precedenti per Diego Sartor presente ancora una volta a bordo del suo quad; i compagni di squadra, del Malgalivi4x4, invece avrebbero voluto rubargli la vittoria di questa edizione 2015,Raduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina ma non ce l’hanno fatta. Tra le auto la vittoria è andata al Defender 90 di Matteo Colombino, seguito a ruota dal Nissan Patrol di Alex Driutti e dal Nissan Patrol di Renzo Morelli. Un ottimo risultato è stato anche il debutto sulle piste off-road italiane di un veicolo molto particolare: un VM proveniente dalla gendarmeria belga e importato da Alessandro Garofalo e Stefania Simonato. Un mezzo dalle dimensioni generose per essere un fuoristrada, adattissimo a questi terreni, con una luce da terra eccellente; l’allestimento attuale lo vede trasformato in camper, ma attraverso il tracciato del Raduno Carnia 4x4 si è disimpegnato in modo egregio e l’equipaggio a fine giornata ci ha confermato la piena soddisfazione per le sue performance. Dopo una giornata dedicataRaduno Carnia 4x4 Memorial Titta Concina all’off-road, una splendida cornice paesaggistica come la pineta di Villa Santina, che ospita al suo interno il ristorante al Laghetto, è stata la formula migliore per concludere l’avventura davanti a specialità quali il frico, la polenta e la carne alla griglia; un premio, questo, per tutti, che si è unito ai trofei consegnati ai vincitori assieme ai prodotti Ma-Fra per la pulizia dei veicoli offerti a tutti gli equipaggi in sintonia con la tradizionale vocazione ecologica del Raduno Carnia 4x4.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori