Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. Aziende
  4. Aston Martin: inizio della produzione per la DBX

Aston Martin: inizio della produzione per la DBX

| 09 luglio 2020 18:21

 Aston Martin: la prima DBX esce dalla produzione

A poco più di quattro anni dall’annuncio di Aston Martin dell’investimento nel nuovissimo stabilimento di produzione a St Athan in Galles, la prima auto Aston Martin ad essere “Made in Wales” esce dalla produzione - Un momento importante per il brand di lusso britannico, completato il primo SUV nel nuovo stabilimento di produzione del Regno Unito - La DBX è il primo Aston Martin ad essere “Made in Wales” - Le consegne della DBX di Aston Martin inizieranno alla fine di questo mese in tutto il mondo.


All’apice dell’ampio programma di sviluppo iniziato con lo svolgimento virtuale, nel 2015 e i test fisici in Galles nel 2018, DBX segna una nuova era per tutto quello che concerne la ricerca di Aston Martin tesa a offrire prestazioni, stile e utilizzo a livelli eccezionali in quello che è un segmento precedentemente inesplorato dalla Casa automobilistica famosa in tutto il mondo. Aston Martin: la prima DBX esce dalla produzione

Tutta la versatilità e l'indulgenza che ci si aspetta da un SUV di lusso con livelli di prestazioni dinamiche di auto sportive; DBX stabilisce un nuovo audace standard in questo settore.

Con il suo sistema di trazione integrale, DBX è un'auto che consentirà all'Azienda di incrementare la sua presenza nei mercati caratterizzati da condizioni meteo o terreno meno favorevole alle auto sportive a trazione posteriore. La distinta enfasi puntata sul lussuoso abitacolo  spazioso, sia sulla parte anteriore che posteriore, permetterà ad Aston Martin di soddisfare anche quei clienti che prediligono essere guidati piuttosto che guidare.

Keith Stanton, Chief Operating Officer di Aston Martin, ha dichiarato: “È un vero privilegio essere qui oggi per assistere al completamento della prima produzione della DBX. Sono estremamente orgoglioso del team Aston Martin, che ha lavorato così duramente per trasformare questo ex-sito del Ministero della Difesa in un impianto di produzione automobilistica di livello mondiale, destinato alla produzione di automobili, a testimonianza della resilienza e della forza d'animo di tutti coloro che operano in Aston Martin. È un onore vedere la prima DBX uscire dalla produzione e il mio unico rimpianto è che tutti coloro che lavorano per questo incredibile marchio non possono essere qui per testimoniarlo”.

La DBX è una Aston Martin in tutto e per tutto; cattura esattamente lo spirito del marchio come una bella macchina costruita a mano, ma allo stesso tempo vanta una tecnologia estremamente avanzata. Circa l'80% della produzione dovrebbe essere esportata e venduta all'estero, questo fa della DBX è un modello importante per Aston Martin e un chiaro esempio della forza delle capacità produttive britanniche.

Marek Reichman, Vicepresidente esecutivo e Chief Creative Officer di Aston Martin, a St Athan per assistere al completamento del primo SUV progettato dal suo team, ha dichiarato: “Siamo incredibilmente orgogliosi del nostro primo SUV, che è tanto un Aston Martin come una delle nostre auto sportive. Dal mio team di progettazione agli ingegneri, al team di dinamica dei veicoli e a tutti gli esperti che realizzano a mano questa bellissima auto, qui a St Athan, la DBX è diventata l'auto che porterà l'Aston Martin in una nuova era audace”.

First deliveries of the DBX to customers start later this month, as planned.

Il ministro dell'Economia, dei trasporti e del Galles del Nord, Ken Skates, ha dichiarato: “Questo è un momento storico per Aston Martin e anche per il Galles. È un'enorme vittoria per l'atteggiamento tenace del governo gallese. La DBX è un’eccezionale auto di una delle Case automobilistiche più lussuose al mondo e sarà fondamentale per il piano di crescita di questa iconica azienda e per perseguire le ambizioni per il futuro. Non potrei essere più orgoglioso di vedere questo fantastico SUV realizzato in Galles e uscito dalla linea di produzione. Testimonianza della dedizione e delle capacità della forza lavoro di classe mondiale che abbiamo proprio qui in Galles”.