Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Stefano Signori | 04 settembre 2012 10:54

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Il  Discovery  di  quarta  generazione  esalta  ulteriormente  la  sua  forte  personalità  diventando, se  possibile, ancora  più  versatile  ed  efficiente  sia  su  strada  che  off-road  grazie  ai  numerosi  miglioramenti  apportati  dal  punto  di  vista tecnologico.

 

Poche cose resistono in un mondo sempre in costante mutamento e tra queste merita sicuramenteTest Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE un posto di riguardo il Land Rover Discovery che, al di là di tendenze e mode del momento, rimane un punto fermo nel panorama dei fuoristrada di classe superiore. Unico ed inimitabile fin dalla nascita, l’originale 4X4 britannico ha sempre interpretato, calandosi a meraviglia nel ruolo, l’alternativa giovane e sportiva a sua maestà la regina Range Rover. Di quest’ultima ha certamente preso l’eleganza e la raffinatezza degli interni, ma non lo stile “conservatore” di quella che ancora oggi è considerata la pioniera degli sport utility di lusso. Del resto il Discovery è un veicolo anticonformista per definizione e rappresenta tuttora una valida alternativa ai SUV tradizionali. Con il “Model Year 2012”, il Discovery di quarta generazione accentua ulteriormente la sua forte personalità diventando, se possibile, ancora più versatile ed efficiente sia su strada che off-road. Praticamente invariato esteticamente, se si esclude la presenza di nuovi cerchi da 19”, il Discovery 4 MYTest Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE 2012 risulta invece nettamente migliorato dal punto di vista tecnologico. Su questo fronte si registra il debutto dei nuovi turbodiesel V6 di 3.0 litri, declinati in due livelli di potenza: TDV6 da 211 cavalli e SDV6 da 255 cavalli. Entrambi i motori sono abbinati ad un nuovo cambio automatico ZF 8HP70 a 8 rapporti dai tempi di cambiata ridottissimi, che può essere utilizzato anche in funzione sequenziale con gli appositi paddle al volante. Se la versione più potente del V6 turbodiesel passa da 245 a 255 cavalli, lasciando invariata la poderosa coppia di 600 Nm a soli 2.000 giri, migliorano le prestazioni ma allo stesso tempo diminuiscono consumi, e le emissioni di CO2, che in media si attestano rispettivamente a 8,8 litri/100 km ed a 230 gr/km. Ancor meglio fa la versione “entry level” da 211 cavalli, che presenta un consumo medio di 8,5 litri di gasolio ogni 100 chilometri ed emissioni di CO2 contenute in 224 gr/km. Più efficace su strada, il Discovery 4 ha incrementato ulteriormente anche le sue proverbiali doti fuoristradistiche, aggiungendo al collaudato sistema di trazione integrale permanente con “Terrani Response” ed alle sospensioni pneumatiche, due innovativi dispositivi elettronici, quali l’Hill Start Assist (HSA) e il Gradient Accelration Control (GRC), che rendono ancora più sicura la marcia sui terreni più accidentati. Con il MY 2012 sono stati inoltre migliorati e razionalizzati i sistemi audio, che a fianco dell’impianto entry level da 8 altoparlanti e display a colori, prevede il modello Premium Harman Kardon LOGIC 7 con 17 diffusori ed una potenza di ben 825 Watt.

 

TRAZIONE  4x4

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSECome il precedente modello, anche il Discovery 4 MY 2012 si affida ad un sofisticato sistema di trazione integrale permanente a controllo elettronico con “Terrain Response”, che assicura un’eccellente motricità su qualsiasi terreno. Al guidatore spetta solo il compito di scegliere, tra le cinque modalità disponibili, quella più adatta al percorso che si deve affrontare: a tutto il resto ci pensa il “Terrain Response”. I programmi azionabili tramite l’apposito rotore posto sulla console centrale sono: guida generica, condizioni di scarsa aderenza sia su asfalto che in fuoristrada, fango e solchi profondi, sabbia e fondo roccioso. Lavorando in stretto contatto con tutti i sistemi elettronici di bordo, il “Terrain Response” provvede quindi a variare in base alle condizioni del fondo stradale, la percentuale di bloccaggio dei differenziali posteriore e centrale, inserendo quando necessario, le marce ridotte o l’HDC (Hill Descent Control), per limitare la velocità in discesa.

 

VERSIONI  &  PREZZI

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSELa rinnovata gamma del Discovery 4 si articola in 5 versioni, con due tre diversi allestimenti (S, SE, HSE) e due propulsori 6 cilindri turbodiesel di 3.0 litri da 211 e 255 cavalli. Tutti i modelli sono equipaggiati di serie con cambio automatico a 8 marce.

 


Questi sono i prezzi su strada:

 

 

DISCOVERY 4 3.0 TDV6 S------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------€ 46.988

DISCOVERY 4 3.0 TDV6 SE----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------€ 51.929

DISCOVERY 4 3.0 TDV6 HSE-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------€ 58.181

DISCOVERY 4 3.0 SDV6 SE---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------€ 53.543

DISCOVERY 4 3.0 SDV6 HSE-----------------------------------------------------------------------------------------------€ 59.794

 

EQUIPAGGIAMENTO  ACCESSORISTICO

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSEDi serie: airbag frontali, laterali ed a tendina, ABS con EBD, climatizzatore automatico bi-zona, impianto stereo con CD, MP3 e comandi al volante, fendinebbia, cambio automatico a 8 marce, fari allo xeno, navigatore satellitare Premium HDD, sospensioni pneumatiche, controllo elettronico della stabilità DSC, cerchi in lega leggera da 19” interni in pelle, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, controllo elettronico della trazione ETC, filtro antiparticolato DPF, sensori parcheggio.

Optional: climatizzatore posteriore (1.079 euro), tetto apribile elettricamente (1.593 euro), vernice metallizzata (918 euro).

 

ON  ROAD

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSENato per offrire il meglio del suo repertorio sui percorsi off road, il Discovery ha subito nel corso degli anni importanti mutamenti che l’hanno trasformato in un veicolo sempre più versatile ed in grado di muoversi con eguale efficacia sui terreni accidentati come sull’asfalto. L’ultima generazione del possente 4X4 britannico conferma ampiamente questa tendenza, mettendo in risalto i significativi passi in avanti compiuti sul fronte della guidabilità e del comfort, che si pongono ora allo stesso livello di quelli delle più blasonate sport-utility. Stabile e ben piantato a terra sui grossi cerchi da 19”, il Discovery 4 MY2012 possiede nel suo raffinato bagaglio tecnologico gli elementi indispensabili per replicare sull’asfalto l’ottimo comportamento evidenziato in fuoristrada. La tenuta innanzitutto non presenta mai una sbavatura,Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE merito delle sospensioni pneumatiche che assorbono istantaneamente ogni minima asperità del suolo e del valido sistema di trazione integrale permanente con “Terrain Response”, che grazie all’apposito programma “guida generica”, offre una motricità invidiabile anche sul bagnato. Le eccellenti doti telaistiche del Discovery 4 MY 2012 accentuate dalla presenza di nuove barre antirollio, vengono ulteriormente esaltate dal grintoso 6 cilindri turbodiesel di 3.0 litri, che oltre a sviluppare una potenza di 255 cavalli, si rivela straordinariamente elastico, come dimostra la coppia massima di ben 600 Nm raggiunta a soli 2.000 giri. Per garantire una conduzione ancora più efficace e rilassante, l’ultima generazione del fuoristrada inglese mette a disposizione del pilota un inedito cambio automatico ad 8 rapporti, che favorisce un’ineguagliabile reattività, a tutto vantaggio delle prestazioni e del piacere di guida. Un cambio di marcia viene infatti completato in soli 200 millisecondi ed in base al percorso ed alle diverse situazioni di guida, questa innovativa trasmissione automatica, può “saltare” fino a sei rapporti per offrire una risposta più rapida, ad esempio nelle fasi di accelerazione e ripresa.

 

OFF-ROAD

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSECertamente non sono in molti a sfruttare fino in fondo le incredibili potenzialità off road del Discovery 4, ma chi ha intenzione di farlo troverà nel MY 2012 un 4X4 ancora più efficiente, in grado di distaccare, seppur di poco, il modello della passata generazione. Partendo dalla medesima base, costituita dal robustissimo telaio, dal valido sistema di trazione integrale permanente con “Terrain Response” e dalle fenomenali sospensioni pneumatiche che sui terreni più accidentati fanno lievitare l’altezza minima da terra fino a 310 mm, il rinnovato 4X4 britannico può infatti contare anche sull’Hill Start Assist (HSA) e il Gradient Acceleration Control (GRC), due nuovi dispositivi elettronici, espressamente sviluppati per migliorare la guida inTest Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE fuoristrada. Il primo facilita le partenze su forti pendenze, mantenendo nell’impianto frenante la pressione per il tempo necessario a permettere una partenza dolce e sicura, mentre il secondo è progettato per garantire una maggiore sicurezza su pendenze molto ripide, rallentando comunque il veicolo al limite stabilito dalla posizione dell’acceleratore, anche nel caso in cui il guidatore non abbia inserito l’HDC. Sui percorsi off-road come su strada non è inoltre trascurabile l’apporto fornito dal potente V6 turbodiesel da 255 cavalli che, agevolato dal nuovo cambio a 8 rapporti, facilità ulteriormente la mobilità sui fondi più impervi mantenendo in ogni condizione una rilevante riserva di potenza.

 

LA  TECNICA  IN  SINTESI

Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSETelaio:  a longheroni e traverse integrato con la scocca, 5 porte, 5 posti

Motore: anteriore longitudinale, 6 cilindri a V, ciclo Diesel

Cilindrata: 2.993 cc

Potenza max: 188 kW (255 CV) a 4.000 giri

Coppia max: 600 Nm a 2.000 giri

Distribuzione: 2 assi a camme in testa per bancata, 24 valvole,

Alimentazione: forzata con turbocompressore, iniezione diretta common rail

Dimensioni: lunghezza 4.829 mm, larghezza 1.915, altezza 1.887, passo 2.885, carreggiate 1.605/1.612

Peso a vuoto: 2.583 kg

Capacità serbatoio: 82 litri

Sospensioni anteriori: indipendenti, bracci trasversali

Sospensioni posteriori: indipendenti bracci trasversali

Pneumatici: 255/50 R 19Test Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Freni: anteriori a disco autoventilanti, posteriori a disco, ABS, EBD

Cambio: automatico a 8 marce

Sterzo: a cremagliera con servocomando

Angolo di attacco: 36°

Angolo di dosso: 27°

Angolo di uscita: 29°

Altezza minima da terra: 240 mm

Pendenza massima superabile: 45°

Capacità di guado: 700 mmTest Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Diametro di svolta: 11,8 m

Velocità massima: 180 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 9,3 sec.

Emissioni medie di CO2: 230 gr/km

Consumi:

Percorso urbano: 9,8 litri/100 kmTest Drive: Land Rover Discovery4 3.0 SDV6 HSE

Percorso extraurbano: 8,1 litri/100 km

Percorso misto: 8,8 litri/100 km

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori