Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

Stefano Signori | 05 maggio 2015 16:45

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

Da poco rivisitato per ottimizzare i consumi e le emissioni di CO2, il brillante V6 turbodiesel di 3.0 litri, esce comunque poco penalizzato dalla riduzione della potenza massima a 249 cavalli, dimostrando di possedere un temperamento decisamente grintoso, che permette di superare senza tentennamenti anche le situazioni più impegnative.

 

In un’Europa unita ma non troppo, capita spesso che una casa  automobilisticaTest Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE per evitare che un proprio modello venga ingiustamente penalizzato da norme fiscali differenti da uno stato all’altro,  debba allestire specifiche versioni ad hoc per ogni singolo mercato, così da garantire sempre il miglior rapporto qualità-prezzo. E’ questo il caso della Land Rover, che per sottrarre la Range Rover Sport dalla tagliola del detestato  superbollo introdotto qualche anno fa nel nostro Paese,  ha proposto fin dal debutto per la motorizzazione più richiesta, la  turbodiesel V6 di 3.0 litri anche la versione depotenziata da 249 cavalli, al riparo quindi dall’odiato balzello riservato alle cosiddette auto di “lusso”.  Il ridimensionamento in termini di potenza, quantificabile in poco più di 50 cavalli rispetto alle normali versioni da 306 cavalli, se da un lato ha imposto qualche piccola rinuncia, dall’altro ha comportato una serie di indiscussi vantaggi, non solo in materia fiscale. ATest Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE risultare penalizzate, ma non più di tanto, sono in prima battuta le prestazioni, che soprattutto in fase di accelerazione e ripresa fanno registrare tempi di poco superiori a quelli delle versioni SDV6 da 306 cavalli, così come leggermente diminuita  è l’efficacia sui terreni off-road, visto che i modelli di potenza più contenuta devono accontentarsi di una semplice trazione integrale permanente con differenziale Torsen e non del più sofisticato sistema a controllo elettronico, con marce ridotte e Terrain Response 2, disponibile a richiesta sulle versioni più potenti. A rendere comunque molto appetibile la Range Rover Sport da 249 cavalli, sono principalmente i vantaggi di tipo economico, che questa motorizzazione comporta. Più convenienti al momento dell’acquisto, le versioni 3.0 TDV6 sono anche più parche nei consumi e meno inquinanti delle sorelle SDV6, soprattutto  da quando è stato introdotto il Model Year 2015 che, abbandonando la sovralimentazione bi-turbo per passare ad un turbocompressore singolo su cuscinetti, con pompa dell’olio a due stadi e ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione (LPEGR), ha visto  ridurre ulteriormente la richiesta di carburante del 5,7% a parità di coppia e potenza. Accreditata di una velocità massima di 210 km/h, la Range Rover Sport di ultima generazione scatta da a 100 km/h in 7,6 secondi ed in media si accontenta di 6,9 litri di gasolio per percorrere 100 chilometri. Superba su strada, un pò meno sui terreni più accidentati, la versione 3.0 TDV6 da 249 ricalca fedelmente il copione vincente di tutte le Range Rover Sport, mantenendo anche in questa particolare declinazione motoristica, tutto il fascino e l’appeal che da sempre hanno reso la raffinata 4x4 britannica, l’indiscussa regina del segmento dei SUV di lusso.

 

TRAZIONE 4X4

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSECome in passato tutte anche le Range Rover Sport di ultima generazione dispongono della classica trazione integrale permanente che, nel caso dei modelli più potenti a benzina e diesel, è accoppiata al sofisticato sistema di controllo elettronico Terrain Response 2 con marce ridotte e Dynamic Program, offerto a richiesta anche in abbinamento con le motorizzazioni turbodiesel SDV6. Nelle versioni TDV6 da 249 cavalli, la trazione integrale è invece demandata ad un differenziale Torsen, che gestito dal Terrain Response, in condizioni di normale aderenza invia la coppia motrice per il 58% al retrotreno e per il 42% all’avantreno. Sui terreni più accidentati la ripartizione della potenza varia fino a raggiungere un rapporto di 22/78 tra i due assi, così da garantire un’elevata motricità anche nelle situazioni più impegnative.

 

VERSIONI & PREZZI

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSELa Range Rover Sport MY2015 è offerta in ben 15  versioni, con cinque motorizzazioni: due a benzina V8 Supercharged di 5.0 litri da 510 o 550 cavalli e tre  turbodiesel rispettivamente di 3.0 litri TDV6 da 249 cavalli, 3.0 litri SDV6 da 306 cavalli e 4.4 litri SDV8 da 340 cavalli.  Sei sono gli allestimenti disponibili: SE, HSE,  HSE Dynamic, Autobiography e Autobiography Dynamic, SVR. Tutti i modelli sono equipaggiati con cambio  automatico a 8 marce. Questi sono i prezzi su strada:

 

RANGE ROVER SPORT 5.0 V8 HSE Dynamic -

€ 91.700

RANGE ROVER SPORT 5.0 V8 Autobiography Dynamic - € 102.900

RANGE ROVER SPORT 5.0 V8 SVR - € 127.900

RANGE ROVER SPORT 3.0 TDV6 SE - € 67.600

RANGE ROVER SPORT 3.0 TDV6 HSE - € 74.300

RANGE ROVER SPORT 3.0 TDV6 HSE Dynamic - € 76.400

RANGE ROVER SPORT 3.0 SDV6 SE - € 73.400Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

RANGE ROVER SPORT 3.0 SDV6 HSE - € 79.200

RANGE ROVER SPORT 3.0 SDV6 HSE Dynamic -

€ 81.800

RANGE ROVER SPORT 3.0 SDV6 Autobiography -

€ 91.000

RANGE ROVER SPORT 3.0 SDV6bAutobiography Dynamic - € 93.100

RANGE ROVER SPORT 4.4 SDV8 HSE - € 85.700

RANGE ROVER SPORT 4.4 SDV8 HSE Dynamic - € 88.000

RANGE ROVER SPORT 4.4 SDV8 Autobiography - € 97.400

RANGE ROVER SPORT 4.4 SDV8 Autobioraphy Dynamic - € 99.300

 

EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSEDi serie: airbag frontali, laterali ed a tendina, ABS con EBD, climatizzatore automatico a due zone,  impianto stereo con CD, MP3 e comandi al volante, fendinebbia, cambio automatico a 8 marce, fari  bi-xeno, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, controllo elettronico della stabilità DSC e della trazione ETC, sensori di parcheggio, navigatore satellitare,  interni in pelle, HDC (Hill Descent Control), cruise control, sospensioni pneumatiche, telecamera posteriore, Start&Stop, sedili regolabili elettricamente, cerchi in lega leggera da 20”.

Optional: Surround Camera System (817 euro), cerchi in lega da 21” (1.543 euro), Keyless Entry (1.130 euro), Blind Spot Monitor (535 euro), tetto apribile elettricamente (2.260 euro),  vernice metallizzata (1.130 euro).

 

ON ROAD

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSEFiglia minore, per motivi puramente fiscali, dell’analogo modello con potenza da 306 cavalli, la Range Rover Sport con motore depotenziato da 249 cavalli, sacrifica solo in minima parte l’esuberante temperamento della più dotata consanguinea risultando, pur se con prestazioni lievemente inferiori, ugualmente  piacevole da condurre. A minimizzare nell’utilizzo su strada, la perdita di una cinquantina di cavalli tra le due motorizzazioni a gasolio più richieste, gioca un ruolo determinante anche la vistosa cura dimagrante a cui è stata sottoposta l’ultima generazione dell’esclusiva SUV inglese, che nel caso del modello meno potente, ha ottenuto un risultato ancora migliore, tanto da abbattere ulteriormente il peso di circa un quintale. Da poco rivisitato per ottimizzare i consumi e le emissioni di CO2, il brillante V6 turbodiesel di 3.0 litri,Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE esce comunque poco penalizzato dalla riduzione della potenza massima a 249 cavalli, dimostrando di possedere un temperamento decisamente grintoso, che permette di superare senza tentennamenti anche le situazioni più impegnative. Particolarmente elastico e contraddistinto da un’erogazione molto fluida, il turbodiesel da 249 cavalli dispone infatti della stessa esuberante coppia motrice del motore da 306 cavalli che, raggiungendo un picco massimo di ben 600 Nm a 2.000 giri, facilita non poco l’azione del conducente soprattutto nelle fasi di accelerazione e ripresa. Un contributo determinante per rendere più efficace e piacevole la guida, lo offre come sul modello di maggiore potenza, l’efficientissimo cambio automatico a 8 rapporti che utilizzabile anche in funzione sequenziale, permette uno sfruttamento ideale della cavalleria a disposizione. Saldamente ancorata all’asfalto, sull’asciutto come sul bagnato, la versione TDV6 sfrutta al meglio il raffinato bagaglio tecnologico comune anche ai modelli più costosi, che a partire dalla trazione integrale permanente con Terrain Response e senza dimenticare i vari controlli elettronici della stabilità (DSC) e della trazione (ETC), garantiscono in ogni circostanza, un livello di sicurezza senza confronti.

 

OFF-ROAD

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSEAncor meno di quanto avvenga nell’utilizzo su strada, la potenza ridotta a 249 cavalli della Range Rover Sport non soggetta al superbollo, influisce nella guida sui percorsi fuoristrada, che da sempre costituisce uno dei punti di forza della superba sport utility britannica. Pur priva del Terrain Response di seconda generazione e delle marce ridotte, riservate ai modelli più prestazionali, la versione 3.0 TDV6 è infatti in grado di accontentare una buona parte di tutti coloro che al volante della raffinata 4x4 di Solihull, non rinunciano  a testarne le eccellenti doti off-road anche sui terreni più sconnessi. Grazie al pratico sistema di controllo elettronico della trazione integrale permanente Terrain Response, che a seconda del percorso da affrontare adegua automaticamente le varie funzioni del veicolo, il conducente  può concentrarsi unicamente sul tracciato da seguire, avendo solo l’accortezza di inserire ove necessario, lo specifico dispositivo per il controllo della velocità in discesa HDC. Nella maggior parte dei casi, la buona motricità offerta dalla trazione integrale con differenziale Torsen e l’ampia escursione delle sospensioni, sono più che sufficienti per consentire di affrontare in tutta sicurezza anche terreni piuttosto impegnativi, compresi i guadi fino a 85 centimetri di profondità. Certo nei tratti più impervi, la mancanza delle marce ridotte e del Dynamic Program limita almeno in parte,  l’efficacia della versione TDV6, che come tutte le Range Rover Sport è penalizzata sui fondi più accidentati anche dalla presenza di pneumatici ribassati, inadatti all’utilizzo off-road.   

 

LA TECNICA IN SINTESI

Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSETelaio: a longheroni e traverse integrato con la scocca 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore longitudinale, 6 cilindri a V, ciclo diesel                     

Cilindrata: 2.993 cc

Potenza max: 249 CV a 4.000 giri

Coppia max: 600 Nm a 2.000 giri

Distribuzione: 2 alberi a camme in testa per bancata, 24 valvole

Alimentazione: forzata con turbocompressore, intercooler, iniezione diretta common rail

Dimensioni: lunghezza 4.850 mm, larghezza 1.980, altezza 1.780, passo 2.920, carreggiate 1.690/1.690Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

Peso a vuoto: 2.115 kg

Serbatoio: 77 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, doppi bracci          

Sospensioni posteriori: indipendenti, multilink

Pneumatici: 255/55 R20

Freni: a disco autoventilanti, ABS, EBD

Cambio: automatico a 8 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo di attacco: 33°Test Drive: Range Rover Sport 3.0 TDV6 HSE

Angolo di dosso: 27°

Angolo di uscita: 31°

Altezza minima da terra: 275 mm

Pendenza massima superabile: 45°

Capacità di guado: 850 mm

Diametro di svolta: 12,3 m

Velocità massima: 210 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 7,6 sec

Emissioni medie di CO2: 182 gr/km

Consumi:

Percorso urbano: 7,8 litri/100 km

Percorso extraurbano: 6,3 litri/100 km

Percorso misto: 6,9 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori