Siete qui:

  1. Home
  2. PROVE E DINTORNI
  3. ANNIVERSARY
  4. 60 anni della Fiat 500: MoMA+francobollo

60 anni della Fiat 500: MoMA+francobollo

| 04 luglio 2017 17:30

60 anni della Fiat 500: MoMA+francobollo

La Fiat 500 entra ufficialmente nella collezione permanente del MoMA di NewYork – A Torino viene presentato oggi il francobollo celebrativo della Fiat 500 - Un tributo straordinario al valore artistico e culturale di questa icona dello stile italiano nel mondo proprio nel 60° compleanno della vettura.

 

L'auto più amata della storia di Fiat, l'icona che ha “motorizzato” gli italiani e60 anni della Fiat 500: MoMA+francobollo l'ambasciatrice del Bel Paese nel mondo, oggi festeggia i suoi sessant'anni di vita con un avvenimento speciale, che rende onore alla sua storia, al suo stile e al design che l'hanno resa celebre ovunque. Entrerà infatti a far parte della galleria permanente del Museo di Arte Moderna di New York, il MoMA.

Se è vero che la Fiat 500 ha segnato la storia dell'automobile, è altrettanto vero che non è mai stata solo un'automobile”, queste le parole di Olivier François, Head of Fiat Brand e Chief Marketing Officer FCA. “Nei suoi 60 anni di storia, 500 è andata ben oltre la sua manifestazione materiale per entrare nell'immaginario collettivo, diventando un'icona, che ora ha l'onore di essere certificata dall'acquisizione del MoMA: un tributo al suo valore artistico e culturale”.

La Fiat 500 è un'icona della storia dell'automobile che ha cambiato per sempre il modo di disegnare e di produrre auto”, ha dichiarato Martino Stierli, il “Philip Johnson Chief Curator of Architecture and Design” del MoMA. “Aggiungere questo capolavoro quotidiano alla nostra collezione ci consente di ampliare il racconto del MoMA sulla storia del design automotive”.

L'esemplare acquistato dal MoMA sarà una 500 serie F, la 500 più popolare di sempre, prodotta dal 1965 al 1972. La “piccola grande vettura” di casa Fiat riscuote successo fin da subito in tutti i continenti, e i 18 CV del suo bicilindrico da 499,5 cm3 la spingono a 95 km/h su tutte le strade del mondo. Dal 1957 al 1975 sono stati prodotti oltre 4.000.000 esemplari. Dalla Nuova 500 della fine degli anni Cinquanta, alla Sport e poi la D, più potenti, e poi la F che detiene il record di unità prodotte, sino alla più lussuosa L, per arrivare alla R.60 anni della Fiat 500: MoMA+francobollo
La Fiat 500 non è stata solo emblema della motorizzazione di massa. È diventata nel tempo e nello spazio, un'icona di stile e di design. Un design inconfondibile, dal musetto, ai baffi, ai fari, ha ispirato la fantasia di artisti, che l'hanno interpretata in termini di eleganza, esclusività e sportività. È stata capace di mantenersi fedele a se stessa e al contempo giovane, attraversando sessant'anni di storia e costume, moda e società. Un'auto di successo, ma anche un fenomeno culturale al centro della scena da sessant'anni, senza mai passare di moda. Con il lancio della nuova generazione nel 2007, la 500 si è mostrata in tante vesti originali e cool, nella versione berlina e cabrio e attraverso serie speciali di straordinario successo (la 500 by Diesel, la 500 Gucci e la 500 Riva).

Il successo è suffragato dai numeri: la Fiat 500 è leader di vendita in Europa, prima in 8 paesi e sul podio in altri 6. La versione del 2007 ha conquistato 2.000.000 di automobilisti in soli dieci anni e sin dall'esordio ha fatto incetta di premi e riconoscimenti, tra i quali il Car of the Year e il Compasso d'oro.

Il “cinquino” è un simbolo della creatività italiana che, da sempre, ispira artisti e designers in tutto il mondo, diventando un'icona del bello e dell'arte. Oggi compie un passo in più, diventando essa stessa un'opera d'arte accanto ad altre grandi icone del design italiano e rimanendo ancora di più “Forever Young”. Ma oggi le sorprese non finiscono qui.

 

Presentato oggi a Torino il francobollo celebrativo della Fiat 500

60 anni della Fiat 500: MoMA+francobolloPresso la palazzina di Mirafiori a Torino si è svolta la cerimonia dell’annullo filatelico relativa all’emissione di un nuovo francobollo celebrativo dedicato alla Fiat 500, nel giorno del suo sessantesimo compleanno. L’evento ha visto la partecipazione di Ivan Scalfarotto, Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico, Giovanni Accusani, Responsabile Filatelia di Poste Italiane, di Ivo Planeta, Direttore Centrale Operations Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, di Alfredo Altavilla, Chief Operating Officer FCA EMEA e Olivier François, Head of Fiat Brand e Chief Marketing Officer FCA.

Questo oggetto da collezione, prodotto in 1.000.000 di unità e in vendita da oggi, celebra un modello che ha fatto la storia del mondo dell’automobile. Del valore di 0,95 euro, è stampato dall’Officina Carte Valori dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e mostra l’inconfondibile  profilo della Fiat 500 storica, sovrapposto a quello altrettanto celebre della Fiat 500 di oggi. Lo sfondo è blu con una fascia tricolore in prossimità del margine superiore a incorniciare le date 1957-2017 e la dicitura “Fiat Nuova 500” con un lettering che riproduce quello delle affissioni pubblicitarie del 1957. Si tratta di una vera e propria opera d’arte in miniatura, che celebra la realizzazione di un grande sogno di mobilità e libertà.

La 500 è stata certamente un miracolo di design italiano, ma anche e soprattutto un’auto che ha migliorato la vita quotidiana di milioni di persone, ha accompagnato la ripresa economica, ha messo l’Italia su quattro ruote e poi l’ha esportata in tutto il mondo, tanto che oggi l’80% delle 500 è venduta fuori dall’Italia e la vettura è leader in Europa, prima in 8 paesi e sul podio in altri 6.

Con sessanta anni di storia alle spalle, la Fiat 500 si accinge a percorrere un altro lungo viaggio, come simbolo del miglior stile italiano. Un’icona democratica e al tempo stesso distintiva destinata a essere sempre più apprezzata e desiderata in tutto il mondo e a mantenersi giovane, grazie alle sue evoluzioni e alle serie speciali che ne hanno, nel tempo, arricchito la gamma.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori