Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Long Test
  4. Long Test: Peugeot Tepee 4X4 by Dangel

Long Test: Peugeot Tepee 4X4 by Dangel

Stefano Signori | 09 ottobre 2013 22:59

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel

La  versione  a  trazione  integrale  del  dinamico  monovolume  Peugeot, accresce  ulteriormente  la  sua  spiccata  versatilità, garantendo  un’eccellente  flessibilità  d’utilizzo  e  prestazioni  off-road  di  tutto  rispetto -  Nel  corso  del  nostro  long  test, oltre  alla tradizionale  prova  su  strada  e  in  fuoristrada,  abbiamo  testato  il  veicolo  in  alcune  particolari  condizioni  di  carico  realizzate  in  un  rifugio  alpino  e  all'interno  della  caotica  e  variopinta  atmosfera  di  un  mercato  alle  porte  di  Torino.

 

La notorietà a livello mondiale, Henry Dangel la ottenne negli anni ’70 applicandoLong Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel la trazione 4X4  alle robustissime Peugeot 504 Break, che divennero ben presto incontrastate protagoniste delle gare africane dell’epoca, a cominciare dalle prime edizioni della  Parigi-Dakar. Negli anni che seguirono, il successo delle trasformazioni del geniale costruttore francese crebbe di pari passo con la produzione, tanto da farlo diventare, con oltre 34.000 unità assemblate, il primo marchio d’oltralpe di veicoli 4X4. Da sempre unita a doppio filo con la Casa del Leone, la Dangel a partire dagli anni ’90 ha concentrato la sua produzione quasi esclusivamente su modelli 4X4 derivati da furgoni e veicoli multispazio, per lo più a marchio Peugeot. Tra i più apprezzati dagli appassionati di questo genere di veicoli, spicca certamente il Partner Dangel che, nello scorso mese di giugno, ha festeggiato il suo 5 millesimo esemplare prodotto.  In diretta concorrenza con numerose sport-utility di classe media,Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel la versione a trazione integrale del dinamico monovolume Peugeot, accresce ulteriormente la sua spiccata versatilità, garantendo un’eccellente flessibilità d’utilizzo e prestazioni off-road di tutto rispetto.  Alle dimensioni esterne relativamente compatte, il Partner Tepee Dangel abbina infatti un abitacolo estremamente ampio e molto funzionale, che oltre ad accogliere comodamente cinque persone riserva tanto spazio anche per i bagagli.  Vincenti in questo caso si dimostrano non solo le pratiche portiere posteriori scorrevoli che favoriscono un’accessibilità ottimale ai sedili dietro, ma anche la possibilità di abbattere  parzialmente o totalmente questi ultimi, così da coniugare al meglio il trasporto di persone e bagagli.  Equipaggiato nella versione top di gamma, con il brillante 1.6 HDi da 115 cavalli, il Partner Dangel 4X4 raggiunge i 169 km/h di velocità massima e scatta da 0 a 100 km/h in 15,5 secondi. Accoppiato ad un cambio a 5 marce questo moderno propulsore si accontenta in media di 5,7 litri di gasolio ogni 100 chilometri e fa registrare emissioni medie di CO2 dell’ordine di 150 gr/km.  Grazie al collaudato sistema di trazione 4X4 ed all’accresciuta altezza da terra, il Partner Dangel si muove con la massima agilità su qualsiasi terreno, surclassando tante sport-utility certamente più lussuose e blasonate, ma spesso anche meno efficaci.    

 

TRAZIONE  4X4

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelIn grado di muoversi in tutta sicurezza su qualsiasi terreno, il Partner Tepee Dangel nell’allestimento Endurance si affida ad un collaudato sistema di trazione 4X4 con giunto viscoso collocato a ridosso dell’asse posteriore e differenziale anteriore a slittamento limitato. Per passare dalle due alle quattro ruote motrici, il conducente non deve far altro che selezionare manualmente il tipo di trazione preferito tramite l’apposito selettore posto in plancia: operazione che può essere eseguita a qualsiasi velocità.  Per migliorare ulteriormente la motricità sui fondi a scarsa aderenza, l’allestimento Extreme aggiunge il differenziale posteriore a slittamento limitato ed una serie di protezioni per il retrotreno.   

 

VERSIONI  &  PREZZI

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelLa gamma del Peugeot Partner Tepee Dangel, commercializzata negli allestimenti Active e Outdoor, si articola in tre versioni, equipaggiate con motore turbodiesel 1.6 HDi da 92 e 115 cavalli. Tutti i modelli sono dotati di cambio manuale a 5 marce.

Questi sono i prezzi su strada:   

 

1.6 HDi 92cv Dangel Endurance 4x4  -  €   28.143

1.6 HDi 92cv Dangel Estreme 4x4  -  €   29.244

1.6 HDi 115cv Dangel Endurance 4x4  -  €   30.610

 

EQUIPAGGIAMENTO  ACCESSORISTICO

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelDi serie: airbag frontali, ABS con EBD, climatizzatore automatico bi-zona, impianto stereo con CD, MP3 e comandi al volante, chiusura centralizzata a distanza, bracciolo anteriore, fendinebbia, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, cerchi in lega da 16”, computer di bordo, presa di corrente da 12v anteriore.

Optional: tetto Zenith (760 euro), vetri posteriori oscurati (235 euro),  navigatore satellitare (960 euro), vernice metallizzata (450 euro).

 

 

ON ROAD

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelEstremamente versatile già nella classica configurazione di serie, il Partner Tepee trasformato dalla Dangel in un vero e proprio fuoristrada, amplia ulteriormente il suo campo d’azione, adattandosi perfettamente ad ogni tipo di percorso. Sull’asfalto quindi, il camaleontico multispazio transalpino, ricalca il comportamento sicuro e facilmente gestibile di tutti i Peugeot Partner, risultando allo stesso tempo agile e maneggevole nel traffico cittadino, quanto robusto ed efficace per affrontare anche a pieno carico i viaggi più impegnativi. A garantire prestazioni di tutto rispetto ed un elevato piacere di guida alla versione 1.6 HDi Endrance 4X4, contribuisce in maniera determinante il generoso quattro cilindri da 115 cavalli ad iniezione diretta common rail, che dotato di tanta coppia fin dai regimi più bassi, assicura accelerazioni e riprese decisamente brillanti per un veicolo di questa categoria.  Abbinato ad un cambio a 5 marceLong Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel dagli innesti abbastanza rapidi e precisi, che grazie alla posizione rialzata della leva posta sulla consolle centrale, risulta facilmente raggiungibile ed azionabile, il collaudato turbodiesel Peugeot ha anche il pregio di consumare poco e di essere ben insonorizzato così da non penalizzare il comfort di bordo.  Nonostante l’aumentata altezza da terra derivata dalla presenza della trazione 4X4 accentui il rollio in curva, la tenuta di strada è sempre di ottimo livello e sfruttando proprio la trazione integrale, rimane tale anche sul bagnato.  Pur con qualche riserva per quanto riguarda la capacità di attutire le irregolarità del manto stradale, le sospensioni svolgono a dovere il loro compito, così come perfettamente adeguato a questo tipo di veicolo, risulta il potente impianto frenante, che mantiene intatta la sua efficacia anche nell’utilizzo prolungato.

 

OFF-ROAD

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelDifficile mettere in difficoltà il Partner Dangel 4X4 che, a dispetto delle apparenze, non si limita a svolgere il ruolo di versatile multispazio, ma interpreta alla grande anche il copione di valido fuoristrada, perfettamente attrezzato per muoversi con la  massima disinvoltura su qualsiasi terreno. A fare la differenza con analoghi veicoli di questa nicchia di mercato, non è solo l’efficace sistema di trazione integrale con giunto viscoso che assicura un’eccellente motricità sui fondi più accidentati ed a scarsa aderenza, ma giocano un ruolo determinante  anche le sospensioni rialzate e l’aumentata altezza da terra (200 mm) indispensabile per superare in tutta sicurezza gli ostacoli più impervi.  Pur con qualche limite derivante dalle dimensioni non proprio contenute del corpo vettura, il Partner Dangel 4X4 si avvantaggia inoltre della buona progressione offerta dal brillante  turbodiesel 1.6 HDi da 115 cavalli e dei favorevoli sbalzi anteriori e posteriori, che agevolano l’approccio sui terreni con dislivelli piuttosto marcati.     

 

LA  TECNICA  IN  SINTESI

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelTelaio: scocca portante, 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore trasversale, 4 cilindri in linea, ciclo Diesel

Cilindrata: 1.560 cc

Potenza max: 115 CV a 4.000 giri

Coppia max: 240 Nm a 1.750 giri

Distribuzione: bialbero, 16 valvole

Alimentazione: forzata con turbocompressore, intercooler, iniezione diretta common rail

Dimensioni: lunghezza 4.380 mm, larghezza 1.810, altezza 1.862, passo 2.728

Peso a vuoto: 1.581 kg.

Capacità serbatoio: 60 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, schema MacPherson

Sospensioni posteriori: a bracci tirati con due barre di torsione laterali

Pneumatici: 215/55 R16Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel

Freni: a disco, ABS, EBD

Cambio: manuale a 5 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo di attacco: 27°

Angolo di dosso: 24°

Angolo di uscita: 42°

Altezza minima da terra: 200 mm

Diametro di sterzata: 11,5 mLong Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel

Velocità massima: 169 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 15,5 sec

Emissioni medie di CO2: 150 gr/km

Consumi

Percorso urbano: 6,5 litri/100 km

Percorso extraurbano: 5,3  litri/100 km

Percorso misto: 5,7 litri/100 km

 

 

Il  figlio  dei  fiori                                                                                          

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelIl primo test scelto per il valutare sul campo la versatilità di carico del nostro Partner Tepee lo abbiamo svolto alle porte di Torino, nel mercato di Chieri, avvalendoci della collaborazione di Carlo De Stefanis, un imprenditore specializzato nella vendita di composizioni floreali.  Arriviamo al mercato nel primo pomeriggio, in corripondenza dell'orario nel quale i vari operatori si apprestano a smobilitare i banchi per rientrare alle proprie sedi.  Iniziamo a caricare i fiori attraverso le due porte laterali scorrevoli, in maniera da distribuire uniformemente fin dall'inizio i vasi sull'ampia superfice di carico ottenuta ribaltando completamente i sedili posteriori. I vasi, grazie al loro peso contenuto, sono piuttosto facili da sistemare a bordo e possono essere stivati molto vicini tra loro senza il rischio di rovinare le piante; una volta riempito il volume disponibile inoltre il carico risulta ben distribuito e non richiede particolari ancoraggiLong Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel per cui la stabilità in movimento è assicurata dalla semplice chiusura delle portiere. A questo punto il Tepee è completamente carico e siamo pronti per rientare alla base con il nostro amico alla guida. "E' sorprendente la capacità di carico di questo veicolo", ha dichiarato Carlo a fine giornata, "e sono rimasto inoltre piacevolmente sorpreso dalla estrema agilità su strada e, soprattutto, nel caos del traffico quotidiano. Ogni giorno, tra andata e ritorno, percorro circa 60 chilometri per raggiungere i vari mercati dove siamo presenti nei vari giorni della settimana, e caricando i fiori ci occorre del tempo per stivare tutto il materiale nel nostro furgone, dotato di portellone solo nella parte posteriore.  Sul Partner Teepe, grazie alla doppia apertura laterale assicurata dalle porte scorrevoli, il carico è molto più veloce e anche più razionale.  Nella preparazione del banco infatti, se vogliamo cambiare la disposizione della varietà dei fiori e mettere in risalto una certa pianta rispetto ad un'altra, situata magari nella zona anteriore del veicolo, possiamo prevelarla subito proprio grazie alle porte scorrevoli senza attendere di aver tirato fuori tutto il carico".

 

Cambusa  d'alta  quota                                                                            

Long Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by DangelVersatile e pratico in città, il Partner Tepee 4x4 esprime al meglio le sue potenzialità in funzione del carico soprattutto nell'utilizzo in fuoristrada.  Grazie alla trazione integrale e alla notevole altezza minima da terra, consente infatti di raggiungere località difficilmente accessibili ai normali furgoni e ai van attualmente disponibili sul mercato.  Per valutare fin dove potevano spingerci lo abbiamo affidato per una giornata a Beppe Tomasino, titolare del Rifugio Salvin.  Situato a circa 1.600 di quota nel cuore delle Valli di Lanzo, nell'arco alpino occidentale, questo rifugio è diventato negli ultimi anni uno degli agriturismo pià noti e frequentati del Piemonte e per il tipo di attività necessita di un continuo rifornimento per rifornire la propria cambusa.  Ma i prodotti utilizzati nella cucina del rifugio non si trovano al supermercato e Beppe si rifornisce esclusivamente negliLong Test: Peugeot Partner Tepee 4X4 by Dangel alpeggi di alta quota (spesso situati ad oltre 2.000 metri e raggiungibili solo attraverso piste sterrate disseminate di pietraie e buche profonde).  Ci rechiamo proprio in uno di questi alpeggi, nei pressi del lago di Monastero (2.100 m.s.m.) per effettuare un carico di tome (i tipici formaggi della zona), latte e burro, mentre sulla via del ritorno verso il rifugio carichiamo a bordo circa mezzo quintale di patate, alcuni fusti di latte e due enormi damigiane di vino da 60 litri ciascuna. "Questo veicolo è incredibile e avanza meglio del mio vecchio fuoristrada", dichiara Beppe all'arrivo al rifugio; "l'elasticità del motore è sorprendente e consente di arrancare senza problemi anche lungo i tortuosi tornanti in forte pendenza nonostante l'assenza delle marce ridotte, mentre in discesa viaggiando in prima marcia l'azione del freno motore non richiede alcun intervento sul pedale del freno. La contenuta altezza del pianale di carico consente inoltre di issare a bordo anche carichi pesanti con il minimo sforzo.  Credo proprio che quando dovrò mandare in pensione il mio 4x4 farò un pensierino sull'eventuale acquisto di un Tepee".

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori